TOBIAS FOSS CAMPIONE DEL MONDO A CRONO A SORPRESA! DEBACLE GANNA, SOLO 7°

MONDIALI | 18/09/2022 | 09:12
di Carlo Malvestio

I Mondiali di Wollongong 2022 regalano la prima sorpresa della settimana: Tobias Foss è campione del mondo a cronometro. Il norvegese, che non aveva mai vinto una prova contro il tempo tra i professionisti se non il campionato nazionale, si è resto protagonista di una prestazione monstre, coprendo i 34,2 km in 40'02" e battendo per due secondi lo svizzero Stefan Küng. Medaglia di bronzo per Remco Evenepoel (Belgio), che ha chiuso non lontano dal vincitore, in 40'11", mentre la grande delusione di giornata è Filippo Ganna, in giornata no, che chiude in 40'58".


Nemmeno gli altri due italiani brillano particolarmente, con Edoardo Affini 13° a 1'28", pur condizionato probabilmente da una situazione di vento non favorevole essendo partito tra i primi, e Matteo Sobrero 15° a 1'34".


Tra i corridori partiti nel primo blocco (erano 4, spezzettati mezz'oretta l'uno dall'altro) è stato il padrone di casa Luke Plapp a far segnare il miglior tempo, anticipando di pochi secondi proprio Affini, ma già gli atleti partiti nel secondo blocco hanno trovato una situazione maggiormente favorevole in termini di vento, così Stefan Bissegger è balzato al comando in maniera piuttosto netta, rimanendoci quasi fino alla fine. 

Mentre un guaio meccanico e una caduta compromettevano rispettivamente a Ethan Hayter e Magnus Sheffield la possibilità di lottare per una medaglia, Foss si è accorto pian piano che nessuno era in grado di superarlo. L'unico in grado di farlo sembrava poter essere Küng, in vantaggio di 11" all'ultimo intermedio rispetto al norvegese, ma lo svizzero è crollato incredibilmente negli ultimissimi chilometri, sciupando il vantaggio accumulato e dovendosi accontentare della medaglia d'argento.

Evenepoel è rimasto sempre vicino ai tempi dei due migliori, guardandoli però sempre da dietro, mentre Ganna, dopo un primo intermedio in linea con Foss e Küng, si è spento alla distanza, arrivando al traguardo con 56" dal sorprendente vincitore.

ORDINE D'ARRIVO

1          12     FOSS Tobias S     40:02.78
2          4     KUNG Stefan     +2.95
3          2     * EVENEPOEL Remco     +9.16
4          6     HAYTER Ethan     +39.95
5          31     BISSEGGER Stefan     +46.81
6          3     POGACAR Tadej     +48.13
7          1     GANNA Filippo     +55.32
8          10     OLIVEIRA Nelson     +58.98
9          32     LAMPAERT Yves     +1:08.84
10          33     ARMIRAIL Bruno     +1:09.24
11          7     CAVAGNA Remi     +1:14.30
12          48     * PLAPP Lucas     +1:24.05
13          43     AFFINI Edoardo     +1:27.82
14          9     BJERG Mikkel     +1:30.15
15          29     SOBRERO Matteo     +1:33.73
16          38     ARNDT Nikias     +1:42.50
17          14     * SHEFFIELD Magnus     +1:44.21
18          8     BODNAR Maciej     +1:48.93
19          23     GEE Derek     +1:59.00
20          21     HEIDEMANN Miguel     +2:01.04
21          30     NIELSEN Magnus Cort     +2:06.82
22          37     POWLESS Neilson     +2:08.60
23          39     HOOLE Daan     +2:14.68
24          35     LEKNESSUND Andreas     +2:17.23
25          5     MOLLEMA Bauke     +2:17.66
26          47     DAL-CIN Matteo     +2:21.36
27          36     LUTSENKO Alexey     +2:22.69
28          11     * FEDOROV Yevgeniy     +3:05.21
29          20     LAZKANO LOPEZ Oier     +3:08.80
30          18     ILIC Ognjen     +3:15.61
31          13     CONTRERAS PINZON Rodrigo     +3:22.01
32          46     NATAROV Yuriy     +3:52.86
33          22     LASINIS Venantas     +4:34.18
34          52     BONELLO Daniel Joseph     +4:54.36
35          16     JURADO LOPEZ Christofer     +5:33.73
36          45     ESPINOSA SERRANO Bolivar     +5:51.54
37          51     NOVAKOVSKYI Vitalii     +5:56.10
38          24     LAU Wan Yau Vincent     +6:05.56
39          27     ERDENEBAT Bilguunjargal     +6:40.70
40          17     CAHYADI Aiman     +6:41.56
41          44     ABBDURROHMAN Muhammad     +6:52.31
42          42     SMYTH Alexander     +7:11.86
43          25     KONONENKO Mykhaylo     +7:26.24
44          50     NG Sum Lui     +7:35.54
45          26     CHRISTOPHER JR Darel     +9:06.69
46          41     XU Changquan     +9:36.34
47          40     OINGERANG Edward     +11:42.61
48          28     ALAM Drabir     +19:10.24
-          15     BASSON Gustav     DNS

Copyright © TBW
COMMENTI
ganna
18 settembre 2022 10:02 alerossi
l'ultimo Km è la fotografia del suo anno. dal flop tour, al flop europeo fino al super flop mondiale. era così importante annunciare il record dell'ora 2 giorni prima di un tale evento? (e non dite che si sta preparando solo per il record: sarebbe come dire che jacobs andasse alle olimpiadi per preparare il meeting di savona). pensando al record dell'ora: campenaerts è scomparso dalle crono dopo aver fatto il record, bjerg uguale ancor prima di passare pro, ... lo stesso sta succedendo con ganna? sempre pensato che il record dell'ora vada fatto a fine carriera come ciliegina sulla torta, ora non aggiungerebbe niente alla carriera di ganna (soprattutto battendo un amatore)

@alerossi
18 settembre 2022 10:24 Carbonio67
E' un'annata no, e penso che ci si sia stata anche troppa attesa. E' un bel passista/cronomen ma la storia finisce qui.

Ganna
18 settembre 2022 10:38 fransoli
Inutile negarlo, è stata una delusione. Annata da dimenticare in fretta, ma nello sport si può vincere e si può perdere, ci stanno i momenti no, l'importante è reagire. La cosa che mi va un po' di traverso sono quelli che sembrano quasi goderne, quando vince o non si commenta o si minimizza la vittoria quando perde si infieriesce... Contenti loro.

Pista
18 settembre 2022 10:41 fix1963
Pensa con la tua testa e non con quella di chi ti spinge per suo interesse a continuare con la pista!

Ganna
18 settembre 2022 11:04 SCOTT1
Stare in una squadra come la INEOS dopo qualche anno distrugge fisicamente e mentalmente. Nonostante sia il team più forte. È il momento di cambiare aria.

considerazioni varie
18 settembre 2022 11:05 italia
Complimenti a Foss per il titolo mondiale; ha fatto la classica prestazione della vita; la scelta vincente è stato il diverso approccio tecnico sui strappetti, studiato a tavolino e una piccola variazione di vento negli ultimi km. Mi dispiace per Kung.
Per quanto concerne Filippo dobbiamo ringraziarlo per tutte le soddisfazioni che ci ha dato. Io penso che la prestazione non esaltante di oggi sia dovuta all’eccessiva sudorazione nella competizione; infatti per un terzo ha tenuto poi si è svuotato .
Faccio presente che la sudorazione non è dovuta solo al caldo, ma anche dalla tensione nervosa. Forse per lui queste 3 settimane erano decisive per sapere se rimaneva il n. 1 o no. Comunque il record dell’ora, che molti sottovalutano, è alla sua portata. Per la mia personale opinione il record dell’ora vale più di un tour: perché nel tour dimostri di essere più forte in quell’anno nel record dell’ora dimostri di essere il più forte di tutti i tempi !.
Mi viene in mente il raffronto tra Hinault e Moser; chi è stato il più grande nella storia del ciclismo? Tutti diranno Hinault. Io ho invece ho qualche dubbio perché Moser a livello di completezza è sul livello di Coppi e Merckx in quanto ha vinto corse a tappe (giro), classiche e pista (record dell’ora e mondiali).

Paragoni
18 settembre 2022 12:30 Panassa
Per me è stato più forte e completo hinault di moser. Un grandissimo moser per carità. In certe corse Moser anche meglio di hinault. In altre meglio il francese. M per me è stato più forte hinault

At Italia
18 settembre 2022 12:40 alfiobluesman
Con tutto il rispetto per il record dell'ora, ma penso che qualsiasi grande giro valga di più, a maggior ragione quello di Francia

Bravo Filipoo
18 settembre 2022 12:46 blardone
Non ascoltare questi leoni da tastiera ... tutti pronti w criticare quando non vai e farti i complimenti quando vinci .... stai tranquillo vai avanti così... hai ancora tanto da dare ...forza .Andrea

@italia
18 settembre 2022 13:01 Maurone
paragonare Moser a Coppi e Merckxx non esiste. E per quanto riguarda il Giro che ha vinto, vogliamo andare a vedere il tracciato?

Tempo al tempo
18 settembre 2022 13:11 AleDavoli
A mio avviso bisogna lasciare tranquillo Filippo. Ha già fatto tanto e farà ancora tanto. È ancora molto giovane. Vuole provare il record dell'ora? Ottimo dobbiamo incoraggiarlo. Lo farà il giorno del Lombardia? Perfetto, forse avremo qualcosa per cui gioire. Poi a mio parere dal prossimo anno potrebbe provare a dedicarsi totalmente alla strada, per capire fin dove potrà arrivare.

Si è bruciato completamente al TDF
18 settembre 2022 13:17 insalita
Come ciclista nulla da dire e non si può biasimare tutto quello che ha vinto..... Secondo me non doveva gareggiare al tour.... Aveva bisogno di altre gare con approccio a questi eventi (mondiali e record dell'ora) con maggiori energie..... Sappiamo bene cosa comporta terminare un tour de France, ed in particolare in una squadra come la sua, che punta al podio. Si si può fare ma il passato insegna bene che barrette e gel fanno molto poco........................
Si è completamente bruciato.... X il record dell'ora lascerei stare.... Qualche altra garetta per far girare la gamba ed un paio di settimane alle Maldive.... Al 2023....

Reset
18 settembre 2022 13:38 cocco88
E ora di resettarsi e darsi alle classiche come roubaix giro delle fiandre …. Menare nella mischi dei ventoli … ormai a crono a raggiunto tutti i risultati possibili

Sono d'accordo con Sott1
18 settembre 2022 14:16 Andrella73
la Ineos lo ha spremuto come un limone 🍋. Era il grande favorito e non solo non ha vinto ma non è nemmeno arrivato vicino al podio e questo non può essere solo colpa di stress o sudorazione. Anche all'europeo in linea quando doveva dare la trenata decisiva, si è spostato dopo 50m

precisazioni varie
18 settembre 2022 14:58 italia
Forse non mi sono spiegato bene..
Nel mio post ho detto, ribadisco e confermo che Moser appartiene alla categorie dei corridori SUPERCAMPIONICOMPLETI come lo sono stati pochissimi (cito: Coppi e Merckx); non che è stato forte come questi due o altri; questa appartenenza è motivata dal fatto che ha vinto in tutte le specialità e tipologie di corse della loro epoca di ciclismo.
Anche se il giro vinto non era tecnicamente opinabile, quello che conta è che nell’albo d’oro c’è il suo nome.
L’altro giorno parlavo di questo argomento con un mio amico esperto di ciclismo che diceva che Hinault avrebbe battuto il record dell’ora con una gamba sola; gli ho risposto che ciò era probabile, ma siccome non l’ha provato nella cronologia del record non compare.
Per semplificare il mio concetto pongo l’esempio di Rigoberto Uran che ha vinto 1 tappa in tutte i giri; magari un altro corridore avrà vinto 3 tappe al tour e 2 al giro non appartiene al questo esclusivo club, anche se ha vinto di più! Spero di essermi spiegato bene.
Inoltre faccio notare che Moser è stato 2 (due) volte primatista dell’ora e recordman del mondo mi sembra dei 5-10 e 20 km.

Non è questione di opinioni
18 settembre 2022 15:42 Sandro
Il mondo è bello perché è vario... Dopodiché su alcuni argomenti non è questione di opinioni e Hinault è stato il dominatore della sua epoca come coppi, Merckx, Indurain... Punto.
Che poi il record dell'ora e un giro facciano magicamente di Moser un corridore completo (!) e le montagne di tour e Vuelta (piú tutte le corse più importanti) di Hinault no è un mistero piuttosto difficile da comprendere...
Comunque figo che Ganna ci provi...

Deludenti anche Pogacar ed Evenepoel
18 settembre 2022 15:49 pickett
Ganna è stato troppo imbrodato.Al Giro di 2 anni fa,con il solito sgradevole trionfalismo,i telecronisti RAI dicevano che"faceva un altro sport".Quando invece aveva vinto le due crono del Giro con un vantaggio risicato su Dennis.Rimane comunque uno dei migliori cronomen del mondo,e teniamocelo stretto,visto lo scarsume del nostro ciclismo.

Maurone
18 settembre 2022 16:12 Bicio2702
E se andiamo a vedere il Giro, guardiamo i capelli di Moser tutti rivolti in avanti quando in salita si faceva spingere dall'aria mossa dall'elicottero...

Tutti Fenomeni
18 settembre 2022 17:04 Stef83
Mamma mia, tutti forti o..... Grande Pippo, c'è gente che nn vincerebbe quello che hai vinto te neanche in 200 anni...

Moser hinault ecc
18 settembre 2022 19:15 Panassa
che moser sia stato un grandissimo campione è fuori discussione. Magari avere oggi un moser o un saronni. Però il giro D'ITALIA che vinse a scapito di fignon è vero che fu avvantaggiato in tutti i modi. Però l'ha vinto e conta certamente il suo none nell'albo d'oro. Ma ad esempio al tour de france tra un po' non sanno nemmeno chi è moser. Hinault vinse addirittura in maglia gialla ai campi ELISI impresa praticamente impossibile ormai

Ma per Favore
18 settembre 2022 19:38 Bosc79
Fare paragoni con ciclisti del passato è al quanto fuori luogo per il semplice motivo che il ciclismo è cambiato....... e non voglio entrare nel merito @italia..... Ganna è una risorsa del ns ciclismo, ha fallito un anno, peccato...è giovane si rifarà con gl interessi nelle prossime stagioni!

È di Cipollini
18 settembre 2022 22:31 Robtrav
Il miglior commento che ho sentito su Ganna fatto antecedentemente il mondiale: è tutto l anno che insegue la forma migliore e questa non arriva. Forse meglio staccare anche di testa e ricominciare. Penso anche io si tratti solo di un annata un po meno fortunata dal punto di vists dei risultati ma si saprà rifare. Un plauso a Foss e kuss e una nota di merito ad hayter che senza il salto di catena sarebbe stato lì a giocarsela e chissà non lo faccia nella corsa in linea

@error
18 settembre 2022 22:44 Robtrav
kung no kuss.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È festa grande in casa Salvador e c'è un bellissimo fiocco rosa che annuncia a tutti la nascita di Anastasia, la primogenita dell'ex ciclista Enrico, che ha pedalato fino al 2020, e di Jessica. La piccola e la mamma stanno...


Victor Koretzky trova squadra in extremis e con lui la Bora Hansgrohe completa il suo organico per la prossima stagione. Il 28enne francese, che finora ha ottenuto i suoi più grandi successi nella mountain bike, ha firmato un contratto per...


Un tuffo nelle acque placide di un lago, con una lenta risalita e la sensazione chiara che in quell’attimo, in quel preciso momento, la vita non sarebbe stata più la stessa. Un tuffo nella notte stellata di Ferragosto, nelle acque...


Dal 1° agosto sono ufficialmente aperte le trattative del ciclomercato 2022/23, le squadre sono attive e molti gli affari già annunciati ufficialmente annunciati ed è di questi che teniamo conto nel nostro tabellone, non delle voci o dei "si dice...


Una voce importante si unisce al coro dei ciclisti di ogni livello che chiedono con urgenza una modifica del Codice della Strada e un sistema efficace di piste ciclabili per garantire la massima sicurezza a chi pedala. La voce è...


Scatterà questa sera a Rotterdam l'edizione 2022 della Sei Giorni. Dopo due anni di assenza - l'ultima edizione nel 2020 è stata vinta da Yoeri Havik & Wim Stroetinga - stasera alle 18 ci sarà il colpo di pistola inaugurale...


Le organizzazioni delle gare ciclistiche su strada, il panorama normativo, i rapporti con gli Enti territoriali e le Autorità di Pubblica Sicurezza, gli aspetti di safety e di security, la gestione delle gare sotto il controllo del direttore di corsa...


Giovedì scorso vi abbiamo documentato i Beat Yesterday Awards 2022. Pochi minuti prima che la cerimonia avesse inizio, ci eravamo intrattenuti nello splendido giardino di Villa Necchi Campiglio con Alberto Villata, brand manager di Garmin: qualche rapida battuta sulla ratio...


Le grandi imprese e le sconfitte, le cadute e le risalite: storie di atleti che, in sella a una bicicletta, hanno segnato la storia dello sport, tra emozioni e grandi traguardi. Come mai tante persone seguono e praticano con passione...


In casa Olympia l’evoluzione non si ferma ed F1-X ne è un esempio lampante. La biammortizzata che si è fatta largo nei circuiti XC e Marathon assieme ad atleti come Claudia Peretti, Filippo Fontana e Daniele Braidot torna alla carica mantenendo immutata...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach