FUNDACION CONTADOR. ALBERTO, IVAN E UN PROGETTO CHE FA SCUOLA

SOCIETA' | 06/12/2018 | 11:42
di Pietro Illarietti

Serata di grande ciclismo, quella di ieri a Milano,dove sono intervenuti due campioni del recente passato: Ivan Basso, Alberto Contador accompagnati da Fran Contador. L’evento è stato organizzato della Camera di Commercio Italo-Spagnola di cui è presidente l'Amministratore Delegato di Verti Italia Enirique Flores-Calderon. In sala anche un altro vincitore di Giro d’Italia, Gianni Motta e Valerio Demolli di Studio Ambrosetti.
 
Si è trattato di un happening di found raising, infatti il trio italo spagnolo ha presentato ad una platea di imprenditori il progetto Fundacion Contador che il 2 gennaio svelerà il nuovo sponsor. In sala sono girati un paio di nomi di compagnie ma per questioni di opportunità è stato chiesto di non divulgarli fino alla data indicata. Nel 2019 Kometa di patron Pedranzini è comunque confermata.


 
L’apertura è toccata a Fran che ha spiegato il progetto sportivo e sociale della Fondazione. La parola è poi passata al duo Basso-Contador e la serata è entrata nel vivo. “Potremmo gestire il nostro post carriera con più tranquillità, invece abbiamo deciso di rimetterci in gioco e restituire parte di quello che il ciclismo ci ha dato. Il nostro è un progetto carico di valori anche al di fuori dello sport con la battaglia di prevenzione per l’ictus celebrale e bicicletas para la vida”.
 
Il pubblico ha particolarmente apprezzato una serie di racconti relativi alla carriera dei due fuoriclasse. Contestualizzando invece al mondo dell’imprenditoria hanno dichiarato. “Si parla sempre di crisi, ma è proprio nei momenti di crisi che ci si deve muovere. Nel ciclismo se il tuo avversario è in crisi devi pedalare più forte per guadagnare vantaggio. La stessa cosa avviene nel business. Alla fine emergono i più bravi”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Ha tagliato per ultimo il traguardo di Toulouse, Giulio Ciccone: sofferente in visto, nella scia di Nizzolo e Langeveld ad oltre 12 minuti da Caleb Ewan. L'abruzzese della Trek Segafredo è rimasto coinvolto nella caduta verificatasi ad una ventina di...


Caleb EWAN. 10. Finalmente il folletto di Sydney. Ci voleva, se lo meritava perché in fin dei conti in più di un occasione era arrivato vicino alla linea del traguardo. Oggi il piccolo velocista australiano corona il sogno e centra...


È mancata ieri notte all'età di 85 anni dopo una lunga malattia la signora Bruna Cassone in Damiani, mamma di Roberto, attuale tecnico della Cofidis, tornato di fretta a casa dalle strade del Tour de France. Domani a Castellanza ore...


Ancora un piazzamento di prestigio per Elia Viviani che oggi, però, non è mai entrato nella sfida per la vittoria di tappa, finendo terzo nella scia di Ewan e Groenewegen. «Qualcosa non ha funzionato nell'impostare l'ultima rotonda, credevamo fosse più...


Decima tappa in linea e decimo vincitore diverso in un Tour de France equilibratissimo per quanto riguarda i velocisti. A Tolosa sorride Caleb Ewan che ha fulminato in un arrivo serratissimo Dylan Groenewegen mentre Elia Viviani ha chiuso al terzo...


Giro della Valle d’Aosta, prima tappa, interamente francese, atto primo. Succede al km 98 di corsa, quando ne mancano 28 all’arrivo, poco prima dell’ingresso in Praz-sur-Arly. A quell’incrocio sono già passati tre fuggitivi (il belga Vansevenant, il francese Chevalier e...


Piccole storie di ordinarie giornate di riposo al Tour. Accade ad Albi, a poche distanza dal Grand Hotel d'Orleans: i corridori chiudono la sgambata con il rituale caffé al bar. Li serve direttamente il proprietario, grande appassionato di ciclismo, che...


Andrea Bagioli, 20 anni, passerà professionista il prossimo anno con la Deceuninck Quick Step. Il valtellinese della Colpack ha dominato quest’anno la Ronde de l'Isard e il Trofeo Città di San Vendemiano.«Sono al settimo cielo, è un sogno che si...


Dopo l'Isola d'Elba, Marco Aurelio Fontana ha conquistato la Val di Pejo. In occasione della tappa della eEnduro, nella quale ha colto un buon 2° posto, il Prorider della Scuderia Fontana è andato alla scoperta di uno dei posti più belli dove girare in...


Un sondaggio da Aigle, un tweet da Copertino, un’inchiesta dalla Gran Bretagna. Sono i tre elementi della svolta tecnologica del ciclismo e del solco sempre più profondo che si va scavando tra le istituzioni e la realtà. Cominciamo dal tweet....


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy