PRESENTATI A PARMA GLI ITALIANI DI COMPIANO, ULTIMA “TAPPA” DI REBELLIN

PROFESSIONISTI | 10/06/2019 | 18:36
di Guido La Marca

Al Teatro Regio di Parma è stato dato questo pomeriggio il primo colpo di pedale ufficiale dei Campionati Italiani Professionisti che si terranno il 28 (prova a cronometro) e il 30 giugno (strada) a Compiano.


Sotto la regia organizzativa del GS Emilia di Adriano Amici, che affiancherà il “Comitato Promotore Alta Valtaro” e che vede l’impegno di cinque comuni coinvolti (Albareto, Bedonia, Borgo Val di Taro, Compiano e Tornolo), è stato illustrato alla presenza del presidente Renato Di Rocco e di una delle leggende del ciclismo italiano, Vittorio Adorni, il programma tricolore.


La prova a cronometro (venerdì 28 giugno) si disputerà lungo un percorso particolarmente impegnativo con partenza ed arrivo a Bedonia che, nei suoi 34,2 chilometri, toccherà i cinque comuni dell’Alta Valtaro: Albareto, Borgo Val di Taro, Compiano, Tornolo e Bedonia, appunto. A questa prova hanno già dato la loro adesione corridori del calibro di Gianni Moscon, Filippo Ganna, Dario Cataldo e Fabio Felline.

La gara su strada (232 chilometri, domenica 30 giugno) prenderà il via da Borgo Val di Taro e nelle prime fasi di corsa, dopo un primo passaggio sul traguardo di Sugremaro di Compiano, prevede un circuito di 49,6 chilometri che toccherà Bedonia, Tornolo e Albareto con le salite di Ravezza e Folta per poi entrare nelle fasi finali con le dieci tornate del circuito con la salita di Strela, già teatro della sfida tra Francesco Moser e Giuseppe Saronni al campionato italiano del 1981.

Il 30 giugno sarà anche la corsa di addio di Davide Rebellin, professionista dal secolo scorso (1992 con la maglia del GB-MG Boys, ndr), darà il suo addio agonistico dopo 24 anni di agonismo arricchite da tantissime vittorie di prestigio, tra queste un’Amstel Gold Race (2004), tre Freccia Vallone (2004, 2007, 2009), una Liegi (2004), una tappa al Giro d’Italia e un 6° posto nella generale nell’edizione 1996.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Davide contro Golia
10 giugno 2019 19:10 pagnonce
Quanto mi sei piaciuto,eppure tanti non hanno mai avuto parole per te,grande mi inchino e ti auguro oltre ad un d'un finecorsa tanta serenità ,tutta quella che esprime il tuo viso.Ciao campione

Un grande campione
10 giugno 2019 23:22 IngZanatta
Grazie di tutto cuore a Davide per le emozioni che mi ha regalato nella sua lunghissima carriera; le sue vicende hanno chiaramente dimostrato che nel ciclismo esistono due pesi e due misure

Super campione
11 giugno 2019 13:04 TeamCaroli
Non ho mai capito perchè Davide non è stato considerato un campione all'altezza dei più grandi!!!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gino MADER. 10 lode. Vince per sé, per Landa, per una squadra che in questi giorni - e soprattutto oggi - è stata spaziale. Vince perché forse una giustizia divina c’è e non può sempre girare storta. Non c’è sempre...


Salutiamo con adeguata enfasi il ritorno imprevisto e perentorio del Giro Vip. Mi metto io per primo in cima alla lista, la lista di quelli che diffidavano molto su questa edizione particolare, con alcuni nomi bellissimi però tutti reduci da...


Ancora una volta, e non è certo la prima in questo Giro d'Italia, Giulio Ciccone è andato all'attacco: «Oggi è stato un test importante per la mia condizione. Sensazioni più che buone, direi quasi oltre le aspettative, nonostante una giornata...


Se al Team Bahrain Victorius venisse concessa la possibilità di dimenticare, sicuramente sceglierebbe la giornata di ieri. Una tappa terribile la Modena-Cattolica in cui il team bahreinita si è visto sfilare via il capitano designato rimasto vittima di una terribile...


Volata a ranghi compatti nel tradizionale Circuito di Vallonia, in Belgio, e successo di Christophe Laporte. Netta la vittoria del francese della Cofidis che anticipa il connazionale Marc Sarreau (Ag2r Citroen La Mondiale) e il giovane neozelandese Laurent Pithie della...


Sprint vincente del giovane neoprofessionista Jordi Meeus nella seconda tappa del Giro di Ungheria, che oggi si è disputata sulla distanza di 183 chilometri da Balatonfüred a Nagykanizsa. Il belga della Bora Hansgrohe ha regolato un Alberto Dainese (Team DSM)...


Sentendo il nome Attila il richiamo è più che scontato al grande traghettatore degli Unni, dopo tutto le lunghe lezioni di storia ci hanno insegnato ad alzare le antenne all’udire questo nominativo. Mai avremmo immaginato che un Attilla prendesse anche...


Lo hanno fatto capire sin dal mattino, i corridori della Bahrain Victorious, che oggi avrebbero fatto la corsa. In tutti gli attacchi ci sono stati e alla fine sono entrati in due - Gino Mäder e Matej Mohoric - nella...


Ancora un giorno all’attacco al Giro per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli (160 chilometri) con arrivo in salita a mettersi in evidenza, in un’altra giornata di pioggia, è stato Simone Ravanelli. Il corridore bergamasco al chilometro...


Ha rischiato la beffa come alla Parigi-Nizza (quando Roglic lo superò a 50 metri dal traguardo, ndr), ma stavolta Gino Mader ha potuto alzare le braccia al cielo e conquistare la sesta tappa del Giro d'Italia. Finale fantastico di un'altra...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155