IL TEAM VINI ZABU' - KTM AL FIANCO DELLA LOTTA ALLA DISTROFIA DI DUCHENNE

NEWS | 24/01/2020 | 07:38

Nel corso di tutta la prossima stagione ciclistica, che prenderà il via questa domenica con la Vuelta a San Juan e che avrà il suo apice a maggio con il Giro d’Italia, il Team Vini Zabù KTM legherà la propria impresa sportiva ad una finalità solidale, scendendo simbolicamente al fianco di tutti i bambini e i giovani che convivono con la distrofia muscolare di Duchenne e Becker (DMD/BMD) e delle loro famiglie e dando sostegno alla loro battaglia quotidiana, una battaglia che i corridori del team di Angelo Citracca porteranno in giro nei tre continenti in cui la squadra correrà in questo 2020.

Su iniziativa del tre volte campione italiano Giovanni Visconti, infatti, le ammiraglie del Team veicoleranno il logo di Parent Project aps, l’associazione italiana di pazienti e genitori con figli affetti da questa grave patologia genetica rara che colpisce i muscoli e non ha ancora una cura. Un gesto simbolico di grande valore, per contribuire alla visibilità di questo tema e alla sensibilizzazione del grande pubblico riguardo all’importanza di sostenere la ricerca sulla DMD/BMD e di migliorare sempre più la qualità della vita dei giovani pazienti.

La distrofia muscolare di Duchenne colpisce 1 su 5.000 neonati maschi. È la forma più grave delle distrofie muscolari, si manifesta nella prima infanzia e causa una progressiva degenerazione dei muscoli, conducendo, nel corso dell’adolescenza, ad una condizione di disabilità sempre più severa. La distrofia di Becker (BMD) è una variante più lieve, il cui decorso varia però da paziente a paziente. Negli ultimi 20 anni, grazie ai progressi della ricerca e della gestione clinica, l’aspettativa di vita è raddoppiata: i bambini che convivono con la patologia diventano adulti, e lo scenario della malattia è in continua evoluzione. C’è ancora, però, molta strada da percorrere: è fondamentale che la ricerca vada avanti per trovare terapie sempre più efficaci, e al contempo è importante riempire di opportunità e di progetti il presente di bambini e ragazzi. Due obiettivi che Parent Project porta avanti dal 1996.

Giovanni Visconti “Penso che il ciclismo debba anche essere un mezzo per lanciare dei messaggi importanti ed è questo ciò che noi della Vini Zabù – KTM vogliamo fare. Parent Project aps è un’associazione seria il cui impegno è riconosciuto da tutti e ci è sembrato giusto portare nel nostro mondo questa realtà affinché si possa dare la giusta rilevanza alla loro missione. A volte non ci accorgiamo di quanto bisogno ci sia attorno a noi ed è giusto aprire gli occhi e divulgare il lavoro che svolgono queste associazioni”

Parent Project aps è un’associazione di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker.  Dal 1996 lavora per migliorare il trattamento, la qualità della vita e le prospettive a lungo termine dei bambini e ragazzi affetti dalla patologia attraverso la ricerca, l’educazione, la formazione e la sensibilizzazione. Gli obiettivi di fondo che hanno fatto crescere l’associazione fino a oggi sono quelli di affiancare e sostenere le famiglie attraverso una rete di Centri Ascolto, promuovere e finanziare la ricerca scientifica e sviluppare un network collaborativo in grado di condividere e diffondere informazioni chiave.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

A circa un mese dalla partenza della Milano Sanremo incontriamo Davide Formolo e con il campione italiano parliamo del suo debutto nella Classicissima e degli obiettivi di una stagione che potrebbero proiettarlo in una nuova dimensione.Nei primi anni tra i...


A soli 20 anni Andrea Bagioli sta vivendo le sue prime pedalate da professionista con la Deceuninck - Quick-Step e ci racconta i suoi pensieri.«Le prime settimane della nuova stagione sono andate molto bene. Ho fatto due camp di addestramento...


Luca Guercilena e la sua Trek Segafredo, la più ‘italiana’ fra le formazioni World Tour e Gianni Savio e la sua Androni, la più vincente fra le formazioni italiane. Saranno questi gli ospiti di Radiocorsa, in programma stasera alle...


Reduce da un'intervento all'acetabolo destro (la parte di bacino su cui articola la testa del femore) pochi giorni fa, Matteo Moschetti è già risalito su una bici, seppur indoor, per pianficare il suo rientro. Le immagini sono a dir poco...


È l'apertura tradizionale della stagione - la Coppa San Geo - e segna anche l'inizio della corsa verso l'Oscar tuttoBICI Under 23. Sabato avremo la prima corsa e la prima classifica della challenge che in questa edizione sarà promossa dalla...


  Nell’anno di ricorrenze particolari su Gastone Nencini, 90 anni dalla nascita (1 marzo 1930), 60 dalla vittoria al Tour de France (17 luglio 1960), 40 dalla morte (1 febbraio 19080), si è inserita la cerimonia svoltasi al “Nencini Bike”...


Volata serratissima sul traguardo di Lagos, dove si è conclusa la prima tappa della Volta ao Algarve e successo per il campione olandese Fabio Jakobsen che ci è ripetuto a distanza di un anno. È stato Viviani, che aveva battezzato...


Mentre in Andalusia e Algarve i grandi big del ciclismo mondiale cominciano a mettere chilometri sulle gambe in vista di una lunga stagione, alcuni pesci più piccoli, ma per questo non meno importanti, sono pronti a darsi battaglia sulle strade...


Subito spettacolo alla Vuelta a Andalucia: il Puerto de Palomas (13 km al 5, 9%), ultima salita di giornata, ha ispirato Jakob Fuglsang della Astana e Mikel Landa della Bahrain McLaren, che si sono involati a metà salita e non...


La Casillo Petroli Firenze Hopplà arriva ai primi appuntamenti della stagione con tranquillità e serenità. Le prime sfide motivano i ragazzi di Matteo Provini e Gianni Faresin che saliranno sul palcoscenico agonistico quattro volte nell’arco di quarantotto ore.Pronti dunque i...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155