GIRO U23. RICCIONE ASPETTA LE RUOTE VELOCI. LIVE

DILETTANTI | 30/08/2020 | 07:50
di Giuseppe Figini

Sono sempre le Marche e la provincia di Pesaro Urbino a ospitare il ritrovo e la partenza della seconda tappa nella spettacolare cornice di Gradara, splendido borgo fortificato medievale, inserito nell’elenco dei borghi più belli d’Italia, con la sua storica Rocca Malatestiana e il castello che sorge sulla sommità della collina e la cinta muraria recuperata al suo originale esempio d’architettura medievale grazie a un pregevole intervento di restauro interpretativo realizzato all’inizio del 20^ secolo.


Sorge nell’immediato entroterra della costa settentrionale marchigiana, al confine quasi della riviera romagnola meridionale, in piacevole territorio collinare. Nella rocca è visibile la stanza di Francesca di Polenta – più nota come Francesca da Rimini – dove si consumò il dramma con il cognato-amante, Paolo, ucciso dal marito di Francesca, Gianciotto, con il leggio del celeberrimo libro “galeotto” che leggenda e tradizione collocano qui e quale “cronista” del dramma familiare di sangue e gelosia Dante Alighieri nella Divina Commedia. Diversi sono i motivi di pregio artistico conservati nella rocca mentre nel territorio sono ancora diffuse la tradizionale lavorazione della ceramica e della maiolica. E’ frequentata località di turismo per le molteplici attrattive che Gradara offre in vari settori con le sue specificità.


La maglia rosa, dopo la tappa ianugurale, è sulle spalle dello spagnolo Alejandro Ropero che ieri a Urbino ha vinto la prima tappa e indossato il simbolo del primato.

Per seguire la cronaca diretta della corsa a partire dalle ore 13.50 CLICCA QUI

Subito dopo il km. 0 della tappa che prevede l’arrivo nella non lontana Riccione dopo un ampio giro nell’entroterra, si tocca Pirano, frazione di Tavullia, il cui nome evoca con immediatezza la figura del suo cittadino più celebre, il pilota motociclistico Valentino Rossi (Urbino 1979), tra i più titolati, finora l’unico vincitore del mondiale in quattro differenti classi e personaggio di grande attrattiva anche mediatica. Si entra quindi nel comune di Pesaro, la seconda città delle Marche, con diverse e strutturate attività che abbracciano vari comparti turistici, culturali, industriali e patria di molti personaggi di rilievo in diversi ambiti. Varie tappe della corsa rosa maggiore sono qui terminate: nel 1927 vittoria di Arturo Bresciani, 1949 Adolfo Leoni, 1979 il sudafricano Alan Van Heerden, 1985 Guidone Bontempi “brucia” Stefano Allocchio, e, infine, nel 2019 è il piccolo australiano Caleb Ewan ad anticipare Elia Viviani.

Si prosegue per Montecchio, nel recente costituito comune di Vallefoglia, poi ancora escursione in quello di Tavullia e ancora Gradara e raggiungere così Borgo Massano, nell’ambito territoriale comunale di Montecalvo in Foglia, in piacevole territorio collinare. Si prospetta ancora un breve passaggio nel territorio comunale di Urbino e di Montecalvo in Foglia toccando la sua località di Ca’ Gallo, un’altra volta Urbino e quindi Casinina, frazione del comune sparso di Sassocorvaro Auditore, così come Celletta di Valle Avellana e Mercatale prima di toccare il territorio comunale di Macerata Feltria e quindi Lunano, nell’alta valle del Foglia, con possibilità di passeggiate e pesca sportiva nei laghetti della zona. E’ zona di castagne valorizzate da una frequentata festa autunnale. Da qui la strada inizia a salire, con pendenze abbordabili nel territorio comunale di Pian di Meleto, passando per la sua frazione di Ca’ Oliviero, cui segue il transito da Frontino, comune inserito pure lui fra i borghi più belli d’Italia con storiche costruzioni medievali, nel cuore del Montefeltro. Dopo l’omonimo bivio, si entra nell’ambito territoriale di Carpegna, nome evocatore di vari e rilevanti fatti ciclistici legati a tappe del Giro d’Italia nella prima metà degli anni 1970 e poi luogo d’allenamento e “test” di preparazione per Marco Pantani e il suo gruppo. Sul piano gastronomico è noto il pregiato prosciutto D.O.P. di Carpegna mentre il Palazzo dei Principi di Carpegna, imponente costruzione ispirata alle ville fortificate di matrice fiorentina di fine 1600, è tuttora una struttura abitata, al centro del paese, dai discendenti della millenaria dinastia dei Principi di Carpegna. E’ meta del turismo estivo e invernale con il massiccio del Monte Carpegna che distingue la zona. L’itinerario della corsa interessa la sua frazione di Genghe-Caturchio prima d’approdare nel confinante comune di Pietrarubbia, con diversi reperti di varie epoche, dove è fissato il GPM di 3^ cat. a quota m. 718. Si transita per Montecopiolo, comune, dove terminò nel 2014 la tappa n. 8 del Giro proveniente da Foligno con la vittoria di Diego Ulissi, toccando il bivio per la sua frazione di Villagrande e quindi ancora Macerata Feltria e il comune di Monte Cerignone che annualmente rievoca sue varie tradizioni locali. Avviene quindi il passaggio per Monte Grimano Terme, altro appartenente all’elenco dei borghi più belli d’Italia, con la notevole Torre Civica e poi Mercatino Conca ancora e dove, in questo passaggio, è previsto il traguardo “Intergiro” di giornata.

Da qui l’itinerario si sviluppa nella regione Emilia-Romagna, in provincia di Rimini precisamente, interessando il comune di Montescudo-Monte Colombo con i due caratteristici centri abitati, toccando le sue frazioni di Santa Maria del Piano e Osteria Nuova, in pianura e quindi, dopo il bivio per Morciano di Romagna, affrontare lo strappetto per salire a San Clemente, comune con buona produzione agricola dove spiccano i numerosi vigneti di Sangiovese.

Segue Coriano, popoloso centro a sud di Rimini, al confine con la Repubblica di San Marino, con il noto Ponte di Confine terminato nel 1993, sede di varie e note industrie manifatturiere e con sviluppata agricoltura. Di rilievo è il castello malatestiano, sottoposto in tempi assai recenti, a un ampio restauro. Qui è sempre attuale il ricordo del giovane ma già affermato pilota motociclistico Marco Simoncelli, il popolare “Sic”, nato nel 1987 a Cattolica ma cresciuto a Coriano, perito in un incidente nel G.P. di Malesia, a Sepang, il 23 ottobre 2011, e al quale Coriano ha intitolato il Palazzo dello Sport.

Si presenta un altro passaggio nel territorio di San Clemente prima di entrare in quello di Misano Adriatico, località balneare nota anche per l’autodromo di Santa Monica, ora associato anche al nome di Marco Simoncelli. Si transita per il bivio di Misano Monte e la zona di Villaggio Argentina che immette nel territorio comunale di Riccione, piacevolissimo centro sull’Adriatico dove la bicicletta, nelle sue diverse declinazioni, è tenuta, vissuta e promossa in molteplici modi, in tutte le stagioni, dove è posto il traguardo della seconda tappa e, all’indomani, il ritrovo e la partenza della frazione n. 3.

E questa seconda frazione, per caratteristiche, non dovrebbe sfuggire alle ruote veloci del gruppo.

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Le previsioni meteorologiche annunciamo per mercoledì 8 dicembre una giornata caratterizzata dall’arrivo delle neve a Brinzio, classica località che accoglie ogni anno l’8 dicembre la Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. E’ per questo motivo che gli organizzatori...


Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


Immaginate la scena: è la sera del 22 ottobre, Ashton Lambie ha appena realizzato il suo sogno di vincere il titolo mondiale dell'inseguimento su pista e rientra nel suo albergo a Roubaix. Ha ancora addosso la maglia iridata, deve ancora...


A Vermiglio i cannoni non serviranno e ieri, dopo abbondanti nevicate, è stato ultimato il tracciato della tappa di Coppa del Mondo in Val di Sole che sabato e domenica accoglierà i big del ciclocross. Sarà un circuito di 3...


Prosegue il dibattito sullo stato del ciclismo giovanile. Dopo l’appello e le argomentazioni di Daniele Di Batte relativamente alla categoria Giovanissimi in provincia di Livorno, tuttobiciweb raccoglie ora l’intervento di Roberta Santini, vicepresidente provinciale della Federciclismo labronica che si fa...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI