TOUR DE SUISSE. BRAND PADRONA DELLA CORSA, CADE A 100 METRI DAL TRAGUARDO FAULKNER

DONNE | 21/06/2022 | 17:20
di Luca Galimberti

La quarta e ultima tappa del Tour de Suisse ha proposto un vero e proprio duello epico, sotto la pioggia, tra  Kristen Faulkner (Team BikeExchange – Jayco) e Lucinda Brand (Trek – Segafredo).  A vincere è stata Lucinda Brand - già vincitrice della tappa di apertura - che ha tagliato il traguardo di Lantsch a braccia alzate. Sfortunata Faulkner scivolata a 100 metri dal traguardo affrontando una curva. La statunitense della Bike Exchange Jayco si rialzata ed è giunta seconda di tappa con 15" di ritardo dalla vincitrice  perdendo però la leadership in generale  Sul podio della frazione di oggi anche Brodie (Chapman FDJ Nouvelle-Aquitaine Futuroscope), quarta posizione per l'italiana Erika Magnaldi.


LA TAPPA – Partita da Coira con 76 atlete rimaste in gara, la frazione di oggi si è accesa attorno al sessantesimo chilometro di gara verso il GPM di Wolfgangpass con uno scatto deciso di Sina Frei (Nazionale Svizzera) a cui ha risposto il gruppo delle migliori atlete in classifica; allo scollinamento Pauliena Rooijakkers (Canyon//SRAM Racing), leader della classifica delle scalatrici, ha anticipato tutte prendendosi altri punti importanti. Al successivo Traguardo Volante, posto dagli organizzatori a Davos, la campionessa del mondo Elisa Balsamo (Trek Segafredo) ha messo nel carniere 3” anticipato Soraya Paladin (Canyon//SRAM Racing) e la leader della generale Kristen Faulkner.


Qualche chilometro più tardi sono uscite dal gruppo quattro atlete: Victorie Guilman (FDJ Nouvelle-Aquitaine Futuroscope), Amber Kraak (Team Jumbo-Visma), Valerie Demey (Liv Racing Xstra) e Alessandra Keller (Nazionale Svizzera), riprese a venti chilometri dalla conclusione.

A 17 chilometri dalla conclusione a portare un attacco deciso sono state Lucinda Brand (Trek – Segafredo) e Jolanda Neff (Nazionale Svizzera), con la Neederlandese di Trek Segafredo – partita da Coira al secondo posto in generale – a spingere con convinzione sui pedali per prendere più margine possibile con Elisa Balsamo a lavorare per stoppare l’inseguimento di Kristen Faulkner.

 Ai piedi della salita finale il vantaggio del tandem Brand – Neff era di 50”. Sul tratto più duro della ascesa Brand ha lasciato sui pedali la campionessa svizzera. La selezione è stata notevole e Kristen Faulkner si posta all'inseguimento della battistrada raggiungendola poco prima del triangolo rosso. Quando la corsa sembrava dovesse decidersi con una volata a due la sfortunata scivolata che ha fatto perdere tempo prezioso alla ciclista si Bike Exchange Jayco.

ORDINE D'ARRIVO

1 BRAND Lucinda Trek - Segafredo 02:52:20

2 FAULKNER Kristen Team BikeExchange - Jayco 00:15

3 CHAPMAN Brodie FDJ Nouvelle-Aquitaine Futuroscope ,,

4 MAGNALDI Erica UAE Team ADQ ,,

5 ROOIJAKKERS Pauliena Canyon//SRAM Racing 00:36

6 KOPPENBURG Clara Cofidis Women Team 00:50

7 MACKAIJ Floortje Team DSM 00:59

8 BARIL Olivia Valcar - Travel & Service 01:25

9 GÅSKJENN Ingvild Team Coop - Hitec Products 01:26

10 NEFF Jolanda Swiss Cycling

CLASSIFICA FINALE

1 BRAND LucindaTrek - Segafredo07:52:46

2 FAULKNER KristenTeam BikeExchange - Jayco00:17

3 ROOIJAKKERS PaulienaCanyon//SRAM Racing01:19

4 CHAPMAN BrodieFDJ Nouvelle-Aquitaine Futuroscope02:39

5 NEFF JolandaSwiss Cycling03:01

6 MACKAIJ FloortjeTeam DSM03:14

7 KOPPENBURG ClaraCofidis Women Team03:18

8 MAGNALDI EricaUAE Team ADQ03:22

9 BARIL Olivia Valcar - Travel & Service 03:44

In aggiornamento

Copyright © TBW
COMMENTI
Faulkner
22 giugno 2022 07:03 GianEnri
A mio avviso Faulkner quando ha ripreso la Brand doveva solo stare a ruota e gestire la situazione in modo diverso. Invece si è messa a spingere forte cercando inutilmente si staccare la Brand la quale intelligentemente ha aspettato gli 400 per saltarla e costringendo la Faulkner a un violento rilancio in curva della Faulkner che ne ha causato la scivolata. O l'ultimo km stava davanti ma senza tirare troppo per fare in modo di fare rientrare le altre inseguitrici e limitandosi solo a controllare la rivale. A mio avviso grave errore tattico.

Alla Brand nel finale bastava battere la Faulkner, senza staccarla...
23 giugno 2022 16:22 IlSacerdote
... per questo la Faulkenr doveva fare la volata e nella foga ha sbagliato la curva. La Brand partiva con 5" di svantaggio ma per il gioco degli abbuoni alla fine ha vinto la tappa con 15" e la generale con 17", il che significa che ha recupaerato alla faulkner 15" sul traguardo più 7" di abbuoni (totale 22", qelli necessari per passare in calssifica da +5" a -17"). Se le due fossero arrivate assieme sul traguardo quindi, ma sempre con la Brand vincitrice di tappa, questa avrebbe comunque recuperato in totale 7" (cioè i 22" che ha recuperato meno i 15" di distacco ottenuti a causa della caduta della Faulkner), sufficenti a sopravanzare la rivale di 2".

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Seconda vittoria stagionale di Luca Cretti. Il bergamasco di Sovere, classe 2001, della formazione Hopplà Petroli Firenze Don Camillo ha colto il successo a Caselle di Sommacampagna, nel Veronese, dove stamane si è disputata la 27sima edizione del Gran Premio...


Daryl Impey correrà nella Israel PremierTech anche nel 2023. Nelle due ultime stagioni il 37enne sudafricano è diventato un vero e proprio cardie della squadra come afferma il Direttore Generale Kjell Carlström.: «Daryl Impey è senza dubbio uno dei corridori...


Jake Stewart, britannico della Groupama FDJ, ha vinto allo sprint la prima tappa del Tour de l'Ain. Sul traguardo della Châtillon-sur-Chalaronne - Val-Revermont di 152 km, , Stewart ha regolato in una volata serratissima il francese Tesson ed il belga...


Inizia sotto il segno degli italiani il Tour of Szeklerland in Romania (classe 2.2). Nicolas Dalla Valle ha vinto infatti la prima tappa Debrecen-Debrecen di 91 chilometri. Il portacolori della Continental Giotti Victoria Savini Due allo sprint ha regolato Daniel...


La valdostana Gaia Tormena, 20 anni, Campionessa del Mondo in carica di eliminator mountain bike, è infallibile anche nelle gare a invito. Infatti l’eclettica ciclo-girl del team Lupi Aosta ha trionfato nel Gran Premio Corratec a Timisoara, in Romania. All’evento...


Dopo Dries De Pooter, Tom Paquot e Laurenz Rex, altre due stelle emergenti del ciclismo belga faranno il loro debutto nel World Tour con Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux la prossima stagione: Rune Herregodts (24 anni) e Arne Marit (23), entrambi attualmente alla...


Protagonista sfortunato di una bruttissima caduta ieri in allenamento, Tiesj Benoot ha inviato un messaggio rassicurante dal suo letto d'ospedale. Il belga della Jumbo Visma scrive: «Prima di tutto, voglio far sapere a tutti che va tutto bene. Ieri sono...


Oggi è il compleanno di due grandi ciclisti veneti: Renato Longo e Davide Rebellin. Renato Longo (di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso) festeggia oggi i suoi primi 85 anni: è stato un grandissimo del ciclocros, cinque volte Campione del...


Tim Wellens ha siglato un accordo biennale per diventare un corridore dell’UAE Team Emirates fino al termine della stagione 2024. Il trentunenne belga di Sint Truiden può fregiarsi di un palmares di altissima caratura, con 34 successi tra i quali...


Bob Jungels, vincitore di una tappa dell'ultimo Tour de France, ha firmato un contratto pluriennale con la Bora Hansgrohe e metterà al servizoo del team tedesco la sua versatilità e la sua esperienza. «Sono entusiasta di correre per BORA -...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach