CASSANI «È ANDATA COME AVEVAMO PREVISTO». AUDIO

PROFESSIONISTI | 24/09/2017 | 16:57
Davide Cassani analizza a caldo la gara mondiale e spiega: «Non sono sorpreso, quando ho visto per la prima volta questo percorso ho capito che sarebbe arrivato un gruppo di almeno 30 corridori perché non c'era la possibilità di inventare nulla. Noi siamo stati presenti nel finale come dovevamo essere, con Elia, con Trentin, con Moscon che ha pagato il grande numero che ha dovuto fare per rientrare dopo la caduta. Vi dico che era distante più di un minuto e che c'era già il barrage, ha fatto un capolavoro per rientrare tanto in fretta e alla fine quelle energie sono mancate, Un altro uomo nell'azione di De Marchi? Sarebbe stato sprecato  perché dietro sapevamo che avrebbero tirato come infatti è avvenuto».

Nell'allegato potete ascoltare le dichiarazioni del ct raccolte a Bergen da Danilo Viganò

Copyright © TBW
COMMENTI
francamente
24 settembre 2017 17:38 canepari
In passato ho visto mondiali corsi in maniera peggiore...Se Sagan é un fenomeno non è certo colpa di Cassani. Parlando di singoli, mi ha stupito Bettiol.

Sergio53
24 settembre 2017 18:12 Sergio53
Basta Cassani cercare scuse,bravo Moscon Trentin Bettiol,e anche questo anno niente medaglie ,troppi euforismi ingiustificati pre gara,troppi mini campioni pre gara,Viviani Ulissi dove erano?.

Basta Cassani
24 settembre 2017 18:40 Pop78
Dopo tutto quello che si è letto e sentito in questi giorni adesso Cassani dichiara che già sapeva che non c era la possibilità di inventare nulla. È vero che anche le altre grandi nazionali non hanno praticamente fatto niente e dal punto di vista dello spettacolo per me è stato un mondiale noiosissimo ma sinceramente si poteva correre in modo più aggressivo da parte dei nostri. Bravi Trentin Moscon Bettiol e De Marchi gli altri una continua delusione( Ulissi Colbrelli Viviani e Cassani)

Tutti professori.
24 settembre 2017 19:23 Bastiano
Ma è possibile che anche nel ciclismo ci debba essere l'invasione dei professori del Calcio? Con quale corridore avremmo dovuto vincere questo mondiale? Chi dei nostri è migliore di Sagan? Noi abbiamo corso benissimo e gli altri hanno fatto di tutto per andare ad una volata già persa in partenza, se poi confondiamo il campionato mondiale di ciclismo con un video gioco dove noi telecomandiamo, allora Cassani ha sbagliato.

Basta Cassani
24 settembre 2017 21:05 Fabrifibra
Ma Cassano che sa sempre tutto....sa anche il gesto disonesto con cui Moscon si fa tirare x tornare in gruppo....che Tristezza

Bettol....
24 settembre 2017 21:58 Ponte
Secondo il mio modesto parere se Bettiol si fosse rialzato, quando Trentin aveva perso le ruote dei migliori, avrebbe lasciando il primo ed il secondo sull\'ordine d\'arrivo al vento ed a quel punto forse una medaglia sarebbe arrivata...

Possibile che riesce a vincere sempre da solo?
24 settembre 2017 22:07 insalita
Lui dice che si diverte ad andare in bici.....certamente se sei in forma al 150%!!!??? Non so proprio come riesce ad essere sempre al top... riesce ad azzeccare il momento giusto....ma con la sicurezza della forma fisica eccellente.... Vedremo in futuro.............................................................

Non capisco
25 settembre 2017 06:15 blardone
Come si poteva fare corsa dura quanto in gruppo porti Viviani e colbrelli .sai di perderli non siamo mica alla bermocchi ..... Se si voleva fare corsa dura si portava altri tipo di corridore e con Trentin unico capitano . secondo me

mi meraviglio ..che sia sempre al suo posto
25 settembre 2017 14:52 lupoalberto
obbiettivamente con il materiale ha disposizione grandi velleità non ne potevamo avere , ma solo per il gesto disonesto ( l'ammiraglia lo ha tirato quindi Cassani sapeva) ...meriterebbe di essere fatto fuori ..oltre ad essere scarso come CT ci ha fatto fare anche una ricca figura di M...a indubbiamente non è un caso o solo perchè ci piangiamo addosso dicendo che non abbiamo fenomeni che da quando è alla guida della nazionale non abbiamo vinto una medaglia...se Moscon avesse vinto come la spigavamo???'

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Più che una riflessione, un atto d'amore. Più che un'analisi, un grido disperato. Più che una proposta, una speranza da regalare a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno la passione per la bicicletta e stanno vivendo giornate difficili....


Velocista su strada e pista e ora uomo di clausura. Nella storia recente del ciclismo Mario Traversoni (domenica avrà 48 anni) è il più famoso tra i corridori del Basso Lodigiano. Atleta etichettato “genio e sregolatezza”, abitava a Codogno e...


Mai come in questo periodo l’allenamento tra le quattro mura di casa è stato così centrale nelle chiacchierate via chat o nei post sui social: squat, flessioni, stretching e corse sul tapis roulant. Tuttavia, per ciclisti, biker e triatleti, l’allenamento...


Un progetto che si fa concreto giorno dopo giorno, pur con tutti i punti di domanda che la situazione legata al coronavirus lascia ancora senza risposta: Flanders Classics sta lavorando per organizzare il Giro delle Fiandre sabato 19 settembre. In...


Ci risiamo, fermato da Carabinieri. Tutto filmato. Succede sempre in Trentino dove l'ormai noto Marco Brazzo, in sella alla sua bici, viene invitato ad accostare da una pattuglia. Lui riparte con la solita arringa documentata con smarthphone.  Abbiamo parlato con...


Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le...


La notizia poteva per noi europei anche passare inosservata, perchè postata sui social in polacco, in pratica ad uso della sua nazione Michał Kwiatkowski si conferma ragazzo sensibile e mette a disposizione dei medici e degli infermieri della sua nazione...


Se ne parla ormai da giorni ma l'ipotesi sta prendendo via via maggiore concretezza: il Tour de France sta lavorando ad un rinvio di quattro settimane della corsa. Da sabato 25 luglio a domenica 16 agosto: ecco le nuove date...


Che passioni si coltivano ai tempi del coronavirus? Giacomo Nizzolo ne ha tre: la moda, i motori e... la barba. «A dire la verita - ha spiegato il ciclista della NTT nel corso dell'intervista realizzata per la nuova puntata di...


Tatiana Guderzo è salita in bicicletta anche quest’anno perché aveva un obiettivo da conquistare a tutti i costi: la sua quinta Olimpiade. La campionessa marosticense è fra i pochissimi atleti italiani in attività che possono vantare la partecipazione a quattro...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155