CANCELLARA CHIEDE SCUSE E SMENTITE

GIUSTIZIA | 14/11/2017 | 09:14
Non ha reagito subito alle accuse, non ne ha ancora parlato in pubblico ma Fabian Cancellara non è stato fermo di fronte alle parole di Phil Gaimon, l’ex prof statunitense che in un libro ha scritto che il campione svizzero avrebbe fatto uso in alcune gare di biciclette truccate.

Il manager di Cancellara, Armin Meier, ha chiesto ufficialmente a Gaimon di fare una pubblica ammenda: «I nostri avvocati - ha spiegato a Het Nieuwsblad - hanno chiesto alla casa editrice Penguin Random House che la vendita del libro sia immediatamente sospesa e che l’autore del libro stesso chieda pubblicamente scusa a Fabian».

Intanto l’Uci sta proseguendo l’indagine annunciata dal presidente Lappartient subito dopo la pubblicazione del libro di Gaimon.
Copyright © TBW
COMMENTI
Ahi ahi ahi ahi...
14 novembre 2017 10:23 lele
..mi sembra una storia già vista con un epilogo già visto.
“Un buon tacer non fu mai scritto”....cit. (mia nonna)

Cancellara, Cancellara....
14 novembre 2017 13:55 runner
Forse sarebbe meglio che Cancellara chiedesse di togliere i video da youtube...
Sì perchè qualunque persona con un minino di onestà intellettuale e buon senso capisce che le sue accelerazioni con le quali ha staccato i rivali (e non rivali qualsiasi)sia alla Roubaix che al Fiandre sono assolutamente innaturali.
Andate sul web e vedrete.
Chi ha occhi per vedere veda. Chi, invece, ha le fette di salame sugli occhi continuerà a non vedere.
Ma già il modo eccessivo con il quale Cancellara sta reagendo alle accuse, dimostra che ha la coda infarinata...

Io credo a Cancellara
14 novembre 2017 16:23 marchetto
Anche se non sono mai stato un tifoso accanito di Cancellara, queste accuse mi sembrano molto generiche, ed anche i video secondo me non dimostrano la presenza e l'uso del motorino. Quante volte abbiamo visti ciclisti scattare e/o accelerare in modo apparentemente anomalo: gli scatti di Froome...quelli di Pantani...gli stessi allunghi di Sagan al mondiale in America e al Fiandre...gli scatti di Boonen nelle sue vittorie a Fiandre e Roubaix...tutti con il motorino? io non ci credo. E sono anche convinto che salvo clamorose ammissioni, per il passato sia impossibile dimostrare l'uso dei motorini, per cui ben vengano i controlli ma guardiamo avanti e se non ci sono prove certe è inutile sollevare polveroni, altrimenti se ci basiamo sui sospetti e sulle mezze verità ce ne sarebbero di risultati da rimettere in discussione...

Altro che pretendere le scuse Fabian
14 novembre 2017 17:48 Pinuccio25
se qualcuno dichiarasse su di me il falso e mi accusasse di non aver rispettato le regole infangando la carriera passata ed il mio futuro professionale io, avendo la disponibilità economica, lo denuncerei per diffamazione e falso. Non mi rivolgerei certo al mio avvocato per farmi chiedere scusa... Come i bambini all\'asilo...
Fatti rispettare davvero Fabian, metti fine una volta per tutte a queste continue accuse ed illazioni. Indici una bella conferenza stampa in cui dichiarererai inequivocabilmente di non aver mai fatto ricorso al doping tecnologico e che d\'ora in poi procederai legalmente contro chiunque accusi ingiustamente e senza prove concrete. Altro che pretendere le scuse!

Runner
14 novembre 2017 18:33 Line
Sono andato vedere i video che dici Runner , e devo dire che quello in francese con un certo Duran fa pensare visto che sembra che il cambio di bici al giro della fiandre era già organizzato
Mha

Cancellara
14 novembre 2017 19:00 fulvio54
Non entro nel merito della vicenda dico semplicemente che chi sara' chiamato a far luce su questa storiaccia pensera' di trovare "la pistola fumante" ovvero la bicicletta o biciclette usate dallo svizzero con il potenziale aggeggio ancora inserito nel telaio? A distanza di anni? Quei mezzi, ammesso che siano stati "taroccati", saranno gia' distrutti o commercializzati chissa'dove.

un auspicio
15 novembre 2017 00:00 pickett
Aspetto sempre che qualche giornalista pubblichi una dettagliata statistica del rendimento di Cancellara PRIMA E DOPO che scoppiò lo scandalo.Soprattutto a cronometro,ma anche nelle classiche.Ci vorrebbe il vecchio Rino Tommasi...

Pickett
15 novembre 2017 13:01 lele
Non serve il mitico Rino.
I risultati parlano sa soli.
Meno strapotere e più umanità.
Inoltre ricordo che anche Moser aveva minacciato querele nei confronti di Donati e del suo libro....
Il libro è uscito e tutti lo han letto.

Lele sei di fuori
16 novembre 2017 19:18 Monti1970
Ha avuto lo stesso rendimento.
Scusa mi puoi dire il risultato che ha fatto bel l\'ultima gara della carriera, l\'olimpiade a crono???????

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Esattamente un mese fa si concludeva il 41° Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel tra gli applausi di tutto il mondo del ciclismo. La più prestigiosa e impegnativa corsa a tappe per Under 23 non ha tradito le attese. Una...


Oltre trecento atleti da tutta Italia, circa seicento accompagnatori, cento tecnici, quaranta giudici federali. Questi alcuni dei numeri dei Campionati italiani giovanili di ciclismo su pista, presentati questa mattina a Torino, presso la sala stampa della Giunta regionale. Un evento...


Da Ottavio Bottecchia, primo italiano a vincere il Tour nel 1924, fino alla cavalcata trionfale di Vincenzo Nibali sul viscido pavè della foresta di Arenberg. Tra i due: Fausto Coppi, Gino Bartali, Gastone Nencini, Felice Gimondi, Marco Pantani. Gli italiani...


Massimiliano Sala è medico sociale del Manchester City ma da sempre ha la passione per la bicicletta. E ha deciso di partecipare, il mese scorso, alla Race Across America, una gara di ultraciclismo, la più dura del mondo. Un “coast...


Non ci sono solo i grandi assi del professionismo a dar spettacolo oggi sulle Alpi ma c'è uno spazio importante anche per le donne, chiamate a battersi ne La Course by Le Tour. 112 atlete, molte delle quali reduci dal...


Come da tradizione anche quest’anno ci saranno degli eventi collaterali di altissimo livello ad arricchire e accompagnare il programma del Tour de Pologne – UCI World Tour in programma dal 4 al 10 agosto. Stiamo parlando dei due appuntamenti che...


Non è stato solo un giorno di riposo, quello di ieri ad Annecy, ma è stata soprattutto l’occasione di cambiare pagina, scenari, aria, prospettive. Dopo le pianure del Nord e le tante trappole che i corridori hanno trovato per strada...


Ancora giorni difficili per il Velodromo di Montichiari, forse i più difficili. Già perché nel pomeriggio di oggi gli uomini della Questura hanno chiuso la struttura apponendo i sigilli. Niente ciclismo, niente pratiche sportivo nei vari spazi a disposizione, niente...


La delusione è ovviamente ancora grande ma Richie Porte è già pronto a voltare pagina. In un messaggio audio diffuso oggi, il corridore australiano della BMC spiega: «Non volevo che andasse così, specialmente dopo l'anno scorso, è doloroso sia fisicamente...


Bauke Mollema si prepara ad affrontare giornate molto difficili. Il corridore olandese della Trek Segafredo, infatti, è caduto ieri nella tappa di Roubaix e ha riportato una brutta botta alla schiena.«Devo cercare di sopravvivere nei prossimi giorni - ha detto...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy