ROGLIC. «IL FAVORITO PER IL PROSSIMO TOUR? SI' SONO IO...»

PROFESSIONISTI | 21/01/2020 | 07:50
di Pietro Illarietti

Ci sono corridori che si avvicinano all'evento a fari spenti, senza fare proclami. Ci sono quelli, come Primoz Roglic, che sembrano non soffrire le pressioni e parlano apertamente delle loro aspettative.  La Jumbo Visma ha annunciato che alla Grand Boucle schiererà la sua miglior formazione con Tom Dumoulin, Steven Kruijswijk e Roglic che nei giorni scorsi si è espresso così in un'intervista rilasciata a Ciclo 21.

"Sarà la strada a dire chi è il corridore più forte - precisa lo sloveno - ma se guardo al 2019 vedo che ho vinto una grande corsa a tappe come la Vuelta (più il podio al Giro) e altre gare. A questo si aggiunge il fatto che sono stato il numero uno del ranking mondiale. Si tratta di elementi che mi fanno essere ottimista per il 2020".

Il trentenne ha corso solo cinque grandi giri in carriera. La sua prima volta fu nel 2016, mentre la prima top 10 è arrivata al Tour de France 2018.

Roglič non ritiene che il successo sia arrivato troppo rapidamente e precisa che, prima di arrivare a puntare ai grandi giri si sia prima cimentato nelle prove da una settimana come il Giro dei Paesi Baschi e il Tour de Romandie.

"È vero che le cose stanno andando veloce, ma non ho saltato alcun passo nella mia evoluzione.. tutto è andato per gradi, quindi non ho la sensazione di essere arrivato improvvisamente al podio di un grande tour. "

Lo sloveno conferma la sua avversione per gli impegni Media, cosa che gli è pesata durante la Vuelta: “Riconosco che tutto ciò che è extra alla bici è pesante. Onestamente, i ciclisti vogliono avere il minimo contatto possibile con la stampa. Oggi, ad esempio, è il mio giorno di riposo. Lavoro duro ogni giorno in allenamento. Mi ammazzo in bici. Pertanto, vorrei riposare, ma devo essere dalla mattina alla sera alle prese con interviste ed eventi".

Ha poi aggiuto: “Certo, ci sono giorni in cui mi sento più stressato, ma tutto dipende da come gestisci i momenti. Lo stesso accade nei fatti della vita. In realtà, il ciclismo è solo una piccola parte della mia vita. È solo sport! Non sono un ciclista dal giorno in cui sono nato. Spero di vivere ancora qualche anno e, quindi di non essere un ciclista fino al giorno della mia morte".

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Baby Evenepoel continua a sorprendere. Il giovane talento belga della Deceuninck Quick Step mette il sigillo sulla Volta ao Algarve vincendo anche la crono finale di Lagoa. Sui 20, 7 km del percorso, Evenepoel si è preso il lusso di...


Sprint a due nella 61sima Coppa San Bernardino di Lugo (Ra) e successo di Davide Bauce. Il portacolori della Delio Gallina Colosio Eurofeed, protagonista di un bel finale di corsa, allo sprint ha regolato Stefano Alberti del team Aries Cycling,...


Jakob Fuglsang ha vinto la 66sima Vuelta a Andalucia-Ruta del Sol che oggi si è conclusa con la cronometro individuale di 13 km a Mijas dove invece si è imposto il belga Dylan Teuns, della Bahrain McLaren, che ha preceduto...


Continua il buon momento di Nairo Quintana che mette a segno la quarta vittoria di questa stagione conquistando anche la classifica finale del Tour des Alpes Maritimes et du Var che stamane si è conclusa con il successo del francese...


Che splendido fine settimana e che esaltante doppietta nel giro di 24 ore per Leonardo Marchiori, velocista principe del ciclismo dilettanti nazionale. Marchiori ha portato la sua maglia blu, quella del Team NTT Continental Cycling Team davanti a tutti anche...


Si chiude con un quinto e un secondo posto di tappa il Tour of Antalya di Filippo Fortin. Certo, un velocista corre sempre per vincere, ma viste le circostanze di corsa si può dire siano stati quattro giorni positivi per...


L'ex ciclista svizzero Pirmin Lang ha confessato di aver fatto parte della rete di doping venuta a galla in occasione dei Mondiali di sci nordico dello scorso anno grazie all'Operazione Aderlass. Messo alle strette dalle rivelazioni della Neue Zürcher Zeitung,...


Pascal Ackermann conferma tutto il bene che si dice di lui e vince una volta di gran classe, imponendosi nella prima tappa dell'UAE Tour. Nel cuore di Dubai, il portacolori della Bora Hansgrohe ha messo in fila Ewan, Barbier, Groenewegen...


Era il grande favorito per le volate di questo Tour of Antalya, ma Tim Merlier è riuscito a lasciare il suo sigillo solo all'ultima tappa. Il campione belga della Alpecin-Fenix è riuscito ad anticipare Filippo Fortin (Felbermayr-Simplon Wels), che aveva...


Il kazako Yevgeniy Fedorov (Vino-Astana Motors) ha vito per dustacco la prima tappa del Tour du Rwanda. Alle sue spalle, nell'ordine, gli eritrei Mulueberhan e Girmay Hailu. Fedorov indossa ovviamente la prima maglia di leader della classifica generale. ORDINE D'ARRIVO...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155