LAMPRE. Il buon bilancio del Tour disegna il futuro del team

| 30/07/2011 | 12:02
 Continuità, spirito di gruppo e voglia di raggiungere gli obiettivi preposti: sono state queste le caratteristiche che hanno contraddistinto il Tour de France della Lampre-ISD. Una Grande Boucle che ha portato alla squadra blu-fucsia come bottino il 7° posto di Damiano Cunego nella classifica generale, i piazzamenti in volata di Alessandro Petacchi (2° nella tappa di Chateauroux e 3° a Montpellier) e il premio della combattività ottenuto da Adriano Malori al termine della lunga fuga nella frazione Dinan-Lisieux.
«A livello tecnico, torniamo dalla Francia con un buon risultato generale - ha commentato Giuseppe Saronni, general manager blu-fucsia - Sottolineerei in primo luogo l'unità mostrata dalla squadra durante la corsa, una intensa coesione verso i traguardi fissati. Bene anche Cunego, miglior italiano in classifica generale, il quale ha ritrovato le giuste sensazioni in un Grande Giro, credenziale che attesta le sue qualità di atleta completo, a suo agio su un livello di primaria importanza in una corsa impegnativa come il Tour de France. Non abbiamo agguantato nessuna tappa, ma siamo stati spesso protagonisti, lavorando giorno per giorno con grande costanza e impegno, portando tra l'altro a una dimensione di rilevanza internazionale un giovane talento come Malori. I risultati del Tour de France ci hanno permesso di assestarci al 5° posto nella classifica Uci delle squadre World Tour: a questo punto della stagione, è un posizionamento di grande valore, che rispecchia una annata interpretata sempre da protagonisti dai nostri corridori e che gratifica il nostro gruppo di lavoro, ponendolo sullo stesso piano, o addirittura sopra, a squadre con dimensioni da colossi ciclistici. Anche la graduatoria dei singoli atleti è di tutto rispetto, con Scarponi 4°, Cunego 15° e Petacchi 51°. Il ringraziamento per i risultati ottenuti va ai nostri sponsor e partner tecnici, impeccabili nell'assecondare ogni nostra necessità».
Archiviato il Tour de France, la Lampre-ISD inizia anche a pensare al futuro: «Siamo impegnati a rafforzare la squadra attorno ai nostri tre capitani Cunego, Petacchi e Scarponi - ha spiegato Saronni - Per fare questo, stiamo seguendo corridori utili per supportare le caratteristiche dei nostri leader. Accogliamo certamente con piacere i messaggi di stima da parte di atleti che vedono i colori blu-fucsia come un interessante approdo professionale, ma il nostro obiettivo è quello di concentrare risorse a sostegno degli atleti di punta già in organico, tra i quali annovererei anche un ciclista in ascesa quale Ulissi e gli altri giovani talenti meritevoli di fiducia».



Team Lampre-ISD ended Tour de France with a good balance: 7th place for Damiano Cunego in the overall standing, 2nd place for Petacchi in the sprint of Chateauroux and 3rd place in the Montpellier stage, fighting rider aeard for Malori thanks to a long breakaway in the Dinan-Lisieux stage.
«On a technical level, we can say that our result in France was good - Giuseppe Saronni, blue-fucsia general manager, said - I'd like to point out that the team showed a strong cohesion and determination to reach the fixed goals. Cunego was the best Italian rider in the overall
standing and he seems to have recovered the proper feelings in a Grand Tour, a characteristic that showed that he's a complete rider and that he could be competitive in a tough race such Tour de France. We didn't win stages, but we ofter were protagonist, focusing our attention on give pur best day by day. These results allowed us to be 5th in the Uci World Tour team classification: this place has a great value for us, since it reflects the very good job performed by our staff. The riders classification too is very positive for us: Scarponi is 4th, Cunego is 15th and Petacchi is 51st. I'd like to thank for these results the sponsors and the technical partners, that are always ready to fulfill our requests».
After Tour de France, for Lampre-ISD it's time to think about future: «We're focusing our attention on how to strenghten the team in order to support in the best way our three captains Cunego, Petacchi and Scarponi - Saronni explained - We're monitoring some riders that could be perfect by our leaders' side. Of course we're glad that some cyclists showed their appreciation for blue-fucsia colors, but our goal is to concentrate our resources in support of our main athletes, among which I'd like also to mention Ulissi and the young guns of our team».
Copyright © TBW
COMMENTI
?!?
30 luglio 2011 15:21 Fra74
Giuseppe Saronni general manager?!? Sarà contento Roberto Damiani...

contentissimo
30 luglio 2011 22:57 drinn
contentissimo. Devo dire che con Saronni sto lavorando molto bene con grande rispetto dei ruoli.
Roberto Dmiani

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Madrid, ore otto di una serata invernale. Nella hall di un hotel vicino all’aeroporto di Barajas, Fabian Cancellara chiacchiera con alcuni membri dello staff della sua Tudor. Uno scambio di saluti si trasforma in un’occasione per scambiare qualche battuta, per...


È passato un anno da quella volata a due tra Demi Vollering e Lotte Kopecky in  Piazza del Campo. È passato un anno e l’olandese e la belga tornano in Italia per battagliare e dare spettacolo assieme alle altre 142...


L’Union Européenne de Cyclisme e il marchio di abbigliamento da ciclismo Alé pedaleranno ancora insieme fino al 2029. Il prolungamento dell’accordo tra la confederazione continentale e il prestigioso brand italiano è stato siglato questa mattina tra il presidente UEC, Enrico Della Casa,...


Red Bull Junior Brothers, il programma globale di talent scouting su strada lanciato da Red Bull in collaborazione con BORA - hansgrohe, annuncia il suo attesissimo ritorno per la stagione 2024. Dopo il successo del suo anno d'esordio, il programma...


È nato poco dopo la mezzanotte all'ospedale di Treviglio Diego, figlio di Marta, seconda genita di Mirella e Adriano Baffi. Il piccolo - 3, 3 kg - sta bene, così come mamma Marta e il papà Cristian Siciliano è chiaramente...


L’offerta proposta da Fizik in questi giorni è davvero interessante e si basa su pacchetti “convenienti” che vi permettono di acquistare in una sola soluzione scarpe, nastro manubrio e sella usufruendo di sconti che arrivano fino al 20%. Se vi fate due conti...


Autonomia, peso ridotto, supporto di potenza completo. Rispetto al passato, i ciclisti di oggi vogliono molto di più dalle loro mountain bike a pedalata assistita e, come spesso succede, il miglior compromesso è non scendere a compromessi. Per ottenere una...


Tutto esaurito a Siena per il weekend di Strade Bianche, la Classica delle crete, che ogni anno incanta il pubblico di tutto il mondo con il suo percorso avvincente, che diventa teatro di guerre spietate combattute a colpi di pedale....


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Da fuori sembra un’immensa astronave adagiata nella pianura di una campagna asciutta e gelida a due pas­si da Bergamo e a uno da Treviglio, sotto un cielo color dell’orzata. È imponente questa struttura che si distende e si estende in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi