MITCHELTON. MATHEW HAYMAN CHIUDE LA SUA LUNGA CARRIERA

PROFESSIONISTI | 18/09/2018 | 09:29

Mathew Hayman, il re della Parigi-Roubaix 2016, si prepara a chiudere la sua carriera (l'ultima gara sarà il Tour Down Under 2019 sulle strade di casa) e lo fa con una lettera aperta:

È giunto il momento per me di prendere una decisione molto difficile, con la quale ho lottato per mesi, principalmente per la paura di come potrà essere la mia vita senza essere un atleta professionista.

Ho dimenticato da tempo cosa vuol dire non avere un programma di gara. Il ciclismo è stato importantissimo per me ma sempre più spesso l'altra costante onnipresente della mia vita, la mia famiglia, chiede di diventare la mia priorità.

Sono stato fortunato ad aver corso per alcune delle squadre più importanti, sia per il budget che per la forza del gruppo. Ho pedalato con alcuni dei più talentuosi campioni e sono stato circondato da personale che ha una passione per questo sport.

Ci sono troppe persone che meritano i miei ringraziamenti, a loro sono eternamente grato per l’aiuto che ho ricevuto in varie fasi della mia carriera. Citarli non solo richiederebbe troppo tempo, ma significherebbe anche rischiare di ometterne qualcuno. Loro sanno chi sono e li ringrazio.

Ma c'è una persona che deve essere menzionata. Quest'uomo e la sua generosità hanno cambiato lo sport del ciclismo in Australia.

Gerry Ryan e la sua famiglia hanno reso normale il fatto che ci sia una squadra che gli australiani possono applaudire sul palcoscenico mondiale. Ma più di questo, penso che la sua generosità nei confronti dello sport abbia fatto sì che oggi si possano realizzare i sogni di ragazzi e ragazze che sognano di affrontare le più grandi gare del mondo.

Quando sono diventato professionista sognavo di correre per un team australiano ma non avrei mai immaginato che sarebbe accaduto durante la mia carriera. O sono rimasto in questo mondo troppo a lungo, o Gerry è in grado di sognare più di tutti noi. Ti ringrazio a nome della comunità ciclistica australiana.

Ho vinto alcune gare, ho fatto parte di squadre che hanno vinto molto di più, ma sono sicuro che sarò ricordato per una gara in particolare e non potevo pensare ad una gara migliore cui associare il mio nome.

Mi sono innamorato della Roubaix all'inizio della mia carriera e a volte ho sentito che quella gara diventava per me un tormento. Diciassette volte ho corso da Compiègne a Roubaix e ogni volta è stata una giornata fantastica, ma nel 2016 ho sollevato quel sasso (sorprendentemente pesante) sopra la mia testa. È stato il momento più bello della mia carriera sportiva.

Per essere un atleta di alto livello devi essere egoista, guidato, affamato (letteralmente e in senso figurato) e passare la maggior parte della tua vita a riposarti. Non vedo l'ora di restituire qualcosa ai miei più grandi fan, quei figli che non mi vedranno correre ma ai quali non potrebbe importare di meno dei miei risultati: Harper, Noah ed Elodie.

Kym, mia moglie, è sempre stata dietro le quinte, la longevità della mia carriera va attribuita al suo sostegno a me e alla nostra famiglia. Se mi ha insegnato qualcosa in tutti i nostri anni insieme, è che è meglio andarsene partire prima che la festa diventi un mortorio. Ed è quello che ho deciso di fare.


Copyright © TBW
COMMENTI
Hayman
18 settembre 2018 13:39 Introzzi
Un GRANDE, la Roubaix del 2016, uno spettacolo, un umile, complimenti alla carriera!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il team Mg.K-Vis VPM debutta mercoledì 3 marzo nel Trofeo Laigueglia gara di apertura del calendario italiano dei professionisti. La formazione Continental, guidata da Maurizio Frizzo, Floriano Torresi e Diego Cecchi, sarà in gara con sette corridori: Niccolò Salvietti, Raffaele...


Scatta Filippo Pozzato, è irresistibile e imprendibile per Eddy Merckx, Michele Dancelli, Franco Bitossi, Rolf Sorensen, Pierino Gavazzi, Moreno Moser e Francesco Ginanni. Pozzato trionfa. Con tre successi all’attivo “Pippo” Pozzato è il primatista nella storia del Trofeo Laigueglia e...


Per Sonny Colbrelli il primo weekend fiammingo non è andato come sperava, ma i segnali sono buoni ed il lombardo è certo di poter fare meglio nei prossimi appuntamenti. Sabato alla Omloop Het Nieuwsblad, Colbrelli è stato costretto a ritirarsi...


Riparte dal classico Trofeo Laigueglia (Uci 1.Pro) la stagione dell’Androni Giocattoli Sidermec, che aveva debuttato con successo a gennaio in Venezuela.Mercoledì la corsa ligure segnerà l’avvio della stagione italiana. Il team, che storicamente al Laigueglia ha sempre fatto buone cose...


L’atteso ritorno alle corse si svolgerà questo mercoledì 3 marzo con il debutto italiano del team al Trofeo Laigueglia e la gara per ruote veloci in Croazia. Due gare che daranno il...


Andrea Bagioli ha messo il suo sigillo sulla Royal Bernard Drome Classic, corsa di classe 1.Pro che si è disputata attorno alla località di Eurre nel dipartimento della Drôme della regione dell'Alvernia-Rodano-Alpi, in Francia. Il giovane valtellinese della Deceuninck Quick...


Un weekend di corse e un inizio di stagione positivo per il Team Iseo Rime Carnovali Sias. Gli atleti della Continental bresciana hanno partecipato sabato 27 febbraio alla San Geo e alla Firenze Empoli, domenica 28 al G.P. La Torre....


Sarà un mercoledì su due fronti quello della Vini Zabù che sarà impegnata nella prima corsa italiana dell'anno, il Trofeo Laigueglia, e in Croazia per il Trofej Umag. Luca Scinto dirigerà una squadra molto giovane per la corsa ligure, che...


La Trek-Segafredo in poche ore è passata dalle stalle alle stelle grazie a Mads Pedersen, l’ex iridato che con l’aiuto del compagno Jasper Stuyven ha fatto sua la Kuurne-Brussel-Kuurne. L’esordio in Belgio con la Omloop het Nieuwsblad, sabato, non era...


Sono giorni frenetici per Sofia Bertizzolo che è fresca di debutto stagionale con il 21° posto alal Het Nieuwsblad. La ventitreenne veneta, in forza al team Liv Racing e al gruppo sportivo Fiamme Oro, negli scorsi anni ha dimostrato di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155