LTDL 2017. Le parole dei campioni più attesi alla vigilia

PROFESSIONISTI | 21/02/2017 | 06:24
Tradizionale appuntamento con i corridori più attesi alla vigilia del LTdL / Le Tour de Langkawi 2017 e sul tavolo si sono presentati Jakub Mareczko e Filippo Pozzato della Team Wilier Triestina, l’idolo locale Anuar Manan (Terengganu Cycling Team), la giovane promessa Egan Bernal (Androni Giocattoli) e Janse Van Resburg (Dimension Data) da non confondere col campione uscente. Ecco le loro parole.

Jakub Mareczko (Team Wilier Triestina): «Quest’anno proverò a ripetere ciò che ho fatto di buono l’anno scorso, la mia squadra è molto competitiva per gli sprint. Andriato, Cecchin e Pozzato potranno aiutarmi nei chilometri finali e sono sicuro che faremo un buon lavoro. I rivali da tenere sott’occhio? Marini, Benfatto e Palini sono quelli più temibili insieme a Sunderland».

Egan Bernal (Androni Giocattoli): «La mia preparazione è molto buona, mi sono allenato tantissimo in Colombia per fare una buona stagione, credo che questa sia una buona gara per me dopo l’Argentina dove mi sono sentito bene. La squadra è forte e motivata con tanti sprinter che possono lottare per le volate, io proverò in salita anche se mi hanno detto che non è troppo difficile, ma terremo un ritmo molto veloce. Questa gara è molto importante per me perché tanti colombiani hanno vinto tappe importanti, ma in generale la mia stagione sarà simile all’anno scorso, sono molto giovane e dunque non posso dire che punterò già alla classifica, ma sono qui per imparare da questi corridori di grande esperienza. Penso potrò fare bene all’Avenir con più rivali della mia età».

Janse Van Resburg (Dimension Data): «Il LTdL è il modo migliore per iniziare la stagione, la nostra squadra è molto giovane e dispone di un paio di buoni corridori per la volata, ma punteremo anche alla classifica, sono speranzoso di poter lottare per la classifica finale. Inoltre, abbiamo anche corridori che sono competitivi allo sprint e che tengono bene in salita, dunque potrebbero tentare anche loro l’assalto alla maglia di leader».

Anuar Manan (Terengganu Cycling Team): «Mi son preparato con cura anche in Australia, ma non posso ancora sapere cosa potrò fare perché ho osservato gli altri team e molti hanno già disputato diverse competizioni, mentre per noi è la prima gara del 2017. Daremo il meglio per ottenere risultati migliori rispetto all’anno scorso. In Malesia abbiamo diversi buoni corridori e buon potenziale per il futuro».

Filippo Pozzato (Team Wilier Triestina): «Mi sento bene e credo di avere una buona condizione dopo Oman e Argentina, siamo qui per vincere tappe con Jakub e lo aiuterò per gli sprint. Siamo molto forti per gli ultimi km e di sicuro proverò a vincere una tappa, ma non è così facile perché ci sono tanti buoni corridori. Sono qui per la prima volta e sarà complicato ma ci proverò. Sono qui perché volevo mettere chilometri nelle gambe prima della Sanremo e così, non andando alla Tirreno, ho pensato che fosse una buona preparazione. Inoltre avevo intenzione di provare questa corsa da svariato tempo».

In allegato, il file audio dell'intervista a Pozzato e Mareczko

Da Kuala Terengganu, Diego Barbera

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il nuovo leader della Vuelta di Spagna è l'ecuadoriano Richard Carapaz, che ha tolto a Primoz Roglic la maglia rossa della classifica generale. Adesso il corridore della Ineos Grenadiers è al comando della corsa con un vantaggio di 18” su...


Caro Nibali, finisce qui il calvario. Per te e per noi. Non neghiamolo: si avverte anche un certo senso di liberazione. In un Giro nato di suo già parecchio sconclusionato, per i motivi inevitabili che sappiamo, s'è dovuto incassare pure...


D come dubbio. Nel senso di incertezza, dilemma. Al Giro ne sono stati sollevati di continuo: la maggior parte sono rimasti sospesi in aria. Bellino è il direttore generale di Rcs o un giudizio tecnico su questo Giro? Perché si...


Tao Geoghegan Hart ce l’ha fatta, ha vinto il Giro d’Italia. I pronostici non avevano sbagliato, sulla carta veniva dato come netto favorito nei confronti di Jai Hindley e alla fine la strada lo ha confermato. Una crono incredibile, la...


Palermo, Camigliatello Silano, Valdobbiadene e Milano: Filippo Ganna firma uno straordinario poker in un Gior d’Italia che non potrà mai dimenticare e che lo consacra tra i grandi. Per la prima volta, dopo aver divoratouna pizza nella lunga attesa sulla sedia...


Vincenzo Nibali ha chiuso il suo Giro d'Italia con il trentesimo posto nella cronometroa 1'27" da Super Ganna e con il settimo posto finale a 8'15" dal sorprendente vincitore Tao Geoghegan Hart. «E’ stato un anno difficile, complicato, nel quale...


Jai Hindley è lo sconfitto di giornata, anche se il suo Giro d’Italia è stato davvero eccezionale. «Ovviamente in questo momento sono molto deluso e il risultato è difficile da accettare. Ma sarò sempre orgoglioso di quello che ho fatto...


Ion Izagirre mette a segno il colpaccio nella sesta tappa della Vuelta, la Biescas - Sallent de Gállego. Aramón Formigal di 146. km. Lo spagnolo della Astana è stato il migliore sui Pirenei spagnoli, è entrato nella fuga che ha...


Al termine dell'edizione 103 del Giro d'Italia il presidente Renato Di Rocco ha commentato: "Milano ha accolto il Giro con un disciplinato entusiasmo, dimostrando ancora una volta la maturità del pubblico del ciclismo. La corsa rosa ci dice che lo...


Tao Geoghegan Hart è il re del Giro d'Italia, Filippo Ganna firma il poker di vittorie. È questo il verdetto della crono decisiva della corsa rosa: i 15, 7 chilometri della Cernusco sul Naviglio-Milano hanno regalato al campione del mondo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155