Basso si fa da parte: «Non posso danneggiare la Discovery»

| 30/04/2007 | 00:00
Dagli Stati Uniti, centro operativo della Discovery Channel, arriva il comunicato stampa con il quale si annuncia che Ivan Basso ha chiesto la rescissione del contratto per potersi difendere meglio e per non danneggiare il team a stelle strisce che è alla ricerca di un nuovo sponsor. Ecco il contenuto integrale del comunicato stampa: «Domenica 29 aprile il membro della Squadra Discovery Channel Pro Cycling Ivan Basso ha chiesto un incontro con il direttore generale Bill Stapleton e il direttore sportivo Johan Bruyneel. All'incontro Basso ha chiesto di essere svincolato dal suo contratto, con effetto immediato, adducendo ragioni personali legate alla recente investigazione aperta dal Comitato olimpico italiano (CONI). Alla fine dell'incontro Bruyneel e Stapleton hanno concesso la richiesta ed hanno compiuto i passi necessari per svincolarlo formalmente dalla Squadra. "E' stata una decisione molto difficile, per me e per la mia famiglia, ma penso che sia stata la cosa migliore per la Squadra. Johan, Bill e i miei compagni di squadra hanno sempre creduto in me e mi hanno mostrato grande rispetto; questa decisione è il mio modo di mostrare loro lo stesso rispetto", ha affermato Basso. "La Squadra sta cercando di trovare un nuovo sponsor e di vincere gare ciclistiche e la mia situazione non aiuta a raggiungere entrambi quegli obiettivi. E' importante che ciascuno sappia che questa è stata una mia esclusiva decisione, al 100%. Nessuno mi ha chiesto di lasciare. Sono grato a tutto lo staff e ai corridori e auguro loro la migliore fortuna". Al principio della scorsa settimana la Tailwind Sports ha richiesto che Basso non gareggiasse fino a che fossero disponibili altre informazioni nell'investigazione del CONI. Basso deve comparire davanti al CONI martedì 2 maggio. "La richiesta di Ivan era inaspettata e lui era molto commosso ma fermo sulla sua decisione di essere svincolato. Gli abbiamo parlato a lungo prima di concedergli questa richiesta. Sebbene sia stato con la nostra Squadra per poco tempo, è stato molto rispettato ed è stato un grande compagno di squadra. Io, con tutta la Squadra, gli auguro ogni bene", ha commentato Johan Bruyneel. La Discovery Channel è senza uno sponsor titolato alla fine del 2007 e il direttore generale della Tailwind Sports è ottimista riguardo il futuro della Squadra anche senza Basso. "Ivan ha rappresentato un forte incremento per la nostra Squadra e sono molto triste nel vederlo andare. Era un capo e ci aspettavamo grandi cose da lui questa stagione, comunque, questa Squadra ha registrato quindici vittorie nel 2007 e nessuna di questa è stata di Ivan Basso. Abbiamo grande profondità e talento tra le nostre file e continueremo a vincere e ad essere competitivi in tutte le gare, compreso il Tour de France" ha osservato il direttore generale Bill Stapleton».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Voce e immagini arrivano via zoom da Gran Canaria e portano nelle sale dell'Hotel Principe di Savoia il volto sorridente e la voce squillante di Pippo Ganna. «Peccato non poter essere con voi stasera, ma Marco Villa ci ha spedito...


Anche il mondo del grande ciclismo internazionale ha voluto essere protagonista nella Notte degli Oscar tuttoBICI. Brent Copeland, general manager del Team BikeExchange, ha voluto premiare in prima persona Cristian Rocchetta, miglior élite della stagione, consegnandogli il Gran Premio Bike...


Elisa Longo Borghini è ormai una presenza abituale alla Notte degli Oscar tuttoBICI e ieri sera ha ritirato ben due riconoscmienti, avendo vinto il Gran Premio Alé tanto nel 202 quanto nel 2021. «La medaglia olimpica di Tokyo è stata...


La campionessa europea e del mondo Lucinda Brand e Toon Aerts brindano al successo nel classico Urban Cross che stamane si è svolto a Kortrijk in Belgio nel contesto della challenge X2O Trofee. Ennesimo trionfo dunque per l'olandese Brand che...


Filippo Baroncini è salto visibilmente emozionato sul palco della Notte degli Oscar per essere premiato da Mauro Gianetti, general manager della UAE Emirates. «Ringrazio tuttoBICI per questo riconoscimento che a va ad arricchire e a chiudere idealmente quella che per...


Sappiamo che la legge lo permette, ma porsi qualche domanda è comunque lecito. Sappiamo che non è questa la sede deputata, che il nostro è un sito di ciclismo, ma il pensiero chiede spazio e merita una riflessione. Il camionista...


Diego Ulissi sale sul palco degli Oscar tuttoBICI con evidente emozione: non è la prima volta, per lui, ma il premio come miglior professionista del 2020 gli dà brividi speciali. «Il 2020 per me è stata un'annata davvero buona, iniziata...


Ho ancora negli occhi i suoi, lucidi e carichi di emozione, per quel raccontare raccontandosi con “Coppiebartali”, tutto attaccato, quasi a sancirne l’impossibilità di parlare di uno senza narrare dell’altro. Una storia di due campioni assoluti, sullo sfondo di un’Italia...


Sonny Colbrelli è lì, in albergo a Udine, pronto al collegamento con la Notte degli Oscar e tiene ben stretto tra le mani l'Oscar tuttoBICI che ha conquistato come miglior professionsita della stagione: «È un premio di cui vado orgogloso....


Cresce il gruppo dei corridori sudamericani alla Drone Hopper Androni Giocattoli. Nel 2022, infatti, nel  team arriveranno tre nuovi giovani corridori colombiani. Si tratta di Didier Merchan, Brandon Rojas e Juan Diego Alba. I tre rappresentano una volta di più la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI