GIRDLESTONE, I FOGLIETTI DI KEAGAN

STORIA | 15/01/2018 | 09:04
Keagan Girdlestone sta tornando. Il corridore sudafricano, che ha seriamente rischiato di perdere la vita in una caduta alla Coppa della Pace nel 2016, si prepara a disputare la New Zealand Classic, la sua prima corsa UCI dopo il terribile incidente.
«Ho già disputato a maggio la Grafton to Inverell, 228 km di corsa in Nuova Zelanda, dove ho scelto di vivere. Ma quella non era una corsa internazionale. Da allora ho cercato di mettere su un po’ di peso, perché ero davvero troppo magro. Così sono passato da 61 a 64 chili. Per il resto, riesco a sviluppare una buona potenza, anche se non ho numeri eccezionali. E di tanto in tanto devo fermarmi per risistemare qualcosa: pochi mesi fa ho lavorato sul diaframma, che era rimasto paralizzato per via della caduta e riduceva la capacità dei miei polmoni a quella di un bambino: mi sdraiavo a terra con un peso di 5 chili sullo stomaco e cercavo di spingerlo in alto respirando. Faticoso, ma è servito».

Non solo ciclismo, comunque per Keagan. «Tre settimane fa ho tenuto la mia prima conferenza motivazionale. Ho semplicemente raccontato la mia storia e vi confesso che mi ha molto stupito scoprire che una persona normale come me ha la possibilità di aiutare gli altri. Ho spiegato semplicemente che per me oggi allenarmi è un privilegio, non un obbligo: così è cambiata la mia mentalità dopo l’incidente».

E per la gara che comincia tra due giorni spiega: «Obiettivi? Ogni corridore sogna di vincere e anch’io lo faccio. Ma so che difficilmente accadrà. Sono realista e quindi mi appunto gli obiettivi su tanti foglietti: man mano che ne raggiungo uno, strappo il foglietto con soddisfazione e passo a quello successivo. Il primo? Finire la corsa in gruppo. E poi ci sarà il finire nella parte anteriore del gruppo, il tentare una fuga, l’entrare nella top ten, il raggiungere la vittoria di una tappa, il conquistare il successo in una corsa a tappe…».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Festival della Arvedi Cycling al tredicesimo Gran Premio d'Autunno trofeo Comune di Acquanegra sul Chiese. Sul traguardo mantovano che ha chiuso la lunga stagione degli Elite ed Under 23 Stefano Moro ha preceduto il compagno di squadra Attilio Viviani in...


Il ligure Francesco Canepa, classe 1997 della Garlaschese ha vinto il 53esimo Trofeo Comune di Ferrera Erbognone ultima gara della stagione su strada dilettanti. Il vincitore allo sprint ha superato il compagno di fuga Davide De Robertis (UC Pregnana). Completa il...


Mario Cipollini è ricoverato in ospedale ad Ancona per problemi cardiaci ed è stato sottoposto ad un doppio intervento di ablazione al cuore per correggere una malformazione congenita: una prima operazione è stata effettuata ieri sera ed una seconda questa...


Un cuore ciclistico, quello del Veneto, che guarda oltre confine e si prepara a conquistare l'Europa ospitando uno degli eventi più attesi dell'intera stagione, vale a dire il campionato europeo di ciclocross che si svolgerà a Silvelle il 9 e...


Il 5 ° Gala di ciclismo UCI si è svolto oggi a Guilin, in Cina, riunendo numerose star del ciclismo su strada professionistico maschile e femminile, tra cui il Campione del mondo Mads Pedersene tanti campioni iridati del paraciclismo su...


  Dmitry Strakhov e Sergey Chernetskiy vestiranno nel 2020 la maglia della Gazprom - RusVelo. Il 24enne Dmitry Strakhov ha già ottenuto quattro vittorie professonistiche nella sua carriera ciclistica e in questa stagione ha gareggiato per il Team Katusha Alpecin,...


Ancora una bella prestazione per il cremasco Jalel Duranti del Team Colpack sulle strade del Giro della Nuova Caledonia, in Oceania. Dopo il successo di sabato scorso, oggi, nella quinta tappa corsa da Touho a Mine du Cap Bocage (Hauailou) di km 95, 5 il...


E' ufficiale: la Named Rocket ha rinnovato il proprio accordo con tutti gli sponsor in essere per la stagione 2020 che la vedrà ancora in gruppo con una formazione della categoria Elite e Under 23. A darne conferma è il...


Egan Bernal si sta rendendo conto di quanto la sua popolarità non abbia confini. Il giovanissimo talento colombiano che quest'anno ha vinto il Tour de France ieri sera è stato protagonista di un quesito di Caduta Libera, il preserale di...


Endurace è fantastica, Endurace è versatile, comoda e veloce. Endurace è una bici strepitosa, etc, …Questi sono alcuni dei commenti riportati da felici possessori di Endurace, ciclisti meno spinti verso agonismo sfrenato, ma atleti di livello che preferiscono pedalare comodi...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy