LA FAVOLA DI BETTIOL E L'IMPORTANZA DELL'ATTIVITA' GIOVANILE

APPROFONDIMENTI | 08/04/2019 | 14:15
di Giulia De Maio

Gabriele Balducci ha seguito da Under 23 Alberto Bettiol alla Idea Shoes e alla Mastromarco. L'ex pro' toscano, che ha militato nella massima categoria dal 1997 al 2008 e in carriera ha toccato l'apice vincendo una tappa al Giro d'Italia 2007, ammirando il suo pupillo trionfare al Giro delle Fiandre dei professionisti non ha trattenuto l'emozione e sulla sua pagina facebook ha scritto: «Chi mi conosce bene lo sa che non sono solito affidare i miei pensieri e i miei commenti ai social network, ma le emozioni che ho vissuto oggi assistendo alla vittoria di Alberto Bettiol al Fiandre mi impediscono dal trattenermi perché sono troppo forti ed intense. Innanzitutto faccio i miei complimenti ad Alberto che ha dimostrato di essere un professionista serio. Le classiche monumento sono gare che non si vincono per caso. Ora dovrà confermare quello che ha fatto vedere al mondo oggi, ma intanto anche se per un giorno è stato il numero uno, il migliore, il più forte. Ha messo in fila tutti, uomini come Sagan, Van Avermaet, Valverde, in quella che è una delle università del ciclismo, il Fiandre, il tempio dei muri e del pavé». 

E ancora: «Bettiol è tuttora un vero amico oltre ad essere stato un mio corridore. Con me ha fatto tutto il percorso da Under 23 prima in Idea Shoes e poi alla Mastromarco prima di passare tra i professionisti nel World Tour con la Cannondale, squadra di livello, nella quale ha potuto correre e maturare facendo fin da subito un calendario serio accanto a corridori importanti. Questo mi fa pensare che il lavoro che facciamo con i nostri giovani può ancora dare i suoi frutti e ha un senso. Mi va bene tutto, i nuovi progetti delle squadre continental e tutto il resto... Ci mancherebbe, il ciclismo deve evolvere, migliorare sempre e stare al passo con i tempi. Ma migliorare credo voglia dire vedere i giovani che escono dai nostri team Under 23 avere la possibilità di passare tra i prof in squadre importanti per poter poi un giorno cercare di realizzare i logo sogni, dimostrare il loro valore contro i colleghi stranieri, perché anche noi italiani siamo forti come loro e magari un giorno siamo in grado di realizzare un’impresa come quella che ci ha regalato Bettiol oggi. Bravo Alberto, lo dico con il cuore e grazie per l’emozione che mi hai fatto vivere oggi. Ne avevo bisogno. Tutto il movimento italiano ne aveva bisogno. E adesso continua così, ci aspettiamo di vederti ancora in alto».

Dopo le parole, oggi l'emozione più bella. Toccare il premio del vincitore della Ronde, che è già arrivato in Toscana.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
"Maurino" Ortigni
8 aprile 2019 16:21 Melampo
Chissà, se da lassù, "Maurino" Ortigni sarà orgoglioso di quanto ha fatto un "suo" ragazzo ...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Un nuovo incarico attende il presidente della Lega del Ciclismo Professionistico Enzo Ghigo. La Giunta Regionale del Piemonte gli ha affidato questa mattina l'incarico di presidente del Museo del Cinema. Dopo le dimissioni di Sergio Toffetti per la querelle sulla...


La carriera professionistica dei giovani ciclisti italiani più promettenti non poteva iniziare sotto una migliore stella. L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani, in collaborazione con la Federazione Ciclistica Italiana e la Lega Ciclismo Professionistico ha radunato i 23 neoprofessionisti che...


’Quando salgo in bici, ritorno bambino’, confessa Davide Cassani mentre l’affollata sala di Campagnola Emilia in cui si celebrano i vent’anni del Team Sculazzo sprofonda in uno di quei silenzi ricchi di significati che soltanto il grande Martini sapeva generare....


Corsa spettacolo in Martinica con un gruppo di professionisti francesi che ha preso parte alla 17sima edizione della "La Belle Martinique-La Belle Créole" svoltasi a Lamentin. Ad imporsi è stata la stellina transalpina David Gaudu (Groupama FDJ) che ha portato...


Domenica 17 novembre presso l'Auditorium Don Milani-Scuole Medie di Turbigo, con inizio alle ore 10, si terranno le premiazioni annuali del Comitato Provinciale di Milano presieduto da Walter Cozzaglio. Tra i numerosi riconoscimenti "Una vita per il Ciclismo" al presidente...


È ormai diventata un’abitudine: chi partecipa ai criterium asiatici firmati da Aso vive una vigilia particolare, caratterizzata dall’incontro con i tifosi e da quello con le abitudini e le tradizoni locali. Non sono sfuggiti alla regola nemmeno i protagonisti del...


La BORA - hansgrohe completa il proprio organico per la stagione 2020 con l'ingaggio del ventiduenne austriaco Patrick Gamper, che si prepara così a debuttare nel WorldTour.«Confesso che il passaggio al WorldTour è stata una sorpresa fantastica per me, resa...


Tutto cambiato, in testa alla graduatoria della Sei Giorni di Gand e lotta che si fa serratissima con un solo punti a premiare i nuovi leader Ghys e De Ketele rispetto agli olandesi Van Schip e Havik, con i sorprendenti...


  Perché non parlare del ciclismo del futuro? I problemi non mancano ed allora un gruppo di società toscane su imput del dirigente valdarnese Luca Luman ha deciso di costituire su Facebook un gruppo denominato “Idee per il Ciclismo” al...


Il Team Colpack annuncia l’ingaggio del 19enne ceco Karel Vacek che torna a correre in Italia dopo un’anno di esperienza con la Continental americana Axeon guidata da Axel Merckx, ex professionista belga, figlio del Cannibale. Karel è ciclisticamente maturato in...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy