US PONTEDECIMO. FESTA CON PERLETTO E LE NUOVE LEVE, NASCE IL GIRO DELL'APPENNINO DONNE

PREMI | 02/12/2023 | 09:09
di Massimo Lagomarsino

Festa grande ieri sera all'albergo ristorante Nazionale di Pontedecimo, locale storico che ha visto passare nelle sue sale campioni del calibro di Fausto Coppi e Felice Gimondi. L'U.S. Pontedecimo, come ogni anno, in vista delle festività natalizie, ha organizzato una bella serata all'insegna dello sport. Insieme al presidente Enrico Costa i tanti dirigenti della società,ne citiamo uno per tutti, Silvano Parodi, sono intervenuti l'assessore regionale allo Sport Simona Ferro, la collega del Comune di Genova Alessandra Bianchi, il presidente regionale del Coni Antonio Micillo, il presidente regionale Fci Sandro Tuvo, il presidente Aces Europe  Francesco Lupattelli, tanti dirigenti di società e sportivi.


Costa ha ricordato come quest'anno l'85a edizione del Giro dell'Appennino è stata inserita in calendario domenica del 14 luglio, l'augurio è quello di avere ai nastri di partenza tanti campioni. Tra le novità, l'intenzione di organizzare nel 2025, anno in cui la Liguria sarà Regione europea dello Sport, anche il Giro dell'Appennino dedicato alle donne.


Tra gli ospiti Giuseppe Perletto, uno che ha fatto la storia del ciclismo ligure. Otto stagioni tra i proffesionisti con all'attivo diverse vittorie, tappe al Giro d'Italia, alla Vuelta di Spagna e classiche importanti quali l'Attraverso Losanna, il Giro di Toscana e il Giro della Provincia di Reggio Calabria. Perletto è sempre stato di poche parole, il classico ligure che guarda ai fatti rifuggendo le luci della ribalta, un palmares da fare invidia a tanti ciclisti che non ha mai ostentato, anzi si schermisce a sentire parlare delle sue belle vittorie. Oggi nella sua Dolcedo (IM) raccoglie olive e coltiva basilico, due prodotti che hanno reso la Liguria famosa nel mondo.

Impossibile non fargli ricordare il primo successo da professionista, a Sanremo, a pochi passi da casa. Era il Giro d'Italia del 1974 in programma la 14^ tappa, la Pietra Ligure - Sanremo. Perletto conosceva alla perfezione il finale di gara reso ancora più insidioso dalla pioggia. Durante la giornata, avversata dal maltempo, si consumò l'ennesima sfida tra Eddy Merckx e lo spagnolo Manuel Fuente, ovviamente conclusasi a favore del belga. Perletto giunse solo al traguardo precedendo Miro Panizza e uno splendido Gianbattista Baronchelli che insidierà sino alla fine del Giro il successo di Merckx.

Durate le otto stagioni da professionista con le maglie della Zonca, Sammontana, Magniflex e San Giacomo ha sempre corso il Giro dell'Appennino senza mai riuscire a salire sul podio. Visto che l'U.S. Pontedecimo ha annunciato l'intenzione di organizzare il Giro dell'Appennino riservato alle donne non poteva mancare la lituana, ormai toscana di adozione, Edita Pucinskaitè già campione del Mondo a Verona nel 1999. Non solo un viaggio nel passato, ma grande attenzione nei confronti di due giovani atleti che nella stagione appena terminata hanno gareggiato tra gli juniores. Presente Lorenzo Mark Finn vincitore di ben sette gare e protagonista del Giro della Lunigiana dove ha conquistato il secondo posto alle spalle del francese Leo Bisiaux vincendo la maglia bianca degli juniores  al primo anno. La prossima stagione lo vedrà alla ribalta nel campo internazionale. Con Finn, Matteo Gabelloni, nel 2023 ha vinto il Memorial Peppe Asta prima di dover fare i conti con una serie di problemi fisici che l'hanno costretto a limitare l'attività e l'ex professionista Luca Raggio, oggi impegnato nel rilanciare il ciclismo giovanile. Insomma Perletto può contare su degni successori, il ciclismo ligure è più vivo che mai.

Nella foto: Giuseppe Perletto, Lorenzo Mark Finn, Matteo Gabelloni, Fabio Barbieri e Massimo Lagomarsino

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tadej POGACAR. 10. “Gna fà”, non ce la fa a regalar tappe. È un agonista e come tale si comporta. Non è qui per fare le pierre, è qui per vincere il Tour de France, a viso aperto. I saggi...


Ancora una volta UAE Development Team conquista una Top 5 e ancora una volta la velocista Sara Fiorin ha ottenuto un buon risultato. Dopo il terzo posto conquistato nella seconda tappa del Baloise Ladies Tour oggi è andata in scena...


In questo Tour de France non ce n'è per nessuno, anche sulle Alpi Marittime Tadej Pogacar (UAE) va a prendersi il suo trionfo vincendo l'ennesimo duello di questa edizione con Jonas Vingegaard (Visma Lease a Bike). A completare il podio della...


Dopo 17 anni è tornato il ciclismo dilettanti sul circuito collinare empolese di Corniola ed al termine di una gara selettiva con soli 23 arrivati sui 94 partenti, è stato il valdarnese di Incisa Matteo Regnanti ad aggiudicarsi il Gran...


La legge della salita è una sola: chi ha le gambe vince. E questa è anche la legge di Jarno Widar (Lotto Dstny Development) che a Champoluc si prende tappa e maglia gialla di leader. Il belga, già vincitore del...


Doppio colpo per Erazem Valjavec al Giro del Veneto juniores. Il figlio d'arte della Autozai Contri trionfa nell'arrivo in salita a Passo Croce d'Aune dove lo sloveno si scatena rifilando 40" ad Andrea Bessega (Borgo Molino Vigna Fiorita) e 43"...


Questa settimana Radiocorsa va in onda oggi, sabato 20 luglio, alle 18 su Raisport. Per celebrare due donne, due cicliste, che hanno fatto grande il movimento azzurro negli ultimi tempi. La piemontese Elisa Longo Borghini, con la sua vittoria al...


Era un pistard e con la maglia gialloblu della nazionale ucraina aveva partecipato a diverse edizioni dei campionati europei stabilendo anche dei record nazionali nel km da fermo e nella velocità a squadre. Andreyi Kutsenko aveva studiato all'università di Leopoli,...


Le lacrime e il lungo abbraccio con la moglie Trine: questa è l’immagine di Jonas Vingegaard dopo il traguardo a Isola 2000. Il danese che il Tour lo ha vinto già due volte, nella diciannovesima tappa si è arreso, ammettendo...


Qualcuno lo ha definito il nuovo Cannibale, perché non ha lasciato vittorie a nessuno. Lo sloveno domenica a Nizza salirà sul podio del vincitore e per lui questo sarà il terzo successo finale al Tour de France. «Quando Simon Yates,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi