POLONIA, LA MAGLIA GIALLA E' FIRMATA DA CARREFOUR

PROFESSIONISTI | 29/04/2021 | 07:30

Una maglia che non è solo una maglia ma il riconoscimento di un obiettivo raggiunto. Tutto parte dalla volontà di rendere immediatamente visibile, agli appassionati, il leader della classifica generale e il giallo è diventato sinonimo, per la maggior parte delle corse, di quello specifico ruolo e responsabilità. Sebbene si dica che il primo a doverla indossare ma ad averla rifiutata, proprio per non attirare troppo l’attenzione dei rivali, fu Philippe Thys nel 1913, di fatto sarà Eugène Christophe a vestirla sei anni dopo, nonostante ritenesse di assomigliare ad un canarino. Sarà quindi il 1919 l’anno del debutto ufficiale della maglia gialla, ancora oggi simbolo universale di leadership, temporanea o definitiva, in una corsa a tappe.

La maglia gialla del Tour de Pologne, UCI World Tour, è sponsorizzata da un notissimo marchio della grande distribuzione, Carrefour e, nello specifico della corsa di ciclismo più importante della Polonia, è la filiale con sede a Varsavia ad essere coinvolta nella straordinaria avventura che lega ormai le due realtà da 5 anni.  
La famosa catena di supermercati si prefigge di promuovere uno stile di vita sano attraverso la manifestazione sportiva coinvolgendo ed invogliando sempre più persone ad adottare semplici e responsabili accorgimenti nella propria quotidianità.
 
‘Per la quinta volta consecutiva, Carrefour è sponsor principale del Tour de Pologne, la più grande corsa ciclistica in questa parte d'Europa. Siamo felici che i migliori ciclisti del mondo gareggeranno nuovamente per conquistare la maglia gialla Carrefour. È anche molto importante che il Tour de Pologne non sia solo la competizione ciclistica UCI World Tour, ma anche un evento che promuove uno stile di vita sano e attivo. Elementi come la salute e l'attività fisica rientrano perfettamente nella strategia di trasformazione nutrizionale che promuoviamo con lo slogan ‘Act For Food’. Il Tour de Pologne di quest'anno sarà un'opportunità per vivere insieme le più grandi emozioni sportive ed evidenziare ulteriormente i preziosi valori che riguardano la salute oltreché sostenere ciò che è locale e caro ai nostri cuori’ - Michał Sacha, membro del consiglio, CMO Carrefour Polska
Per sette giorni Carrefour vestirà il vincitore della classifica generale e condividerà con i migliori corridori della 78a edizione del Tour de Pologne, UCI World Tour, emozioni frutto di preparazione fisica, tattica e spirito di squadra che lo sport sa sicuramente regalare.

Per sette giorni Carrefour vestirà il vincitore della classifica generale e condividerà con i migliori corridori della 78a edizione del Tour de Pologne, UCI World Tour, emozioni frutto di preparazione fisica, tattica e spirito di squadra che lo sport sa sicuramente regalare.

‘Può sembrare retorica ma siamo davvero entusiasti di poter riconfermare Carrefour come partner ufficiale del Tour de Pologne e sponsor della maglia gialla. E’ una dimostrazione di fiducia importante per noi. Sapere che nomi come Carrefour vedono nella nostra organizzazione un valido motivo di investimento ci riempie di orgoglio ed è sicuramente un ulteriore motivo che ci spinge a dare sempre il massimo ad ogni edizione. Poter ripagare i loro investimenti con edizioni degne di una corsa di ciclismo World Tour che da sempre è scenario di interessanti duelli e attrae corridori di fama mondiale, nonché giovani talenti e promesse di questo sport che adoriamo, è un’enorme soddisfazione. ‘ conferma Czeslaw Lang, direttore generale del Tour de Pologne, UCI World Tour.

Una maglia che non è solo una maglia è un concetto che è stato confermato da molti campioni: Dariusz Baranowski, Rafal Majka, Michał Kwiatkowski, Peter Sagan e Czeslaw Lang, tutti assolutamente d'accordo nel dire che è un'emozione indelebile.
 
Dariusz Baranowski (1991, vincitore 92 e 93)
"Ho dei bei ricordi con la maglia di leader del Tour de Pologne. Nel 1993 ho vinto la gara per la terza volta consecutiva e ho conosciuto Agnieszka. Consegnava le maglie ai corridori sul podio e ora è mia moglie. Quindi direi che è un ricordo molto speciale ".
 
Rafał Majka (vincitore 2014)
"Ho vinto il Tour de Pologne lo stesso anno in cui ho suggellato due vittorie di tappa al Tour de France. La sensazione di indossare una maglia gialla sulle strade di casa era qualcosa di speciale, diverso da qualsiasi cosa avessi mai provato".
 
Michał Kwiatkowski (vincitore 2018)
"È incredibilmente speciale gareggiare con la maglia gialla in Polonia e sentire il supporto dei tifosi polacchi. Ho sempre voluto vincere qui, è stato il sogno di un bambino che si avverato".
 
Peter Sagan (vincitore 2011)
'Se non sbaglio - e penso di non sbagliarmi - sono stato il primo slovacco a indossare la maglia gialla del Tour de Pologne. Ero piuttosto giovane, avevo 21 anni, e sicuramente mi ha riempito di gioia: è un grande traguardo nella carriera di un corridore, soprattutto a quell'età. Penso che il giallo sia il colore preferito da molti ciclisti, direi che anche a me sta abbastanza bene (ride) e porto la maglia di leader della Polonia ancora nel cuore.
 
Czesław Lang (vincitore 1980)
"Ricordo il giorno in cui ho indossato questa maglia per la prima volta. Era il luglio 1980 a Polańczyk. Era così speciale, così emozionante e prestigioso per me. La maglia gialla mi ha dato le ali per le tappe successive. Sentivo che avrei potuto fare di più, avevo più energia. Alla fine sono riuscito a vincere la gara".

 



Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È festa grande in casa Salvador e c'è un bellissimo fiocco rosa che annuncia a tutti la nascita di Anastasia, la primogenita dell'ex ciclista Enrico, che ha pedalato fino al 2020, e di Jessica. La piccola e la mamma stanno...


Victor Koretzky trova squadra in extremis e con lui la Bora Hansgrohe completa il suo organico per la prossima stagione. Il 28enne francese, che finora ha ottenuto i suoi più grandi successi nella mountain bike, ha firmato un contratto per...


Un tuffo nelle acque placide di un lago, con una lenta risalita e la sensazione chiara che in quell’attimo, in quel preciso momento, la vita non sarebbe stata più la stessa. Un tuffo nella notte stellata di Ferragosto, nelle acque...


Dal 1° agosto sono ufficialmente aperte le trattative del ciclomercato 2022/23, le squadre sono attive e molti gli affari già annunciati ufficialmente annunciati ed è di questi che teniamo conto nel nostro tabellone, non delle voci o dei "si dice...


Una voce importante si unisce al coro dei ciclisti di ogni livello che chiedono con urgenza una modifica del Codice della Strada e un sistema efficace di piste ciclabili per garantire la massima sicurezza a chi pedala. La voce è...


Scatterà questa sera a Rotterdam l'edizione 2022 della Sei Giorni. Dopo due anni di assenza - l'ultima edizione nel 2020 è stata vinta da Yoeri Havik & Wim Stroetinga - stasera alle 18 ci sarà il colpo di pistola inaugurale...


Le organizzazioni delle gare ciclistiche su strada, il panorama normativo, i rapporti con gli Enti territoriali e le Autorità di Pubblica Sicurezza, gli aspetti di safety e di security, la gestione delle gare sotto il controllo del direttore di corsa...


Giovedì scorso vi abbiamo documentato i Beat Yesterday Awards 2022. Pochi minuti prima che la cerimonia avesse inizio, ci eravamo intrattenuti nello splendido giardino di Villa Necchi Campiglio con Alberto Villata, brand manager di Garmin: qualche rapida battuta sulla ratio...


Le grandi imprese e le sconfitte, le cadute e le risalite: storie di atleti che, in sella a una bicicletta, hanno segnato la storia dello sport, tra emozioni e grandi traguardi. Come mai tante persone seguono e praticano con passione...


In casa Olympia l’evoluzione non si ferma ed F1-X ne è un esempio lampante. La biammortizzata che si è fatta largo nei circuiti XC e Marathon assieme ad atleti come Claudia Peretti, Filippo Fontana e Daniele Braidot torna alla carica mantenendo immutata...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach