LAMPRE MERIDA. Rui Costa e Modolo pronti al debutto

PROFESSIONISTI | 01/02/2016 | 16:55
La terza edizione del Dubai Tour rappresenterà l'esordio stagionale per due corridori di primo piano dell'organico 2016 della LAMPRE-MERIDA e per altri atleti di sicuro interesse per il team del manager Copeland.

Hanno scelto infatti i percorsi arabi per iniziare l'annata sia Rui Costa che Modolo, due capitani della formazione blu-fucsia-verde: lo sprinter veneto troverà già percorsi adatti alla sua velocità, mentre il campione del mondo di Firenze 2013 riprenderà confidenza con il gruppo con l'intento di impostare una stagione con molti obiettivi di primo livello.

Non solo Rui Costa e Modolo alle "prime" stagionali, ma anche altri 4 atleti: la bandiera Matteo Bono inizierà la sua undicesima annata in blu-fucsia-verde; Conti e Feng proveranno a caratterizzare il loro debutto nel 2016 con un atteggiamento battagliero che li porti a unirsi alle fughe; Petilli vivrà l'emozione della prima gara assoluta nella LAMPRE-MERIDA.

Solo Ferrari e Polanc hanno già corso nel 2016, entrambi nel Tour de San Luis, quindi potranno avere un colpo di pedale ancora efficace dei propri compagni.

La squadra sarà diretta dal duo di tecnici Marzano e Scirea, dal dottor Guardascione, dai meccanici Pengo e Romanò e dai massaggiatori Capelli e Gallivanone.

Rui Costa è contento che sia giunto il momento di attaccare il numero sulla schiena: "Ho lavorato bene durante la stagione invernale, il clima mite mi ha aiutato a svolgere i lavori programmati.
Sono curioso di valutare in corsa le buone sensazioni avvertite durante gli allenamenti: il Dubai Tour è una buona occasione per iniziare a respirare l'atmosfera della competizione, sarà negli Emirati Arabi con l'obiettivo di trovare un buon ritmo di gara, dando una mano anche ai miei compagni in caso di necessità.
Anche nel 2014 iniziai la mia stagione al Dubai Tour, allora si trattava della mia prima gara in maglia iridata: apprezzai il clima soleggiato, ma con temperature non esagerate, spero di trovare le stesse condizioni anche quest'anno per un buon avvio di 2016".

"Tanti corridori al debutto stagionale rappresentano una configurazione interessante per la squadra, perché gli atleti saranno alla ricerca delle prime buone sensazioni su percorsi che consentono di sondare la propria condizione - ha commentato il ds Marco Marzano - Abbiamo le qualità per provare a puntare a un successo di tappa, mentre per la classifica generale saranno fondamentali gli abbuoni e i piazzamenti nelle singole frazioni".

In foto, da sinistra a destra: Bono, Conti, Rui Costa, Modolo, Feng, Polanc e Petilli.



The third edition of the Dubai Tour will be the seasonal debut race for many riders from LAMPRE-MERIDA.

The Arab competition will be the first appointments in 2016 for two top riders of the blue-fuchsia-green roster, namely Rui Costa and Modolo: the Italian sprinter will have the opportunity to check his speed on suitable courses, while the Florence 2013 world champion will test his fit after the winter break.

In LAMPRE-MERIDA's selection there will be also four more cyclists who will race for the first time in this season: Matteo Bono will begin his eleventh year in the team; Conti and Feng will try to start their season by racing with a battling mood and trying to join breakaways; Petilli will debut in blue-fuchsia-green colors.

Polanc and Ferrari have already raced in 2016, having taken part in the Tour de San Luis, so their shape could be already good and could allow them to realize interesting performances.

The team will be directed by Marco Marzano and Mario Scirea, who'll receive the support by the physician Dr Guardascione, by the masseurs Capelli and Gallivanone and by the mechanics Pengo and Romanò.

Rui Costa is happy that he'll soon start the 2016 season: "I began the season here in Dubai in 2014 too, when I made my debut in the rainbow jersey. This race gives me the opportunity to test my fit at an agonistic pace. I'll be happy if my team mates would need my contribution, I'm ready to support them.
The good weahter conditions, even tough not extreme, are perfect for starting a year full of important appointments".

"Many of the cyclists in our team's selection are at their first appearance in a competition in 2016, so it will be interesting to check how they worked during the winter break - sport director Marzano said - We aim to battle for a stage victory and to try to be in the first part of the overall classification, being aware that the time bonuses will be fundamental for being in the head positions".

In photo, from the left to the right: Bono, Conti, Rui Costa, Modolo, Feng, Polanc and Petilli.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Nella sua Slovenia Primoz Roglic viene chiamato l’Aquila di Zasavje mentre Pogacar è soprannominato il Lupo della Gorenjska. L’Aquila il prossimo anno tornerà, questa è una certezza. E tornerà per sfidare il suo avversario e lo farà a partire dal...


Bello? Suggestivo? Affascinante? Scegliete voi l'aggettivo che più vi pice per questa immagine del Burj Khalifa, il grattacielo simbolo degli Emirati Arabi sulla quale stanotte campeggia la foto di Tadej Pogacar in maglia gialla accompagnata dal simbolo del Team UAE...


Mauro Gianetti, Ceo della UAE Emirates, sotto il palco del Tour de France guardava Tadej con il sorriso e gli occhi che brillavano. Gianetti in questa squadra ancora giovane ha avuto un ruolo importante, fin da subito ha creduto in...


È festa grande a Komenda, il paese natale di Tadej Pogacar. Tutti in piazza per celebrare il trionfo del nuovo fenomeno del ciclismo, il suo clamoroso successo al Tour de France. E ad animare la festa, l'allenatore di Tadej, Miha...


Questo non è stato, purtroppo, il Tour di Elia Viviani. Il velocista della Cofidis ha avuto un problema a un piede e nelle poche tappe riservate ai velocisti non è riuscito ad andare oltre un quarto posto. “Siamo finalmente arrivati...


Non è una vendetta, sia chiaro, ma una semplice storia di sport. Il protagonista della storia è Sam Bennett, 30 anni tra un mese, irlandese di Wervik, che ha fortemente voluto andar via dalla Bora Hansgrohe nello scorso inverno perché...


Un lampo verde a Parigi: Sam Bennett trionfa nella tappa conclusiva del Tour de France, 122 km da Mantes la Jolie a Parigi sugli Champs-Elysèes, chiudendo come meglio non avrebbe potuto la sua grande campagna francese. L'irlandese ha battuto l'iridato...


Tadej POGACAR. 10 e lode. Due Grandi Giri, due podi, un terzo alla Vuelta e una maglia gialla sul podio di Parigi. Tre tappe alla Vuelta e una maglia; tre tappe e tre maglie al Tour. Se non è un...


Grande performance del giovane talento Antonio Tiberi nell'internazionale Trofeo città di San Vendemiano-Trofeo Industria e Commercio prestigiosa gara del calendario UCI Europa Tour di classe 1.2MU. Il giovane romano di Gavignano, 19 anni del team Colpack Ballan, si è imposto...


C'è la firma dell'olandese Danny Van Poppel sull'edizione 2020 della Gooikse Pijl. Il portacolori della Circus Wanty Gobert ha vinto allo sprint precedendo nell'ordine Gerben Thijssen della Lotto Soudal e Arvid De Kleijn della Riwal Securitas). ORDINE D'ARRIVO 1. Danny...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155