IL MEMORIAL CESARINI, LE EMOZIONI E QUEI VALORI DA TRASMETTERE AI PIU' PICCOLI

GIOVANISSIMI | 30/08/2021 | 09:06
Quella che è andata in scena ieri a Spoleto non è stata la "solita" gara per Giovanissimi ma qualcosa di più. È stata la prima edizione del Memorial Francesco Cesarini, una prova dedicata al ricordo di un campione volato via troppo presto, ma i cui valori possono e devono essere trasmessi alle nuove generazioni.
Il perché di questa giornata, i sentimenti che hanno caratterizzato la manifestazione e l'emozione che i presenti hanno provato sono descritti in maniera perfetta in questa riflessione cuhe la figlia di Cesarini, Francesca, ha postato su Facebook e che vi proponiamo. Una riflessioen che non ha bisogno di ulteriori commenti.
 
Non avrei mai immaginato di dover dire Addio così presto alla persona più importante della mia vita. Arrendersi dinanzi alla realtà e ripartire da capo è molto difficile quando si perde la colonna portante della famiglia. E’ stato un padre e un marito onnipresente, era impensabile stare distanti per più di qualche ora. Il nostro punto di forza era la condivisione quotidiana, che non cadeva mai nella routine, ma al contrario incrementava il desiderio di fare ancora di più. Quando ho iniziato ad amare il ciclismo, per vedermi felice, mi accompagnava a vedere le tappe del giro d’Italia e della Tirreno Adriatico e nel 2019 dell’entusiasmante tour de France! Il mio cuore era colmo di gioia, qualche volta ho anche pianto segretamente, poiché attraverso i professionisti odierni potevo rivivere la sua carriera ed ero perfettamente in grado di immaginarlo pedalare “a tutta”, come diceva lui! Camminare al suo fianco era per me motivo di orgoglio, era un po’ come possedere un trofeo e avere la fortuna di esporlo tutti i giorni!
È stato il dilettante più forte al mondo, un corridore eccellente e un gregario indispensabile alla corte dei suoi capitani: cito Saronni, Fondriest, Chioccioli e Cipollini; gli dicevo sempre che il gregario è un ruolo eroico, perché da’ tutto se stesso per la squadra fino all’ultimo metro senza pretendere nulla in cambio; talento, impegno e sacrificio vengono svuotati di personalismi per un obiettivo comune e collettivo. È incredibile come gli insegnamenti che solo il ciclismo può dare, lui li abbia costantemente applicati in famiglia.
Ogni sua azione, ogni gesto, parola o decisone aveva un movente: rendermi/renderci felici. Questo ci insegna che correre in bicicletta non è semplicemente uno sport, ma molto altro! L’opportunità di far conoscere una personalità come la sua ai più giovani è oggi possibile grazie alle persone estremamente capaci che hanno realizzato questo evento curato nei minimi dettagli Unione ciclistica Foligno e BICI CLUB SPOLETO "Castellani Impianti" . Ripartire da qui dove tutto è iniziato, significa portare in auge la fase primordiale della carriera di Francesco e significa altresì trasmettere ai giovanissimi il messaggio, oggi più che mai indispensabile, che mediante il sacrificio, il duro allenamento, la passione, il rispetto si ha la possibilità di crescere e di raggiungere traguardi rilevanti. Grazie a voi organizzatori perché, soprattutto nel ciclismo si tende ad esaltare la vittoria o l’eternabile prestazione, oggi invece si è parlato della prima fase, del prologo della carriera sportiva, quando pochi ti conoscono, ma sei da solo con la tua bici a voler sfidare te stesso e i tuoi limiti, prima che gli altri. Il mio papà è stato un guerriero delle due ruote, un combattente nella vita, vinto solo dal peggiore dei nemici: La malattia. Prima di andarsene, consapevole della gravità del suo stato, ha fatto una richiesta ad alcune persone: “mi raccomando non lasciate sole Donatella e Francesca, noi eravamo una cosa sola e chicca è ancora una bimba, ha bisogno di me”.
Oggi ci siamo sentite un po’ meno sole! È stata una giornata meravigliosa, densa di emozioni e ricca di sorprese. Noi tre Vi ringraziamo dal profondo del cuore! So che il mio papà è felice.
Tutti i bambini (150 iscritti) sono stati semplicemente straordinari.
Grazie Papy ❤️ vivo solo per te. Francesca
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Deceuninck non lascia ma rilancia. Dopo aver annunciato un anno fa che al termine del 2021 avrebbe cessato il suo impegno come primo sponsor del team di Patrick Lefevere, la Deceuninck annuncia oggi il nuovo impegno assunto per il...


E’ stata una serata che non ha lesinato emozioni forti quella che ieri al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto (Tv) ha segnato il ritorno del “Premio Radicchio d’oro” dopo lo stop forzato a causa dell’emergenza Covid. Ad accendere la kermesse...


Alberto Contador è una figura cardine della Eolo Kometa, ma il team manager della squadra, colui che tiene le redini della struttura, è il fratello maggiore Francisco.   Queste sono le impressioni di Fran Contador al termine della prima stagione...


Se fosse per lui sarebbe già in strada a pedalare, ma l’ortopedico non gli ha ancora dato il via libera e il 9 dicembre lo attende una serie di radiografie che potrebbero finalmente liberarlo. Davide Rebellin, classe ’71, da tre...


Settimana ricca di appuntamenti importanti per l'Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani che domani darà il benvenuto ufficiale nella massima categoria ai giovani che affronteranno il grande salto nel 2022 e dopodomani si riunirà in assemblea elettiva. Mercoledì 1° dicembre...


È davvero un grande colpo di mercato quello messo a segno dalla Ceratizit-WNT che si è assicurata la straordinaria campionessa britannica Katie Archibald per le prossime tre stagioni. La 27enne britannico, pluricampionessa olimpica e mondiale in pista, ha firmato...


Domani a Milano, poi giovedì mattina da Malpensa il volo per Nur-Sultan (dal 2019 nuovo nome di Astana, ndr) via Francoforte. Incomincerà così la nuova stagione di Vincenzo Nibali che torna a vestire la maglia dell’Astana Qazaqstan, la casacca celestina...


Ecco la prima maglia indoor del Giro d'Italia, progettata in collaborazione con Technogym e Castelli, che sono entrambi partner anche del Giro d'Italia Virtual. Il Giro d'Italia Virtual è un progetto di indoor cycling sviluppato da RCS Sport in collaborazione...


La Bardiani CSF Faizanè e Briko continueranno a pedalare insieme, direzione stagione 2022. La partnership tra la squadra guidata da Bruno e Roberto Reverberi e Briko, storico brand italiano di attrezzatura e accessori sportivi, del gruppo Basic.Net si...


Si chiama Nixon Rosero, ha 19 anni, e vuole diventare come Carapaz. Ecco il nuovo talento ecuadoriano che secondo gli esperti ha tutte le carte in regola per diventare un buon professionista.Il giovane Rosero ha studiato presso la scuola educativa...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI