RECORD DELL'ORA: nuovo primato di Matthias Brändle a 51,850 km

PROFESSIONISTI | 30/10/2014 | 18:48
Il record dell'ora di Jens Voigt cadrà dopo poco più di un mese? È questo l'obiettivo del 24enne austriaco Matthias Brändle che fra pochi minuti si lancerà nel tentativo sul circuito UCI a Aigle. Il primato è di 51,115km e non sarà per niente facile andare a spodestare il tedesco. Segui la prova in LIVE con noi.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA

18.55 - Tutto pronto per la partenza del di Brandle, che corre con i colori della IAM Cycling e appare tiratissimo e molto emozionato. Tutt'altra scena rispetto a un mese e mezzo fa con un Voigt che sembrava molto più rilassato, quasi in trance.

19.00 - Emozionatissimo, Matthias beve un altro sorso dalla borraccia, l'ultimo ed è pronto a lanciarsi. Partito! Si alza sui pedali e dopo mezzo giro si piazza già in posizione aerodinamica.

19.02 - Al primo rilevamento, con una velocità di circa 48km/h è dietro di un secondo rispetto alla partenza di Voigt. Ma nei giri successivi aumenta sensibilmente la velocità fino a portarla a oltre 50km/h e ora viaggia appena sotto, con un vantaggio di 0.647 secondi.

19.04 - La strategia di Brandle sembra quella di partire subito molto forte. Ora ha due secondi di margine. A scanso di equivoci ricordiamo che l'UCI fornisce rilevamenti in tempo reale che si basano sul tempo in relazione alla distanza dunque non si avrà un confronto basato sui metri quanto, appunto, sui secondi. Il chilometraggio complessivo sarà noto - con precisione - solamente a fine gara.

19.07 - Brandle vola a velocità già elevatissima, si mantiene già ben oltre i 51.5km/h e ai 5400 metri percorsi ha un vantaggio già considerevole di 9 secondi rispetto a Voigt. Il tedesco era stato regolarissimo, mantenendosi sempre poco sotto i 51km/h per poi sparare tutto nel finale.

19.11 - Ed è già arrivato a 15 secondi il vantaggio di Brandle osssia più di un giro virtuale già rifilato a Voigt, la velocità ha superato la barriera dei 52km/h che mai il tedesco aveva sforato. Riuscirà l'austriaco a mantenere questo ritmo tiratissimo?

19.17 - Brandle è nato a Hohenems, vicino alla Svizzera il 7 dicembre 1989 e dunque deve ancora compiere 25 anni. Il suo fisico è possente: 1.89 m per 75 chilogrammi. È attuale campione austriaco a cronometro (titolo vinto anche nel 2009 e 2013) e quest'anno si è imposto per due tappe consecutive al Tour of Britain (5a e 6a) oltre che nel Tour de Berne. Nel 2010 aveva fatto suo anche l'Internationale Raiffeiesen Gran Prix, nel 2012 il Grand Prix de la ville de Zottegem e nel 2013 il Tour du Jura. Insomma, questo record sarebbe senza dubbio la perla più grande della propria carriera.

19.23 - Siamo al 20esimo minuto di gara e il vantaggio di Matthias nei confronti di Voigt non stenta a diminuire, arrivando già a oltre mezzo minuto. Ammesso e non concesso che non continui ad accelerare (ora è a 52.127km/h) si proietta un miglioramento di circa 600 metri del record di Voigt a questo ritmo, dunque circa 51,700 km.

19.32 - Pazzesco signori, dopo 30 minuti di prova, ossia metà della fatica, Brandle ha un vantaggio di ben 54 secondi sul "fantasma" di Voigt, che gli fa da riferimento. Ha accelerato in modo graduale e inesorabile e ora il contachilometri non scende mai sotto i 52km/h.

19.34 - Si avvicinano i 30 chilometri percorsi, ma quando saranno messi in cascina il vantaggio in termini di tempo sarà già oltre il minuto, che è davvero un'infinità in questa prova. Brandle sta pedalando con una Scott Plasma 5 con telaio monoscocca appositamente realizzato per dare il meglio su una pista di 200 metri.

19.45 - I prossimi che tenteranno il record saranno il britannico Alex Dowsett nei prossimi mesi, poi nel 2015 i pezzi da novanta con Bradley Wiggins, Tony Martin e Fabian Cancellara.

19.50 - La velocità di Brandle si è assestata appena sotto i 52km/h e il vantaggio non sale più in modo vertiginoso ma poco alla volta. Al 49esimo minuto di gara si vede la prima flessione per l'austriaco che sta calando il ritmo. Ha da amministrare un minuto e due secondi su Voigt, che però è andato sempre molto più costante sparando per altro tutto nel finale.

19.57 - Cala di metro in metro il vantaggio di Brandle su Voigt. Quando ha percorso 48400 metri siamo però ancora a 54 secondi e se non ha un crollo devastante nei prossimi 3 minuti e mezzo sarà lui il nuovo recordman.

19.59 - Ultimo giro e mezzo di orologio e siamo già a 50400 metri percorsi, sembra ormai praticamente certo che il record sarà infranto.

20.00 - Mancano ancora 45 secondi e il record di Voigt è battuto! Ora vediamo dove fermerà il conto dei metri l'austriaco

20.01 - 51850 metri o se preferite 51,850 km è il risultato finale di Matthias Brandle che spodesta Jens Voigt dal primato dell'ora dopo nemmeno un mese e mezzo!

20.06 - La prova è terminata e anche la nostra diretta, complimenti per Brandle e grazie per essere stati con noi.

Diretta a cura di Diego Barbera


Copyright © TBW
COMMENTI
Bastava poco sig. McQuaid...
31 ottobre 2014 09:27 The rider
...a suscitare o meglio scrivere, RE-suscitare interesse per il record dell'ora, caro sig. INCOMPETENTE Mc Quaid, è bastato fare utilizzare biciclette del 2014 e non del 1970, ma mettendo dei paletti ben precisi ed evitando esasperazioni di sorta.
Se pensiamo che il bello deve ancora venire (massimo rispetto per Voigt e Brandle), nel 2015 ci sarà da divertirsi con i tentativi più interessanti dei sig. Cancellara Wiggo, Tony Martin.
Bravo Mr.Cookson, ci voleva poco....

Pontimau.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il Team DSM ha accettato di rescindere il contratto con Tiesj Benoot. Durante la loro stagione 2021 - scrive il Team DSM in un comunicato ufficiale - è parso evidente che Benoot non era in grado di mantenere i suoi...


Si è chiuso lo stage di 3 giorni di casa Colpack Ballan. La formazione orobica, del Presidente Beppe Colleoni, per il 2022 presenta l'inserimento di 2 nuovi atleti stranieri. Si tratta dell'irlandese Ronan O'Connor e dello spagnolo Ruben Sanchez. Tocca...


Le previsioni meteorologiche annunciamo per mercoledì 8 dicembre una giornata caratterizzata dall’arrivo delle neve a Brinzio, classica località che accoglie ogni anno l’8 dicembre la Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. E’ per questo motivo che gli organizzatori...


Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


Immaginate la scena: è la sera del 22 ottobre, Ashton Lambie ha appena realizzato il suo sogno di vincere il titolo mondiale dell'inseguimento su pista e rientra nel suo albergo a Roubaix. Ha ancora addosso la maglia iridata, deve ancora...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI