MONDIALI CICLOCROSS. PIDCOCK: «SO DI AVERE LA MIA GRANDE OCCASIONE»

CICLOCROSS | 30/01/2022 | 08:20
di Francesca Monzone

Il Mondiale di ciclocross è scattato e oggi si saprà chi, nella gara elite, porterà a casa la maglia con l’arcobaleno. Tom Pidcock è il favorito numero uno, grazie anche all’assenza di Wout Van Aert e Mathieu van Der Poel, che sono rimasti a casa in Europa. Per il britannico questa sarà l'ultima gara con il ciclocross e, dopo una breve vacanza con la fidanzata negli USA, rientrerà in Europa per iniziare la stagione su strada.


Il percorso di Fayetteville sembra essere adatto alle sue caratteristiche e il corridore della Ineos Grenadiers cercherà di sfruttare al massimo l’assenza dei suoi avversari per conquistare il titolo.


«Per tutti, questo sarà sempre il Mondiale senza Van Aert e Van der Poel. Ovviamente questo sarà un po' fastidioso per il vincitore. Loro sono i due più grandi in questo sport, ma vedo davvero questo Mondiale come un'opportunità per me, non voglio farmela scappare. Se riuscirò a vincere, avrò raggiunto il mio obiettivo e poi potrò provare a ripetermi nei prossimi anni contro Wout e Mathieu».

Il Covid e la lontananza hanno costretto molti atleti a saltare l’appuntamento iridato a Fayetteville, ma la corsa sarà lo stesso appassionante e Pidcock è certo di poter raggiungere il suo obiettivo. «Il percorso mi piace e dovrebbe andar bene per me. In ogni caso questo tracciato mi si addice meglio di quello dell'anno scorso a Ostenda. Dopo il Mondiale ho in programma una pausa di cinque giorni, ne approfitterò per andare a New York con la mia ragazza e poi andrò al training camp della Ieos Grenadiers per preparare la mia stagione su strada».

Naturalmente il britannico non correrà da solo e come sempre in gara tutto può succedere: senza Van Aert e Van der Poel la corsa sarà più aperta e saranno tanti i corridori che cercheranno di tagliare per primi il traguardo.

«Il Belgio naturalmente rimane la nazione favorita, ma penso che non correranno come squadra e ognuno pedalerà per se stesso. Tutti hanno avuto alti e bassi da Natale fino ad oggi, quindi tutto dipenderà da chi avrà la condizione migliore a Fayetteville. Toon Aerts è stato bravo e anche Iserbyt penso che possa fare molto bene. Sarà una gara aperta, io cercherò la mia occasione e la stessa cosa faranno gli altri».

Copyright © TBW
COMMENTI
Pidcock
30 gennaio 2022 16:59 Woooow
Se non sbaglia o ha guasti tecnici...vince lui...e' un percorso adatto alle sue caratteristiche...ondulato cm una mini classica su terra

IN ASSENZA DEI DUE MOSTRI...
30 gennaio 2022 18:22 stargate
lo vedo anch'io come favorito. Su un percorso del genere, però, adatto a chi ha molta potenza, non vedo male Toon Aerts, inferiore ai migliori sui tracciati molto tecnici. ui, non si sa mai... (Alberto Pionca - Cagliari)

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Marianne Vos inaugura con la vittoria il Tour of Scandinavia per donne elite. La fuori classe olandese allo sprint si aggiudica la prima tappa da Copenhagen a Helsingør di 145 chilometri. Sua maestà Vos (Jumbo Visma) ha regolato la giovanissima...


Seconda vittoria stagionale di Luca Cretti. Il bergamasco di Sovere, classe 2001, della formazione Hopplà Petroli Firenze Don Camillo ha colto il successo a Caselle di Sommacampagna, nel Veronese, dove stamane si è disputata la 27sima edizione del Gran Premio...


Daryl Impey correrà nella Israel PremierTech anche nel 2023. Nelle due ultime stagioni il 37enne sudafricano è diventato un vero e proprio cardie della squadra come afferma il Direttore Generale Kjell Carlström.: «Daryl Impey è senza dubbio uno dei corridori...


Jake Stewart, britannico della Groupama FDJ, ha vinto allo sprint la prima tappa del Tour de l'Ain. Sul traguardo della Châtillon-sur-Chalaronne - Val-Revermont di 152 km, , Stewart ha regolato in una volata serratissima il francese Tesson ed il belga...


Inizia sotto il segno degli italiani il Tour of Szeklerland in Romania (classe 2.2). Nicolas Dalla Valle ha vinto infatti la prima tappa Debrecen-Debrecen di 91 chilometri. Il portacolori della Continental Giotti Victoria Savini Due allo sprint ha regolato Daniel...


La valdostana Gaia Tormena, 20 anni, Campionessa del Mondo in carica di eliminator mountain bike, è infallibile anche nelle gare a invito. Infatti l’eclettica ciclo-girl del team Lupi Aosta ha trionfato nel Gran Premio Corratec a Timisoara, in Romania. All’evento...


Dopo Dries De Pooter, Tom Paquot e Laurenz Rex, altre due stelle emergenti del ciclismo belga faranno il loro debutto nel World Tour con Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux la prossima stagione: Rune Herregodts (24 anni) e Arne Marit (23), entrambi attualmente alla...


Protagonista sfortunato di una bruttissima caduta ieri in allenamento, Tiesj Benoot ha inviato un messaggio rassicurante dal suo letto d'ospedale. Il belga della Jumbo Visma scrive: «Prima di tutto, voglio far sapere a tutti che va tutto bene. Ieri sono...


Oggi è il compleanno di due grandi ciclisti veneti: Renato Longo e Davide Rebellin. Renato Longo (di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso) festeggia oggi i suoi primi 85 anni: è stato un grandissimo del ciclocros, cinque volte Campione del...


Tim Wellens ha siglato un accordo biennale per diventare un corridore dell’UAE Team Emirates fino al termine della stagione 2024. Il trentunenne belga di Sint Truiden può fregiarsi di un palmares di altissima caratura, con 34 successi tra i quali...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach