L'ORA DEL PASTO. LENTAMENTE TORNA IL FESTIVAL DEL CICLISMO LENTO

EVENTI | 20/10/2023 | 08:06
di Marco Pastonesi

Con lentezza inesorabile ed esasperante, sempre più carica di attese e aspettative, lentamente torna il Festival del ciclista lento, l’unica manifestazione dedicata al pedalare pigro e sornione, sfiatato e affaticato, spesso goffo e impacciato, sempre ritardatario e fuoritempomassimo, edonistico e non estetico, epicureo e non stoico, etilico ancora più che etico, epico e mai – mai! – epo, addirittura letterario e certo letterale, e sempre musicale, compresi scricchiolii e cigolii.


Da venerdì 27 a domenica 29 ottobre, a Ferrara, ecco la settima edizione del Festival del ciclista lento, quello ispirato alla convinta filosofia “beati gli ultimi che la vita sanno goder”, quello che ha fatto cantare Peter Sagan e Davide Cassani, Alessandra Di Stefano e Tiziano Dall’Antonia, quello che ha ingaggiato Silvio Martinello e Alan Marangoni, Gibo Simoni e Bruno Zanoni a cimentarsi nel record dell’ora alla rovescia (non il maggior numero di chilometri ma il minor numero di metri), quello che accetta qualsiasi tipo e genere di bici, dalla strada alla pista, dalla cantina alla soffitta, dal cargo al tandem, dal monociclo al triciclo, quello che esalta Luigi Malabrocca e celebra le sue maglie nere, quello che accoglie le cicliste afghane.


“Lentamente procediamo nella nostra opera di rallentare il mondo del ciclismo – spiega Guido Foddis, ideatore e organizzatore del Festival estense -. La bici è un modo di essere e non di avere, soprattutto fretta, è un modo di stare e sostare ma anche di viaggiare, dunque conoscere, esplorare, scoprire, anche inciampando, forando o cadendo, è un modo di cedere nel procedere, è un modo anche di suonare. Parola di musicista”.

Con chitarra, kazoo e altri strumenti, compresa una bici capace di sostenere il peso della sua – diciamo così – cultura, stavolta Foddis ha puntato su quattro grandi appuntamenti. Il primo, venerdì 27, alle 20, nella Casona di via Smeraldina, con la presentazione del libro “Rocky Marciano Blues” (di Marco Pastonesi, 66thand2nd) e la partecipazione di Massimiliano Duran, già campione europeo e mondiale dei massimi leggeri (che cosa c’entri con il ciclismo lento è tutto da scoprire); il secondo, sabato 28, alle 10, nel centro di Ferrara, con la pedalata più lenta del mondo, 5 km in 5 ore, con visite guidate e improvvisate, degustazioni e incontri con autori (c’è anche la scrittrice Sara Segantin); il terzo, sabato 28, alle 19, con il galà illuminato dal due volte campione del mondo Gianni Bugno; il quarto, domenica 29, alle 9, con la Granfondo del merendone, 50 km lungo argini e attraverso campi, borghi e boschi nell’Alto Ferrarese, ancora in compagnia di Bugno. Fra le “guest stars”, Serena Malabrocca, nipote del pioniere della lentezza, l’inarrivabile Luigi.

La partecipazione è libera, gradita, gratuita, benvenuta. Se lenta, lo è ancora di più.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Da giorni la notizia era nell'aria, i segnali inequivocabili erano arrivati sia da parte di RCS Sport che dalla Regione Sicilia: il Giro di Sicilia 2024 non si correrà. La gara era in programma dal 9 al 12 aprile prossimi,...


Nel weekend atleti, addetti ai lavori e appassionati hanno cominciato ad assaporare l’atmosfera delle classiche del nord: la Visma | Lease a Bike si è presa la ribalta in Belgio grazie a Wout van Aert, vincitore nella Kuurne-Brussel-Kuurne, Jan Tratnik,...


Da quando è entrato a far parte di Lidl-Trek nell'agosto 2020 come stagière, Mattias Skjelmose ha avuto una corsia preferenziale verso il successo. Il danese è stato subito preso sotto l'ala protettrice di Mads Pedersen, che ha svolto il ruolo...


L'UCI annuncia che la sua Commissione Disciplinare ha emesso la sua decisione nel procedimento disciplinare avviato contro l'UCI Women's Continental Team Cynisca Cycling. L'UCI aveva deferito il caso alla sua Commissione Disciplinare a seguito di potenziali azioni fraudolente da parte...


Con la vittoria ottenuta negli Emirati Arabi Uniti, Lennert Van Eetvelt ha dimostrato di avere un futuro importante davanti a sé e a 22 anni è considerato una delle giovani promesse del ciclismo in Belgio. Nel 2020 è entrato nel...


Due latitudini diverse, due facce forse opposte della medaglia quando si tratta di disciplina stradale. Due tragedie. Nella stessa mattina, quella di ieri, sono avvenuti due incidenti mortali "macchina contro bici" uno nel Lazio e uno nelle Fiandre. Mentre si...


Coast to coast. Da costa a costa. Il più celebre è negli Stati Uniti, dalla costa est a quella ovest, da New York a San Francisco, oppure, con un abbuono in miglia, da Chicago a Los Angeles sulla Route 66....


Marta Cavalli sta continuano a lavorare anche se è ancora presto per stabilire la data del suo rientro alle corse. La cremasca della Fdj Suez e del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, capace nel 2022 di vincere Amstel Gold Race, Flèche...


Uno dei volti più attesi della categoria Juniores in questo 2024 è quello del parmense Edoardo Raschi che nei quattro anni trascorsi tra Esordienti e Allievi è andato in doppia cifra esultando 10 volte. Corridore dotato di uno spunto veloce...


Il Club Ciclistico Canturino 1902, nel solco di una tradizione largamente ultracentenaria ma sempre aggiornata da continua, rinverdita, attualizzata, consapevole e competente passione per le due ruote, ha presentato la parata delle sue forze in campo per l’imminente inizio agonistico...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi