Tromba d'aria nel bergamasco: i tricolori su pista ricominciano

| 30/08/2007 | 00:00
Un violentissimo temporale, accompagnato da una tromba d’ aria, ha costretto gli organizzatori dei Campionati Italiani Assoluti Pista, in pieno svolgimento al velodromo di Dalmine (Bergamo), ad annullare le prove mattutine, rinviandole al pomeriggio. La terza ed ultima giornata della manifestazione tricolore, infatti, è iniziata questo pomeriggio, alle ore 17.00, e proseguirà sino a notte inoltrata, concludendosi con la spettacolare competizione derny, ovvero dietro moto leggere, che avrebbe dovuto svolgersi, sempre al velodromo di Dalmine lo scorso 21 agosto, ma che fu rinviata per il maltempo. Nel frattempo, dopo il ventiseienne professionista Giario Ermeti (Tenax Menikini), indiscusso mattatore della rassegna tricolore orobica, grazie alla conquista di tre titoli italiani (inseguimento individuale, scratch, inseguimento a squadre), al velodromo di Dalmine si è posto in evidenza un altro professionista: il cremasco Ivan Quaranta (Amore & Vita McDonald’s), vincitore allo sprint di sei tappe al Giro d’Italia (2 nel 1999, 2 nel 2000, 2 nel 2001) e del campione del mondo della velocità juniores ad Atene nel 1992, che è ritornato prepotentemente alla ribalta del successo, vincendo il campionato italiano della velocità a squadre, insieme al piemontese Marco Brossa ed all’esperto spinter umbro Roberto Chiappa. Il trio Quaranta-Brossa-Chiappa ha precedendo il terzetto del Veneto “A”, composto da Martino marcotto, Matteo Busato, Alessandro Bernardini; mentre al 3° posto si è classificato il Veneto “B” con Francesco Kanda, Gianpaolo Biolo ed Alessandro Cantone. Il titolo tricolore della velocità a squadre juniores, invece, è stato vinto dal terzetto del Veneto, composto da Andrea Guardini, Stefano Melegaro ed Elia Viviani, che hanno preceduto il trio del Friuli Venezia Giulia, formato da Silvio Trabucco, Davide Cimolai e Stefano Presiello; mentre al 3° posto si è classificato il terzetto della Lombardia, composto da Daniele Menini, Giacomo Zizzolo, Sonny Colbrelli. In campo femminile, invece, la velocità a squadre donne élite ha registrato il successo di Elisa Frisoni (G. S. Fiamme Azzurre) e della sua compagna di squadra Lisa Gatto, che hanno preceduto Simona Frapporti (Team Valle Sabbia) e Laura Doria (G. S. Verso L’Iride); mentre al 3° posto si sono piazzate Silvia Valsecchi e Monia Bacaille, entrambe portacolori del team lombardo Menikini Selle Italia Gesko. Il titolo italiano velocità a squadre juniores, invece, è stato conquistato dalle lombarde Serena Mensa (Desenzanese Verso L’ Iride) e Marina Grandini (Team Valle Sabbia), mentre al 2° posto si sono classificate altre due atlete lombarde del sodalizio Desenzanese Verso L’Iride: Barbara Guarisci e Federica Primavera, seguite in 3^ posizione dalle venete Roberta Pastorella e Marta Tagliaferro, entrambe del team Breganze Ciclo Club ’96. Sempre per quanto riguarda il settore femminile da segnalare che la favorita friulana Annalisa Cucinotta (S. C. Michela Fanini Record Rox), precedendo la bergamasca Vera Carrara (G. S. Fiamme Azzurre) e la perugina Monia Bacaille (Team Saccarelli Emu Marciano) ha vinto il tricolore scratch donne élite; mentre quello juniores è stato conquistato dalla veneta Marta Tagliaferro (Breganze Ciclo Club ’96), davanti alla lombarda Federica Primavera (Desenszanese Verso L’Iriride) e la corregionale e compagna di squadra Giada Borgato. La spettacolare corsa a punti “open”, riservata a professionisti, élite ed Under 23, ha registrato il successo del veneto Martino Marcotto (U. S. Coppi Gazzera Videa), che, totalizzando 84 punti, ha preceduto l’ emiliano Matteo Montagutti (G. S. Gavardo Tecmor) con 62 ed il corregionale e compagno di squadra Alan Marangoni con 61. Successo di un corridore veneto anche nel campionato italiano corsa a punti juniores, grazie al veronese Luca Chesini (U. S. Ausonia CSI Pescantina), che, dopo un avvincente duello con il friulano Davide Cimolai (Junior Team Friulcasa), è riuscito ad imporsi con un punto di vantaggio. Infatti, il vittorioso Chesini ha totalizzato 25 punti, contro i 24 del secondo classificato Cimolai. Al 3° posto con 20 punti, invece, si è piazzato Giorgio Bocchiolla del team orobico Fratelli Giorni e pupillo dell’imprenditore bergamasco Stefano Civettini, Presidente del G. S. Domus, sodalizio organizzatore della manifestazione tricolore di Dalmine.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Resta in terapia intensiva all'ospedale di Niguarda di Milano e la prognosi resta riservata, ma Johnny Carera, ricoverato a seguito dell’incidente stradale del 26 novembre scorso sull’A4 all'altezza di Agrate, mostra segni evidenti di miglioramento. Attorno al manager di Pogacar...


Il ciclismo lombardo ha festeggiato i suoi grandi attori al Teatro Città di Legnano Talisio Tirinnanzi con una festa in grande stile. Una giornata speciale dedicata ai migliori della stagione 2021 che con i loro risultati hanno esaltato la scuola...


Due italiani esperti come Filippo Fortin e Mauro Finetto continueranno la loro avventura ciclistica con il team Continental tedesco Maloja Pushbikers.Finetto (nella foto) arriva dalla professional francese Delko, mentre Fortin già correva nella categoria Continental con l’austriaca Team Vorarlberg. Con...


Per il 2021 la candidatura della Arkea Samsic per il Giro d'Italia non ebbe successo, ma il team bretone non molla la presa e rilancia la propria richiesta alla RCS Sport. Nessuna dichiarazione ufficiale in proposito, ma le parole di...


Nella sua giovane carriera ha dimostrato di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di bicicletta e terreno ma sabato 11 e domenica 12 dicembre a Vermiglio, in Val di Sole, Thomas Pidcock si troverà di fronte un’ennesima grande sfida: padroneggiare una...


«Abbiamo vinto una bella volata»: è il commento di Elia Viviani quando sa del buon successo ottenuto dalla vendita delle “Stelle di Natale” a sostegno della lotta contro le leucemie. Della Ail - Associazione italiana contro le leucemie - l’olimpionico...


È un ritorno, carico di suggestioni, perchè chi ama il ciclismo non può fare a meno di ricordare la Salvarani, una delle squadre più iconiche della storia del ciclismo. In attività dal 1963 al 1972, la Salvarani Vinse...


Caro Direttore, faccio slancio di diplomazia: lode e applausi, senza ironia, a chi organizza e dirige un Grande Tour. Con tutto quello che il Padreterno ci ha destinato negli ultimi tempi, non può essere che così. Mi permetto di aggiungere,...


Canyon ne è certa,  la nuova Torque non ha confini e può accontentare qualsiasi rider nei bike park di tutto il mondo o competere all’Enduro World Series. Vi sembra poco? Messi da parte il proclami una cosa è certa, gli ingegneri Canyon...


Si è spento Ferruccio Ferro, atleta e direttore sportivo di ciclismo. Era nato il 14 marzo 1952, aveva 69 anni. Abitava a Bertipaglia (Padova) e scoprì da dilettante Matteo Tosatto, il recordmen delle corse a tappe tra i professionisti e...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI