TARA GINS HA VINTO LA SUA SFIDA: DOPO IL BOICOTTAGGIO PER LE FOTO SEXY, SARA' DIESSE DELLA BINGOAL

DONNE | 30/12/2021 | 12:07
di Francesca Monzone

Tara Gins ha vinto la sua battaglia e, superata la storia di quelle foto un po’ piccanti, ha realizzato il suo sogno diventando direttore sportivo. A partire dal 1 gennaio sarà in ammiraglia, diretore sportivo della Bingoal Casino-Chevalmeire.


«Mi piace correre in bici, ma quando piove e fa freddo sicuramente la macchina è più confortevole...». La ragazza di Sint-Laureins-Berchem ha già maturato una certa esperienza prima con la HUBO e poi nel secondo semestre di quest’anno con la Doltcini-Van Eyck, oltre ad essere stata nel direttivo della S-Bikes Doltcini per due anni. La carriera della trentenne belga adesso ha la sua svolta ed è arrivato quel lavoro che tanto sognava e che le veniva negato per quelle foto in cui aveva era apparsa in atteggiamenti sexy.


«A febbraio inizieremo con la prima corsa a tappe a Valencia e poi proseguiremo con la primavera fiamminga - ha spiegato piena di entusiasmo Tara Gins - quindi finalmente sarò al via del Giro delle Fiandre, un'esperienza che purtroppo non ho potuto vivere come ciclista. La squadra ha grandi ambizioni, con Thalita De Jong e Kelly Druyts abbiamo ottime possibilità. Kelly sta portando a termine la gravidanza, ma vuole rientrare più forte dopo la maternità».

Riguardo alla sua esperienza di discriminazione, la giovane belga non vuole essere additata come punto di riferimento per questioni extrasportive, ma desidera solo andare avanti con la propria vita svolgendo quel lavoro che ha sempre amato e che si è vista togliere nel momento in cui una squadra l’aveva scartata a causa di foto sexy.

«Il fatto che abbia testimoniato su quanto sia stata costretta a subire, per me è stato molto importante, non voglio essere un modello nella lotta al sessismo, ma continuerò a dire la verità».

Tara a gennaio del 2021 aveva raccontato la sua storia, spiegando che le era stata negata la possibilità di lavorare come direttore sportivo da parte di una una squadra belga: la ragazza aveva preso accordi con il team e tutto sembrava procedere bene verso la firma di un contratto. La squadra però iniziò a tirarsi indietro e, dopo le varie richieste di spiegazione da parte della giovane, il team disse di aver visto delle foto in cui la ragazza appariva in pose considerate troppo piccanti. Gins aveva posato per un servizio fotografico apparso nel 2020 su Playboy e per un calendario realizzato da un’azienda privata. La delusione di Tara fu enorme e in un attimo i suoi sogni si sono infranti, ma ha decido subito di reagire, raccontando quanto le era accaduto.

Oggi Tara Gins ha vinto la sua battaglia, non è più l’ex ciclista discriminata per le sue foto sui social ma un direttore sportivo pronta a guidare le sue ragazze verso grandi traguardi.

Copyright © TBW
COMMENTI
Meno male una bella.............
30 dicembre 2021 13:58 insalita
Finché ci sono delle belle ragazze così..... ben vengano!! Altro che "ALTRO" inguardabile......

Ma non scherziamo....
30 dicembre 2021 14:42 frakie
@Insalita: parole sante. Averne......meno ipocriti bigotti più Tara in gruppo.

Ok
30 dicembre 2021 20:27 fido113
Al prossimo arrivo la cercherò per un autografo.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Quando un essere umano arriva a spingere un 64, corona che in serata può tornare buona per servire la pizza a centrotavola, significa che quell'essere umano ha dentro una potenza spaventosa. Ganna più di tutti. La crono di Desenzano, piana...


Filippo GANNA. 10 e lode. Lacrime dolci singhiozzate con pudore. Parole spezzate dall’emozione di tornare a vincere sulle strade del Giro dopo tre anni. L’ultima corsa contro il tempo vinta dal gigante di Vignone era alla Vuelta: 5 settembre dell’anno...


Lacrime e commozione per Filippo Ganna, che al termine della cronometro di Desenzano sul Garda ha finalmente potuto festeggiare la sua vittoria alla corsa rosa. Nella prima cronometro a Perugia, il piemontese era arrivato secondo alle spalle di Pogacar, una...


Tadej Pogacar è soddisfatto della sua prova a cronometro e sapeva perfettamente che Ganna, su un tracciato piatto come quello di Desenzano sul Garda, sarebbe stato il super favorito per la vittoria.  «Sono molto felice di questo risultato, ma la...


E Filippo Ganna finalmente fa festa! Il campione italiano ha vinto la cronometro da Castiglione delle Stiviere a Desenzano del Garda: 35'02" il tempo di Top Ganna sui 31, 2 km del percorso, volati alla media di 53, 435 kmh....


Il norvegese Tord Gudmestad della Uno-X Mobility ha vinto in volata la Veenendaal Classic, disputata in Olanda sulla distanza di 171.8 km. Gudmestad ha preceduto nell’ordine Simon Dehairs della Alpecin-Deceuninck e Dylan Groenewegen del Team Jayco-AlUla. Ai poiedi del podio...


Sam Bennett, irlandese della Decathlon AG2R La Mondiale Team, ha vinto la quinta tappa della 4 Giorni di Dunkerque, la Arques - Cassel di 179.1 km. Per l’iorlandese, che ha preceduto Penhoet e Berfckmoes, si tratat del terzo successo in questa...


Freccia brittannica nella quinta tappa del Tour of Hellas, la Spercheiada - Chalkida di 196, 9 km: ad imporsi è stato infatti Dylan Hicks del Team Saint Piran che ha preceduto in una volata serratissima il polacco Rudyk e il...


Fallito un altro tentativo dei dirigenti Uae di convincere Pogacar a evitare rischi: dopo il colloquio, lo sloveno è sceso a colazione facendo le scale con lo skateboard. La Bora chiarisce che correre con attenzione quando c’è il vento è...


La Team SD Worx-Protime continua a dominare sulle strade della Vuelta a Burgos. la terza tappa - la Duero - Melgar de Fernamental di 122 km - si è conclusa con una volata che ha visto imporsi Lorena Wiebes che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi