L'ACCUSA. Gasparre: «Ho avuto il cancro per colpa del doping»

| 26/11/2012 | 19:10
Colpito da un tumore probabilmente per colpa del doping. E' la vicenda di Graziano Gasparre, ex ciclista professionista 34enne, che da under 23 aveva vinto tutto, dal campionato Europeo su strada al Giro delle Regioni, fino alla Coppa del Mondo.
 Venerdi' scorso Gasparre e' stato operato d'urgenza dal prof. Cesare Ghinelli alla clinica privata Salus di Reggio Emilia per l'asportazione di un cancro alla natica sinistra. L'operazione per adesso sembra essere andata bene e si attende l'esito dell'esame istologico. Momenti che comunque l'ex campione europeo vive con ottimismo e serenita'. ''L'intervento e' andato secondo le aspettative - spiega Gasparre - ringrazio moltissimo mia madre che mi sta vicino in un momento cosi' critico della mia vita e soprattutto ringrazio il professor Ghinelli e la sua equipe medica''.
 Gasparre tuttavia non riesce a darsi pace per quello che sta vivendo ed ha fatto sapere al patron dell'Amore e Vita Ivano Fanini (che lo aveva rilanciato nel 2006 e a cui si e' rimasto legato) che ritiene la causa principale di tutto proprio l'uso del doping. ''Purtroppo se oggi sto attraversando un momento cosi' difficile e' probabilmente per colpa del doping'', ha dichiarato Gasparre a Fanini, che ha reso nota la vicenda. ''Per molti anni ho dovuto adeguarmi al sistema - ha spiegato Gasparre - per mantenere un posto in squadroni blasonati, rovinandomi di conseguenza la salute e non solo. Cio' che sto vivendo e' sicuramente una conseguenza di certi veleni''.
 Gasparre, che per contribuire alla lotta al doping e salvaguardare le nuove generazioni a suo tempo ha collaborato anche con i Nas di Firenze, pubblichera' tutta la sua storia in un libro che verra' scritto da Renzo Bardelli (ex Sindaco di Pistoia ed ex presidente del Gs Bottegone e Micco, squadra dove, tra gli altri, corsero Moser, Cipollini, Bartoli, Petacchi e Di Luca). Un libro che oltre alla particolare storia di Graziano Gasparre parlera' anche di Lance Armstrong.
 Gasparre, nato a Codogno (Lodi), da professionista ha ottenuto un nono posto alla Milano-Sanremo, e successi di tappa in corse come il Tour de l'Avenir, Circuit de Mines, Settimana Lombarda (2 tappe), Coppi e Bartali, Vuelta Extremadura. La carriera l'ha chiusa nel 2009 con Amore & Vita-McDonald's, team con cui ando' al successo al Coppi e Bartali, alla Lombarda ed in Spagna.  (ansa)
Copyright © TBW
COMMENTI
Gusto
26 novembre 2012 20:09 Andy77
Auguri di pronta guarigione all'uomo Graziano Gasparre. Trovo di pessimo gusto personale entrare nella vita privata di questa persona con lo scopo di far parlare di se o ancor peggio con la speranza di vendere qualche copia in più del libro.

Condivido la posizione nei confronti del doping da parte degli interessati ma questo articolo è scadente sotto l'aspetto morale.

Senza offesa ma...
26 novembre 2012 20:14 FrancoBui
Mi sfuggono gli squadroni blasonati in cui questo corridore avrebbe militato.

In bocca al lupo...
26 novembre 2012 20:14 Fra74
..per questa situazione...Forza Graziano...
Francesco Conti - Jesi (AN).

X Andy
26 novembre 2012 20:27 ciba
Concordo pienamente con te.


Blasonati
26 novembre 2012 20:39 gipi66
In tema di squadroni non ha esagerato, ha militato anche in MAPEI. Non credo sia poco!!

26 novembre 2012 20:49 Legend
Devo dire: molto scientifica l'analisi di Gasparre in base alla quale "certi veleni" gli avrebbero fatto venire un cancro.

Squadroni
26 novembre 2012 20:51 LorenzoFiuzzi
Polti e Mapei.
Cosa ti aspettavi? Juve e Milan?

Secondo questa teoria.....
26 novembre 2012 22:01 Monti1970
Amstrong si dovrebbe ammalare nuovamente di cancro. Visto che é guarito dal male e poi(secondo accuse) a fatto largo uso di doping, di dovrebbe nuovamente ammalare... Secondo queste teorie......

Auguro buona guarigione a Gasparre
26 novembre 2012 22:11 Monti1970
Dopo di che dovrebbe ringraziare infinitamente anche il Sig. Amstrong Lance. Grazie ala sua fondazione LIVESTRONG, ha contribuito alla ricerca per guarire dai tumori. Capito????..sig.Fanini e sig. Bardelli? Voi che avete sempre contribuito ha umiliare quel signore?

Ignoranza che si può tagliare con il coltello
26 novembre 2012 22:46 Bartoli64
Ci sono studi (e non semplici teorie) che hanno dimostrato l’incidenza che hanno le sostanze ad azione dopante nell’insorgenza di malattie tumorali.

Bene ha fatto Graziano Gasparre ha lanciare questo suo messaggio, anche a beneficio dei tanti idioti che inneggiano al “doping libero” ed anche a chi, nonstante tutto, crede che il fondare un’associazione benefica possa comunque consentirci di fare ciò che vogliamo e di essere al di sopra di tutto e di tutti.

Ah, dimenticavo, credo per il momento Gasparre sarà maggiormente riconoscente al Sistema Sanitario Nazionale (finanziato con le ns. tasse) più che “Livestrong” che si trova al di là dell’oceano e che, guarda un pò il caso, non ha più Armstrong come suo Presidente.

In ogni caso.... auguri di prontissima guarigione Graziano!

Bartoli64

RISPONDO A FRANCO BUI
26 novembre 2012 23:09 simo89bicisempre
Graziano Gasparre , classe 1978, ha corso per due anni nella Mapei Quick Step (2001-2002) e prima di approdare a squadre di categoria inferiore ha corso altri due anni nella De Nardi partecipando anche al Giro d'Italia (2003-2004)

STORIE INFINITE....I NODI AL PETTINE.....
27 novembre 2012 09:04 renzobarde
Questo povero ciclismo continua, giustamente, a pagare le conseguenze di decenni di doping diffuso e generalizzato. I casi umani si susseguono, indici di una situazione ingestibile ovvero di lacune e di menefreghismi di chi ha le massime responsabilità operative ( CONI, FCI). Il caso Gasparre è l'ennesimo. Certo che ne parlerò in un prossimo libro : dobbiamo contribuire ( QUEI POCHI CHE NON HANNO RESPONSABILITA' DIRETTE E CHE HANNO UNA CONCEZIONE PULITA DELLO SPORT e DELLA VITA)a formare nuove mentalità e ridare al ciclismo quello smalto perduto.Renzo Bardelli- Pistoia

promemoria per franco bui
27 novembre 2012 09:06 cimo
Teams
2000 Polti (Italy) from 01-09 (Trainee)
2001 Mapei - QuickStep (Italy)
2002 Mapei - QuickStep - Latexco (GS3) (Italy)
2003 De Nardi - Colpack (Italy)
2004 De Nardi (Italy)
2006 Amore & Vita - McDonald's (Poland)
2007 Amore & Vita - McDonald's (Poland)
2008 Amore & Vita - McDonald's (Poland)
2009 Amore & Vita - McDonald's (United States of America) until 30-06

xBartoli64
27 novembre 2012 10:05 Stoccolma
Ottimo intervento!!!! Ti ringrazio, credo a nome di altri, a cui cadono le braccia nel leggere certe cazzate!

27 novembre 2012 10:28 elvi
MI SONO STUFATO. Auguro a Gasparre tutto il bene possibile| Possibile che questi uomini maggiorenni e professionisti del ciclismo non conoscono il mondo. OGGI IO PER LAVORARE HO PRESO DUE MEDICINE DOVE SULLA SCATOLA E' SCRITTO DOPING.Per questo non mi sento drogato ne me la prendo con altri. non daro' colpa al ciclismo. Sia uomini o quaraquqqu!!!1!

mah!!!!!!
27 novembre 2012 12:12 ciba
ancora manca l'esito dell'esame istologico che auguro con tutto il cuore a Graziano, risulti NEGATIVO. Vedo però che Falchi e Arpie non hanno perso tempo nel farsi pubblicità, sfruttando un argomento che loro nemmeno immaginano quanto sia delicato. mah!! che pover'uomini ci sono in giro.....

Per il professor Bartoli
27 novembre 2012 13:47 froome
Premesso che è l'ultima volta che commento e leggo il professor Bartoli, laureato con 110 e lode con una tesi sulla supercazzola prematura, mi chiedo come si fa a comparare il S.S.N. con "Livestrong".
Il primo paga delle spese sanitarie, la fondazione devolve i propri introiti alla ricerca sui tumori, ricerca i cui benefici non si fermano solo oltre oceano.
Infine illustre professore, dispensatore di patacche a tutti, ripassi un po' la grammatica italiana, vedo che le h non sono il suo forte.

mille auguri
27 novembre 2012 13:50 AERRE56
mille auguri a gasparre, ma io quando per andare vanti mi sarei "dovuto adeguare" ho preferito andare in officina a piegare lamiere. sig. bardelli, lasci stare l'ennesima storia dell'ennesimo pentimento a posteriori. parliamo di chi ha avuto la forza di mollare prima.

forza gasparre, sbagliare fa parte delle debolezze della vita, pensa a vincere l'unica gara che ha valore.

io

guarda caso Amstrong non è più presidente di livestrong
27 novembre 2012 14:49 Monti1970
ma chi avrà fondato livestrong?

chi parla di ignoranza.....
27 novembre 2012 15:10 Monti1970
si taglia col propio coltello.....vedo con soddisfazione che non sono solo a pensare a queste "teorie"

x renzo barde
27 novembre 2012 16:07 AERRE56
per cortesia, non continuiamo a dare la colpa a tizio a caio, diamola alle nostre teste una buona volta, e non cerchiamo pubblicità a spese degli altri.

auguri a gasparre, non alla sua personale vetrina.




Semplicemente.........
27 novembre 2012 18:00 glennpeter
Tanti Auguri di pronta e rapida guarigione, Graziano!!!!!!!!!

Concordo
27 novembre 2012 19:23 Per89
Tra gli effetti collaterali dei vari farmaci dopanti c'è anche l'insorgenza di tumori, certo che gli effetti collaterali dell'Epo trombosi etc sono diversi da quelli di altri farmaci e non sappiamo di che farmaci abbia fatto uso Gasparre... Credo che Bardelli è stato uno dei pochi che hanno cercato di scoperchiare il sistema con i suoi libri denuncia.. Ripeto quanto già detto forse è perchè sto leggendo il libro di Sandro Donati ma le cose le inizio a guardare in maniera diversa...

Livestrong, ti prego, cura anche Froome (se ci riesci)
27 novembre 2012 20:36 Bartoli64
BRAVO FROOME!!
Sei riuscito a cogliermi in fallo con una h che non centrava nulla.

Per questo, ti meriti il “Mongolino d’Oro” mentre per tua incompetenza totale sulla medicina sportiva (e non solo su quella purtroppo), credo che non ti si possa assegnare alcun premio sul genere di quello sopra e sai perché? Perché tu sei davvero “troppo”!

Quanto al S.S.N. ti posso dire (praticamente per certo) che è stato proprio lui a spesare le spese sanitarie di Gasparre, mentre tu - altrettanto di certo - NON sai se la fondazione “Livestrong” abbia contribuito anche alla ricerca del tipo di malattia oncologica che ha colpito il corridore.

Per questo, bisogna prima ringraziare chi, fattivamente, ti cura, e poi anche gli altri che contribuiscono alla ricerca, tra cui l’italianissima A.I.R.C.; mai sentito parlare? Immagino di no….. come di tante altre cose della tua vita…. purtroppo.

E smettila una buona volta di commentarmi, sarà la decima volta che lo dichiari ma poi sei sempre lì con l’altro beota che ha il nick che finisce per 70! Ma si sa….. la lingua batte dove il dente duole.

Bartoli64

P.S. Capisco che leggere di queste notizie ti possa sconvolgere però, e mi spiace molto dirtelo, la “roba” che ti sei mandato dentro su di te ha già prodotto i suoi devastanti effetti, e neanche il tuo cowboy riuscirà a farti guarire…. rassegnati.

domanda
28 novembre 2012 16:01 galletto
Posso sapere perche i miei commenti non vengono pubblicati?

Per beota64
28 novembre 2012 22:18 Monti1970
Ho tirato in ballo il cowboy perché il sig. Fanini e il sig. Bardelli, lo hanno umiliato profondamente. In realtà é una persona che(al di fuori dello sport) cerca di fare del bene al prossimo,nelle sue possibilità, a differenza delle 2 persone sopra. Tu invece sei incurabile.... In Italia

Monti 1970 : chi parla senza volto, si vergogni, per principio !
29 novembre 2012 10:03 renzobarde
Monti 1970 trancia giudizi su persone come Fanini ed il sottoscritto che parlano alla LUCE DEL SOLE, col loro volto e le loro idee. Il Monti 1970 ,anonimo, senza volto, senza idee, senza credibilità : NON si può dialogare. E le ragioni sono quindi SOLO di chi si esprime alla LUCE DEL SOLE. Renzo Bardelli- Via Sansoni,50- 51100 Pistoia

per Bardelli
29 novembre 2012 15:32 Monti1970
perche? non è forse vero quello che ho detto? la mia identità l'ho già scritta in un altro post quando me lo chiese

1 dicembre 2012 09:33 renzobarde
Dovrei tenere a mente i nomi degli anonimi interlocutori : siete il 95% di questo sito ! Vergognatevi e tacete se non volete avere volto ! Siete dei fantasmi che brancolate nel buio. Renzo Bardelli

Senz'altro il doping fà male
1 dicembre 2012 14:32 Monti1970
Le medicine sono state inventate per i malati e non per migliorare la imprese sportive. Però non credo che il cancro vanga a tutti coloro che hanno preso sostanze dopanti,purtroppo si tratta di sfortuna. Altrimenti tutti coloro che hanno gareggiato,sia prof che dilettanti da metà anni 80 a metà anni 2000 dovrebbero esser tutti malati. Vero Bardelli?

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La seconda giornata del nostro bike tour in Romagna ci ha regalato un incontro a sorpresa davvero speciale. Il menù prevedeva 80 km con 800 mt di dislivello, su e giù per dolci colline fino alla Rocca di Verucchio, tra...


Grande prestazione di Vittoria Bussi alla prima uscita stagionale dopo la lunga pausa. La romana, classe 1987 del team Open Cycling, domina la cronometro di Roveredo di Guà (Verona) per donne elite e juniores, percorrendo i 10 km del tracciato...


Risultato a sorpresa nella terza tappa del Tour de France virtuale: ad imporsi è stato infatti il canadese Matteo Dal Cin della Rally Cycling che ha regolato, al termine di 48 chilometri, Stewart e Scotson. Tagliati fuori sin dalle prime...


Lorenzo Germani ha vinto la cronometro individuale a Roveredo di Guà, nel Veronese. La ripartenza dell'attività agonistica ha portato dunque bene al giovane ciociaro, 18 anni, del team Work Service Romagnano che si è imposto nella prova contro il tempo...


​Una due giorni nerissima per la Vini Zabù - KTM che dopo l'incidente occorso ad Andrea Di Renzo registra la seconda clavicola rotta in meno di 24 ore. Lo sfortunato protagonista è stavolta Edoardo Zardini che si stava allenando sulla...


È Tanja Erath la regina della terza tappa del Tour virtual che si è disputata oggi sulle strade virtuali del Nord Est della Francia. La portacolori della Canyon SRAM Racing ha recgolato allo sprint Chloé Dygert e April Tacey, che...


Il ciclismo italiano scalda i muscoli in vista dell'attesa e ormai imminente ripartenza. Si riparte dall'Emilia-Romagna, dal 17 al 26 luglio 2020, con un appuntamento all'insegna della multidisciplinarietà, con gare su strada, pista, mountain bike, cronometro, per E/Under 23...


A fine aprile ha preso la bici e, senza reclamizzare troppo l’impresa, ha scalato per 50 volte il Muro di Grammont, la mitica salita del Giro delle Fiandre. C’era anche il belga Remco Evenepoel, stella emergente del ciclismo mondiale, nella...


Regna il silenzio, anche lì, anche in “Sport e Salute”, che abbozza, cerca di prenderla con sportività, ma non l’ha prende bene. Nessuna reazione ufficiale, l’avvocato Vito Cozzoli (nella foto con il Ministro Spadafora, ndr), presidente-ad, e i suoi più...


Saranno Tom Dumouli  e Bauke Mollema i capitani della nazionale olandese al campionato del mondo del 27 settembre prossimo. LO ha confermato il selezionatore Koos Moerenhout in una intervista concessa al sito AD. «La mia idea è questa: Dumoulin e...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155