QUINTANA HA VOGLIA DI TOUR E DI GIRO, MA C'E' L'INCUBO DI UN NUOVO INTERVENTO

PROFESSIONISTI | 17/11/2021 | 14:40
di Francesca Monzone

In casa Arkea Samsic regna il silenzio sulla prossima stagione in particolare sul programma di Nairo Quintana. In una intervista concessa alla radio colombiana, Quintana ha raccontato di voler puntare al Tour de France, ma ha confermato che gli piacerebbe poter tornare al Giro d’Italia.


Il colombiano spera in una stagione migliore rispetto a quella appena conclusa, nella quale i problemi causati dal doppio intervento alle ginocchia hanno rallentato la sua preparazione e il rientro alle gare. «E' stata una stagione atipica – ha detto Quintana -: ho trascorso gli ultimi due anni con molte difficoltà a causa della pandemia e degli infortuni. Sono partito al Tour 2020 con le ginocchia rovinate, per questo sono stato costretto a fare gli interventi e ho accusato le conseguenze per tutto l'anno».


La pandemia prima e gli interventi dopo hanno sicuramente messo in difficoltà il colombiano, che non è riuscito ad arrivare ai risultati sperati. «Non ho potuto fare la preparazione fisica necessaria e ho passato tutto l'anno a lottare per la mia salute, cercando di essere positivo per riprendermi dal doppio incidente alle ginocchia. Non sono mai arrivato al livello massimo, mi sono dovuto accontentare di un buon livello medio ed è così che è andata avanti tutta la mia stagione».

Per Nairo potrebbe esserci però anche un secondo intervento chirurgico, ma saranno i medici che lo seguono a decidere come procedere. «Non sappiamo se dovrò operarmi nuovamente, i medici stanno valutando, spero solo che la prossima stagione possa essere migliore di questa».

Nairo ha chiuso il 2021 senza i risultati sperati ma sa che, con una giusta preparazione e senza i problemi fisici che lo hanno afflitto, può puntare ancora a risultati importanti. «A differenza di quest'anno, in cui sono partito dalle Baleari con la Challenge Mallorca, a gennaio inseriremo subito delle gare, a febbraio dovrei essere al Tour de la Provence per poi andare alla Parigi-Nizza e alla Volta Ciclista a Catalunya».

Ma la parte più importante per Quintana verrà più avanti e l’obiettivo principale della stagione per la sua Arkea Samsic sarà il Tour de France. C’è però anche la possibilità di correre a maggio al Giro d’Italia e molto, purtroppo, dipenderà dalle sorti della Qhubeka che si conosceranno solo tra qualche settimana e che potranno aprire lo spiraglio ad una wildcard in più. «Il Tour è il nostro grande appuntamento, ma c’è la possibilità di andare al Giro d’Italia e sarebbe bello per me poter tornare in questa corsa e fare bene».

Copyright © TBW
COMMENTI
Peccato
17 novembre 2021 15:37 Arrivo1991
Mi sembra la fotocopia di Aru, purtoppo. E penso che sia difficile tornare a livelli decenti

fotocopia dei colombiani
17 novembre 2021 20:10 alerossi
più che la fotocopia di aru, penso sia la fotocopia dei colombiani. anzi penso sia aru ad aver preso dai colombiani, non viceversa. gaviria, chaves, uran, hodeg, sosa, betancur, arredondo, pantano, lopez, ardila, la sfilata è lunga. l'unico sudamericano solido è carapaz

@alerossi
20 novembre 2021 16:04 Bicio2702
Concordo in pieno col tuo ragionamento!
Aggiungo che Carapaz è così costante, perché è in una delle squadre migliori del mondo dove lì non si scherza...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alessandro COVI. 10 e lode. Sarà anche nato sul Tainenberg, un muro varesino, uno strappo tipo Grammont o Pattenberg, ma questo è un ragazzo adatto a qualcosa di più lungo e duro, adatto anche alle salite più ardite. Classe purissima...


Remco Evenepoel conquista anche la quinta tappa del Giro di Norvegia, da Flekkefjord a Sandnes. Questa volta il belga della Quick Step Alpha Vinyl vince allo sprint superando un gruppetto di fuggitivi con Johannessen che chiude secondo e Plapp terzo. ...


A tarda sera, unità del Cai stanno ancora cercando le schegge del famoso Carlandley, questa strana entità che sembrava granitica e inscindibile, ottenuta saldando per tre settimane le singolarità di Carapaz, Landa e Hindley. Se dio vuole, sotto le pesanti...


L’esotne Norman Vahtra ha vinto la seconda e ultima tappa del Tour of Estonia - la Tart-Tartu di 164, 8 km - battendo in uno sprint a due il lituano Siskevicius. Il gruppo, staccato di 36 secondi, è stato regolato...


Due anni fa aveva visto il suo sogno rosa sfumare nella crono finale di Milano, battuto da Tao Geoghegan Hart, oggi Jai Hindley si è ripreso di forza la maglia rosa e ha tutta l'intenzione di non mollarla mai più:...


Lo scorso anno ci era andato molto vicino ad una vittoria al Giro d'Italia, quest'anno Alessandro Covi non ha sbagliato una sola mossa e si è portato a casa il successo nella tappa più bella: «Sono partito per vincere una...


Domani a Verona non sarà Vincenzo Nibali a salire sul palco dei vincitori, ma il siciliano il suo premio lo ha già vinto, grazie al  pubblico che con applausi e urla lo ha spinto sulla salita della ventesima tappa del...


Il giovane irlandese Darren Rafferty, classe 2003, della Hagens Berman Axeon si è aggiudicato le Strade Bianche di Romagna davanti a Petr Kelemen (Tudor Pro Cycling Team); terzo Simone Raccani (Zalf Euromobil Desiree Fior), il primo degli italiani. Alla gara...


Va ancora al Nord il Gran Premio Lari-Città delle Ciliegie. Dopo i successi di Davide Bais nel 2019 e di Stefano Gandin l’anno scorso, è stato il quasi ventunenne friulano di Buttrio provincia di Udine Nicolò Buratti ad imporsi con...


Due eroi sulla Marmolada: Alessandro Covi e Jai Hindley. Il 23enne varesino della UAE Team Emirates ha vinto una tappa da leggenda superando da solo in fuga Pordoi  e Marmolada per firmare l'impresa più bella della sua carriera, E Jay Hindley...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach