COLOMBIA. Un Lussemburgo davvero convincente

PROFESSIONISTI | 08/06/2015 | 08:06
Il Team Colombia-Coldeportes ha sfiorato per il secondo giorno di fila il risultato grosso nella quarta e ultima tappa dello Skoda Tour de Luxembourg, Mersch-Lussemburgo di 156 km: il merito è di Leonardo Duque, protagonista con altri cinque atleti della fuga che è arrivata a giocarsi il successo nella frazione conclusiva. Solo il belga Sean De Bie (Lotto-Soudal) è riuscito a mettere la propria ruota davanti a Duque, secondo, mentre al terzo posto si è classificato Bjorn Leukemans (Wanty-Gobert). 

Il tedesco Linus Gerdemann (Cult Energy) ha concluso in gruppo, aggiudicandosi il successo finale. Due atleti del Team Colombia-Coldeportes hanno terminato nelle prime 15 posizioni della classifica generale: Miguel Angel Rubiano, 10° a 1.01, e Fabio Duarte, 11° a 1.04. Per Duarte c’è anche la soddisfazione della maglia di miglior scalatore – la sesta della stagione per il team di Claudio Corti – davanti a Rodolfo Torres, splendido protagonista della terza tappa di sabato 6 Giugno, quando solo cento metri lo hanno tenuto lontano da un meritato successo in solitaria. Il Team Colombia-Coldeportes ha inoltre vinto la classifica generale a squadre.

Nella tappa conclusiva, Duque è andato all’attacco in compagnia di Kenneth van Bilsen (Cofidis), Jimmy Engoulvent (Europcar), Jaco Venter (MTN-Qhubeka), Frédéric Brun (Bretagne-Séché), Simone Antonini (Wanty-Groupe Gobert), Björn Leukemans (Wanty-Groupe Gobert), Olivier Chevalier (Wallonie-Bruxelles), Antoine Demoitié (Wallonie-Bruxelles) e Kristian Haugaard (Leopard), ma il raggruppamento si è poi ridotto a sole sei unità, mentre il gruppo, in assenza di insidie per la classifica generale, si è limitato a controllare, tagliando il traguardo 1.30 dopo lo sprint che ha visto De Bie prevalere su Duque.

Il Team Colombia-Coldeportes ha dato prova di una splendida determinazione allo Skoda Tour de Luxembourg, importante banco di prova per atleti e staff tecnico in vista del lungo avvicinamento alla Vuelta a Espana. “Per due volte abbiamo visto sfumare un successo di tappa negli ultimissimi metri, e penso davvero che lo avremmo meritato” – le parole del DS Valerio Tebaldi. “A parte la prima tappa, nella quale forse dovevamo toglierci di dosso un po’ di ruggine dopo un paio di settimane senza corse, siamo stati protagonisti tutti i giorni: con Rubiano, con Duarte, con Torres, con Duque, e con tutti gli altri che hanno svolto un lavoro encomiabile a supporto dei compagni di squadra. Con questo approccio la vittoria non potrà sfuggirci ancora a lungo.” 

Altre due corse a tappe attendono gli Escarabajos in questo mese di Giugno, entrambe dal 18 al 21 Giugno: il Tour de Slovenie e la Route du Sud, in Francia.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Il Giro d'Italia di "Gambe, la strada è di tutti" continua. Lunedì prossimo la Fondazione Michele Scarponi porterà a Pinerolo (TO) il documentario che racconta, a partire dalla storia di Michele, ucciso nell'aprile del 2017 mentre si stava allenando in...


Continua a essere versato sangue sulle strade del mondo. Continuano a morire ciclisti, spesso giovanissimi. Ieri in Bretagna, a margine del ciclocross organizzato a Pleumeur-Bodou, ha perso la vita un ragazzo di 16 anni. Poco prima delle 15, l'adolescente originario di...


Ragazzi, ci siamo! Abbiamo spento presto la luce ieri sera, chiudendo Katmandu fuori dalle finestre. Ma addormentarsi non è stato facile, adrenalina a mille in corpo, anche se dovrei esserci abituato… Ma è così, ogni vigilia porta emozioni diverse e...


  Il suo nome è Beatrice Roda, ha compiuto quattordici anni lo scorso 4 novembre e nella stagione agonistica che si è conclusa a fine settembre, assieme a Marta Vergobbi e Michelle Di Paolantonio, ha difeso i colori di Bike...


Per quanto riguarda la categoria Allievi gli applausi sono tutti per Edoardo Zamperini. Il veneto della Officine Alberti Val d'Illasi si è imposto nell'Oscar tuttoBICI Gran Premio Nove Colli precedendo nell'ordine il toscano Ludovico Crescioli dell'Uc Empolese e l'altro veneto...


Un po' d'Italia al fianco di Mathieu Van der Poel: il prossimo anno, infatti, la Corendon Circus potrà contare su Kristian Sbaragli. Il toscano, classe 1990, ha firmato infatti un contratto biennale con il team belga, come ha anticipato il...


Tappa Olimpica e pista ciclabile più alta d’Europa. Cosa significa questa frase? In vista delle Olimpiadi del 2026 la Valtellina si prepara ad allestire una tappa del Giro d’Italia affascinante e su un tracciato inedito con possibile arrivo a Livigno....


  Negli ultimi 6 mesi, la tematica relativa alla mobilità sostenibile ha preso sempre più piede nelle città italiane tra decreti approvati, sperimentazioni, limitazioni e sharing. I cittadini italiani stanno rivolgendo grande attenzione verso questa soluzione che permette di non...


  Trecento chilometri, da Piacenza a Rimini, sola andata. La via Emilia, la statale 9, la route 77. Un uomo solo in bicicletta, e c’è da scommetterci, con il cappello. E’ il 1941, piena Seconda guerra mondiale. Giovanni Guareschi cavalca...


Sarà una "proma volta" carica di emoziuone. Scatta stasera la Sei Giorni di Gand e sarà la prima volta senza Patrick Sercu. Il re delle Sei Giorni e per lunghissimi anni organizzatore dell'appuntamento più atteso della stagione belga dei velodromi...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy