POLTI KOMETA, 4 VOLTE SU 4 AL GIRO D'ITALIA E WILD-CARD PER ALTRE CORSE RCS

PROFESSIONISTI | 23/01/2024 | 12:45
di Comunicato Polti Kometa

L’amore infinito si rinnova. Per il quarto anno su quattro nella categoria, la struttura Professional della Fondazione Alberto Contador è stata invitata al Giro d’Italia. E in questo 2024, dal 4 al 26 maggio, porterà nella corsa rosa le sue nuove tonalità firmate Gsport: il bianco, il rosso e il verde del rinnovato Team Polti Kometa, gli stessi colori della bandiera italiana.


Una formazione che ha pienamente legittimato questa partecipazione fin da quel magico 2021, conquistando lo Zoncolan con Lorenzo Fortunato e ripetendosi sul Gran Sasso nel 2023 con Davide Bais, con annessa settimana in maglia azzurra. Due successi in tre stagioni, unico ProTeam italiano ad aver vinto tappe al Giro fin qui negli “anni Venti”. A cui si aggiungono altri due podi (Gavazzi 2021 secondo a Guardia Sanframondi e Albanese 2022 terzo a Jesi) e tanti chilometri in fuga.


Non solo. Insieme a quelli per il Giro, sono arrivati gli inviti ad altre corse di assoluto rilievo organizzate da RCS Sport, come Strade Bianche, Tirreno-Adriatico e Milano-Sanremo.

«Le squadre come la nostra cominciano a parlare delle wild card fin dai pre-ritiri — commenta Ivan Basso Sport Manager del Team Polti Kometa — e ricevere quella per il Giro e altre gare così prestigiose è motivo di grande orgoglio, un premio alla nostra continuità e al nostro modo d’interpretare la corsa al di là dei risultati. Il Giro sarà l’asse portante dell’intero calendario della Polti Kometa e lo correremo con la giusta mentalità: d’attacco ma ordinata, per riuscire a cogliere ogni opportunità e ripagare gli organizzatori, i tifosi, gli sponsor… e noi stessi della fiducia corrispostaci.»

Un entusiasmo condiviso da Fran Contador, direttore generale del Team Polti Kometa: “Essere al via di un grande giro come il Giro d’Italia per noi è fondamentale, è vitale. Ci permette di continuare a crescere come struttura, ci permette di continuare a crescere a livello sportivo e anche di garantire un ritorno ai massimi livelli per i nostri sponsor, per i brand che ci hanno dato fiducia. Oggi è una giornata davvero molto speciale, che ci dà ulteriore stimolo a lavorare per disputare un grande Giro e in generale una grande stagione all’altezza di questo invito”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Al di la' dei risultati
23 gennaio 2024 17:34 Àaaaaaa
Caro Basso, i risultati contano.Penso che a nessuno interessi come si interpretano le corse.

Basso
24 gennaio 2024 07:43 Cicorececconi
Basso, al solito, esprime concetti di circostanza. Al loro posto doveva essere invitata la Q36.5

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si è concluso oggi a Selve di Teolo, nel Padovano, il Giro del Veneto categoria juniores. La frazione conclusiva è stata conquistata allo sprint dall'azzurro Alessio Magagnotti, della Autozai Contri, che ha regolato Riccardo Fabbro (Industrial Forniture Moro C&G Capital)...


Un brindisi al Muro, che l’ha accolto trionfalmente il 25 maggio, nella penultima tappa dell’edizione numero 107 del Giro d’Italia. E, soprattutto, un brindisi a lui, che ha scelto Ca’ del Poggio per festeggiare – ieri, sabato 20 luglio -...


L’imbattibile Tadej Pogacar in fondo alla classifica di una corsa? Sembrerebbe impossibile, eppure c’è stato un tempo in cui le prendeva... e come se le prendeva. Una cosa che sembrerebbe incredibile, soprattutto oggi che si appresta a vincere il suo...


Un Tour storico come quello del 2024 si chiude con un'altra pagina di storia: per la prima volta in 111 edizioni, infatti, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi. La capitale, che da giovedì ha cominciato ad accogliere gli...


Raffica di statistiche sulla ventesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 6+5: POGACAR INFRANGE UNA NUOVA BARRIERA Con una 5a vittoria di tappa al Tour de France, dopo averne vinte 6 al Giro...


Una normale giornata di allenamento in quota - la Soudal Quick Step è in ritiro al Passo San Pellegrino con Julian Alaphilippe, Ayco Bastiaens, Gil Gelders, Antoine Huby, William Junior Lecerf, Paul Magnier, Tim Merlier, Pepijn Reinderink, Pieter Serry, Martin...


Ancora un piazzamento per Jonas Vingegaard, che ieri nella tappa numero 20 da Nizza al Col de la Couillole è arrivato secondo alle spalle di Tadej Pogacar. Il danese non ha vinto questo Tour, ma ha lottato in ogni modo...


Il Tour del 1903? “Quella prima frazione durò circa 18 ore. E dopo averla vinta, Garin si saziò con due polli, quattro bistecche, una frittata con 12 uova e 12 banane”, “Nella seconda tappa verso Marsiglia, alla stazione di Montélimar...


Primo successo in stagione per Simone Gardani. Il parmense del Team F.lli Giorgi si è imposto a Osio Sotto (Bg) nella gara per juniores valida come Gran Premio Map-Memorial Giacomo e Carlo Sciola. Gardani ha preceduto Cristian Cornali (Romanese), che...


Acuto vincente di Efrem Zamboni nel Trofei città di Asola per allievi svoltosi a Castelnuovo nel Mantovano. Il corridore veronese del team Luc Bovolone, al secondo successo stagionale, ha superato Matteo Serini della Scuola Ciclismo Mincio Chiese, mentre la terza...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi