LA CURIOSITA'. SAN MARINO, MENO TASSE PER I CAMPIONI

NEWS | 25/01/2021 | 10:02
di Mariagrazia Nicoletti

Il tema è delicato, ma è sicuramente inedito in un periodo in cui l’attenzione è monopolizzata dai problemi del mondo e dall’attesa dei vaccini. Il fatto è che le vicissitudini dei piccoli Stati d’Europa non ci appartengono troppo. Mentre sportivamente li ricordiamo per i Giochi a loro riservati, la cronaca ha sempre preferito i colori e i costumi del Principato di Monaco ai fatti dell’Antica Repubblica di San Marino. Sicuramente alcuni atti di malgoverno del passato hanno contribuito a indebolire l’immagine dello Stato del Titano ma, se il confronto è con altre amministrazioni di piccoli stati, può valere il detto “mal comune è mezzo gaudio”. A San Marino il gaudio non c’è stato per nessuno in realtà, perché il malgoverno e la colpevolezza di pochi hanno impoverito il piccolo paese ed i suoi 33.785 abitanti.


Ma le crisi, continuiamo a ripetercelo, fanno bene. L’Antica Repubblica è stata costretta a prendere atto delle sue bellezze, storiche e naturalistiche e a credere con grande determinazione nello Sport come leva promozionale. Ha anche dovuto, con rinnovate competenze, promulgare leggi idonee a ridisegnarne il futuro.


E’ stata così disciplinata compiutamente, con l’articolo 69 dell’ultima legge di bilancio, la “residenza atipica”. E’ cioè riservato un trattamento fiscale favorevole ai redditi stranieri “importanti” di persone che sceglieranno per la prima volta di risiedere a San Marino, e che dovranno provvedere autonomamente alla propria cura sanitaria. Nel pdf allegato, trovate l'intera legge.

Potrà accadere allora che i 38.682 abitanti del Principato di Monaco o i 77.006 di Andorra si riducano di qualche numero a favore di una crescita della popolazione sanmarinese. Oltre alle aliquote fiscali e ai canoni di affitto, un clima mite, le virtù degli Appennini ed il mare a 20 chilometri, possono essere elementi decisivi della scelta e quindi fattori di rinascita dell’economia del Titano.

I Campioni dello Sport cercano da sempre di tutelare i loro guadagni nel limitato periodo della loro carriera agonistica in cui sono in grado di accumularli. Se in Europa esiste per loro un’ampia offerta di piccole oasi fiscali, non è giusto negare ipocritamente questa possibilità ad una Repubblica che anche durante la pandemia, dopo qualche tentennamento, ha scelto di rispettare le direttive dei decreti legge italiani, a differenza di province autonome del nostro stesso Paese, e certamente rinunciando all’autonomia rivendicata in Europa dai piccoli Principati.

Se i nuovi residenti saranno poi campioni del ciclismo, avranno già un’ambasciatrice ad attenderli sulle due ruote: Daniela Veronesi, cittadina sammarinese. Lei afferma di non pedalare più… non credetele.


Copyright © TBW
COMMENTI
Paradisi fiscali da abolire e non incentivare.
25 gennaio 2021 19:01 comodi70
Fa riflettere che l'articolo indirettamente pubblicizzi una pratica scorretta e di dubbia eticità. I paradisi fiscali vanno aboliti e quei paesi che continuano ad applicarli vanno penalizzati con politiche di embargo economico. Gli atleti che decidono di stabilirsi in quei paesi e prendono la residenza non devono poter indossare la maglia della nazionale di riferimento.

Comodi70
25 gennaio 2021 20:04 Beffa195
Credo che se tu fossi un atleta di alto livello non la penseresti così.secondo me fanno bene visto che possono farlo ...se gli stati non fossero così esosi nel supertassare chi guadagna onestamente il problema non si porrebbe....

Comodi70
25 gennaio 2021 21:21 Finisseur
fanno bene visto che viviamo nella repubblica delle banane.
ps. leggiti nel precedente articolo dove risiede per esempio Gilbert o dove pagano le tasse i vari Messi e Ronaldo

Comodi70 e Beffa195
25 gennaio 2021 23:42 SoCarlo
Fa riflettere il fatto che a difendere l’evasione siano coloro che non ne partecipano. Beffa195 infatti difende coloro che possono, non noi che possiamo... Spero sia ignoranza dei meccanismi di tassazione.
Non una parola riguardo al fatto che la fiscalità e’ alta proprio per l’elevata presenza di evasori sul suolo italico.

Infine una domanda: visto che l’assistenza sanitaria non è inclusa, dove andranno a curarsi i nostri campioni? Gli ospedali più vicini appaiono essere sul suolo italico, sostenuti dai vari Comodi70 (giustamente irato) e Beffa195(probabilmente all’oscuro)

Ipocrisia
26 gennaio 2021 06:12 Randagio
Ma dai non facciamo gli ipocriti!
Ingiusto non è cercare un paradiso fiscale dove GIUSTAMENTE tutelare i propri guadagni,ma pagare tasse esagerate a uno stato come l'Italia dove politici sprecano miliardi dei contribuenti come fossero carta straccia!!!

paradisi fiscali
26 gennaio 2021 07:55 bernacca
anch'io resto basito da un articolo che quasi incita al trasferimento a San Marino! Come ho detto, e questo vale per tutti gli sportivi di tutti gli sport, se c'è un trasferimento solo per questioni fiscali non deve più indossare la bandiera della nazione natia. Punto e stop ! già si pagano troppe tasse per colpa degli evasori

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Quattro mesi dopo la sua ultima corsa sul pavè belga, Julian Alaphilippe torna sulle storiche strade fiamminghe, questa volta non per il Giro delle Fiandre, ma per la 76a edizione della Omloop Het Nieuwsblad, con la mitica combinazione Muur Kapelmuur...


Il Covid colpisce ancora alla vigilia della Het Nieuwsblad: la Israel- Start Up Nation sarà al via senza Guillaume Boivin (nella foto) e Reto Hollenstein. La Sport Vlaanderen-Baloise invece ha sostituito Robbe Ghys con Kenny De Ketele.


Dopo le prime corse in Francia e mentre si chiude l'UAE Tour, scatta oggi la stagione delle classiche belghe. C'è profumo di pavè, di muri, di ciclismo epico anche se mancherà un ingrediente fondamentale come il pubblico. ancora una volta...


Finalmente ci siamo. Sarà la Coppa San Geo, come da tradizione, ad aprire la stagione dilettantistica e tutti gli appassionati potranno seguirla in diretta su tuttobiciweb e sulla piattaforma di PMG Sport. Appuntamento fissato alle 14.50 con le immagini prodotte...


La Alpecin-Fenix ha sciolto le riserve e Mathieu Van der Poel correrà solo domenica la Kuurne-Bruxelles-Kuurne, rinunciando alla Omloop Het Nieuwsblad di oggi. «L'Omloop Het Nieuwsblad è più impegnativa sulla carta, mentre la Kuurne-Brussels-Kuurne si adatta meglio alla sua preparazione...


  Trentuno squadre e 200 dilettanti Under 23 per la prima sfida della stagione, la Firenze-Empoli che da 34 anni apre la stagione dei dilettanti. Si ritroveranno in mattinata sulla meravigliosa “terrazza” del Piazzale Michelangelo a Firenze da dove alle...


È davvero un brutto infortunio quello di cui è stato vittima Florian Stork, giovane emergenet del Team DSM, caduto ieri durante la sesta tappa dell'UAE Tour. Stork si è rotto una rotula e diverse costole: «Le fratture - scrive il...


Sarà chi sa, forse l’effetto della mascherina, ma camminiamo - e non solo metaforicamente - con gli occhi bassi, in questi giorni della merla 2021. Sarà chi sa, ma nel rettangolo del ciclismo che verrà non riusciamo ad inforcare un...


  Sabato in Riviera di Ponente si aprirà la stagione femminile su strada 2021. C’è molto entusiasmo attorno all’organizzazione del neonato Trofeo Città di Ceriale, gara elite che si svolgerà con regia della Loabikers sulla distanza di 98 chilometri (il...


Sarà una corsa, sarà anche come un primo giorno di scuola: dopo i giorni di ritiro nella Comunitat Valenciana, dopo i rinvii e le cancellazioni obbligate dalla situazione sanitaria, dopo i debutti sulle strade spagnole, ecco che si arriva in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155