IL SINDACO NICOLARDI: “GRAZIE AL CICLISMO RIPARTE IL TURISMO DI RIOLO TERME”

MTB | 16/05/2021 | 07:45

Malgrado il Covid e l’incertezza legata alle regole per gli ingressi sul territorio italiano, sarà un’edizione record per il Rally di Romagna MTB - Gyproc Saint Gobain. La manifestazione di Riolo Terme - in programma dal 29 maggio al 2 giugno - ha infatti raggiunto i 350 iscritti, una sessantina in più rispetto all’ultima edizione, quella del 2019, quando sulla linea di partenza si presentarono 290 bikers.


“E’ un risultato che va oltre le nostre più rosee aspettative - spiegano il direttore generale della rassegna Davide De Palma ed il presidente del Romagna Bike Grandi Eventi Stefano Quarneti - ma questo dato, davvero sorprendente tenuto conto del contesto, dimostra che in questi anni abbiamo lavorato nella direzione giusta e che Riolo Terme, anno dopo anno, si sta sempre più affermando come una delle capitali italiane della mountain-bike”.


E sulla manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione, arriva anche il commento del sindaco di Riolo Terme Alfonso Nicolardi, il primo a credere - da sempre - nelle potenzialità di questa rassegna ciclistica: “Per questa edizione abbiamo messo in campo un’organizzazione particolarmente attenta e capillare - spiega il primo cittadino - l’obiettivo è garantire ai partecipanti i più alti standard di sicurezza, andando anche ben oltre i normali protocolli. Anche se i dati pandemici sembrano in rincuorante miglioramento, assieme agli organizzatori abbiamo voluto costruire il bike-village come una sorta di ‘bolla’ in grado di tutelare l’incolumità degli atleti e di azzerare ogni rischio potenziale di contagio”.

Nicolardi si sofferma in particolare sul record di partenti, un dato che rappresenta non solo la consacrazione di un evento, ma anche e soprattutto la vittoria di un intero territorio: “Questo è un percorso iniziato ormai 12 anni fa - ricorda il sindaco riolese - e questi dati formidabili sono i frutti sacrosanti di un lavoro sempre encomiabile, a tutti i livelli. Una volta, quando si parlava di turismo a Riolo, si pensava solo al termale. Oggi, numeri alla mano, il cicloturismo è diventato un filone strategico per il nostro incoming e sempre più visitatori ci scelgono per la nostra immagine, ormai consolidata, di capitale italiana della mountain-bike. Solo dieci anni fa il cicloturismo da noi era un piccolo lumicino ma, negli anni, si è acceso sempre di più diventando un vero e proprio faro per l’economia locale. Il Rally ha avuto il merito di aprire uno scenario, facendo comprendere alla nostra comunità le enormi potenzialità di questo settore. Sapevamo di avere un territorio vocato alla bicicletta, ma senza figure come Stefano Quarneti e Davide De Palma probabilmente non saremmo mai riusciti a sfruttarne appieno le risorse”.

Il Rally dunque arriva anche nel momento più propizio, quella della faticosa ripartenza del turismo romagnolo: “Con l’emergenza pandemica - conclude Nicolardi - il comparto vacanze ha subìto il colpo più duro dal dopoguerra ad oggi e dunque tante attività hanno bisogno di ripartire. Il Rally è esattamente ciò che ci voleva in questo momento perché, dopo tanti mesi, porterà nuovamente tanta gente a Riolo Terme consolidando un modello turistico su cui, anche come amministrazione, punteremo sempre di più”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Continua il momento magico di Lorenzo Fortunato. Il 16° posto finale al Giro d'Italia e il trionfo sullo Zoncolan non sono stati frutto del caso e sul Monte Grappa il giovane portacolori della Eolo-Kometa lo ha dimostrato ampiamente. Il bolognese...


È cominciata ufficialmente la settimana che assegna i titoli nazionali nella gran parte dei Paesi. E come sempre sono le cronometro ad aprire i giochi.Tornato alle corse la settimana scorsa dopo una pausa di riflessione, Tom Dumoulin ritrova in fretta ...


Quest'oggi si è alzato il sipario sul primo percorso regionale permanente in Italia dedicato alla bicicletta su strade asfaltate secondarie a basso traffico e su tratti “bianchi”. Via Romagna si accredita tra le ciclovie più interessanti a livello europeo con i suoi...


Si sta specializzando nella conquista delle cime più prestigiose: Lorenzo Fortunato ha vinto, con un finale incredibile, la seconda tappa dell'Adriatica Ionica Race 2021 che si è conclusa in vetta al Monte Grappa. La prima parte della tappa è stata caratterizzata...


Quest’anno l’Axion Swiss Bank – Gran Premio Città di Lugano si svolgerà domenica 27 giugno. L’elegante Casinò di Lugano ha ospitato oggi la presentazione della classica professionistica giunta all’edizione numero 74. L’egida organizzativa è sempre del Velo Club Lugano, società...


Al termine dell’udienza generale, il ciclista colombiano vincitore del Giro d'Italia ha incontrato Francesco e gli ha donato, a nome di tutti i connazionali, la maglia rosa e una bicicletta, una Pinarello bianca bordata d'azzurro. La bicicletta, fanno sapere fobti...


Nuovo nome - ma non nuovo sponsor - e nuova maglia, debutto previsto al Tour de France. La Total Direct Energie cambia nome in occasione della Grande Boucle e si chiamerà Team TotalEnergies, presentando una maglia nella quale il bianco...


22 squadre, ognuna con sei corridori, prenderanno parte al Deutschland Tour dal 26 al 29 agosto. La gara si svolgerà in quattro tappe con partenza dalla città anseatica di Stralsund e traguardo finale a Norimberga. 727 chilometri sarannono percorsi sulla...


Simone Consonni prolunga per altre due stagioni il suo impegno con la Cofidis. Il ventiseienne corridore bergamasco sarà una delle carte più importanti della formazione francese per gli sprint e per le classiche. Dopo essere arrivato terzo lo scorso anno...


Caro Direttore, non mi si venga a raccontare che il sommo idiota che ha sfregiato il Monumento eretto e titolato in memoria di Franco Ballerini ha semplicemte commesso "una bravata"! Prescindendo, neanche poi tanto, dai profili delittuosi del gesto che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155