GIRO D'ITALIA 2021. VELOCISTI, QUELLI DELL'ADRENALINA A MILLE

PROFESSIONISTI | 05/05/2021 | 08:11
di Francesca Monzone

Una grande corsa a tappe è fatta di tanti specialisti e tra questi ci sono i velocisti, quelli che attendono l’intera giornata per giocarsi la vittoria negli ultimi metri, andando ad altissima velocità per conquistare il successo in volata. Questo Giro d’Italia 2021 potrà contare su nomi eccellenti, che hanno già conquistato traguardi importanti.


Il primo uomo da controllare sarà l’australiano Caleb Ewan, che nel suo palmares conta 47 vittorie, di cui 6 conquistate nei grandi giri. Ewan in questo 2021 ha vinto la volata della settima tappa all’UAE Tour ed è riuscito a salire sul secondo gradino del podio della Milano-Sanremo. Tra i big c’è uno dei corridori più rappresentativi del ciclismo degli ultimi 10 anni, si tratta del tre volte campione del mondo Peter Sagan, che proprio lo scorso anno alla corsa rosa aveva interrotto un lungo digiuno di vittorie e che quest’anno, superato anche il Covid, è tornato a vincere al Giro di Romandia, nella tappa con arrivo a Martigny. Sagan è il corridore che sa stupire e con l’Italia ha un rapporto speciale. Lo slovacco e la sua Bora-Hansgrohe hanno voglia di vincere e le strade del Giro saranno lo scenario perfetto per una conquista importante.


Di sicuro al centro dell'attenzione ci sarà Dylan Groenewegen, al rientro dopo nove mesi di stop a seguito della scorrettzza commessa nella volata di Katowice, traguardo della prima tappa del Giro di Polonia 2020. Difficile dire quale possa essere la condizione dell'olandese e se lo vedremo gettarsi nella mischia sin da Novara, ma certo va seguito da vicino.

Tra i nomi illustri c’è quello di Fernando Gaviria, il colombiano dell’UAE Emirates che ancora non ha ottenuto vittorie in questa stagione. Lo scorso anno le cose non sono andate come sperava e in questo Giro d’Italia è alla ricerca del riscatto. Tra i favoriti troviamo anche un esordiente sulle strade della corsa rosa, si tratta del belga Tim Merlier, il velocista e specialista delle corse di un giorno della Alpecin-Fenix che, alla sua prima volta al Giro, sogna di conquistare la maglia della classifica a punti e mettere la firma su qualche tappa. Da non sottovalutare nemmeno Niklas Arndt che non è un velocista vincente ma sulle strade del Giro d'Italia ha già messo messo a segno la botta vincente.

Ma se ci sono molti stranieri favoriti, anche l’Italia potrà dire la sua con Elia Viviani che, al suo secondo anno con i colori della Cofidis, vuole tornare a vincere sulle strade di casa. Tra gli sprinter nostrani, troviamo il Campione Europeo e Italiano Giacomo Nizzolo che, dopo il successo alla Clasica de Almeida e il secondo posto alla Gent-Wevelgen, adesso vuole portare a casa la sua prima vittoria di tappa al Giro e riconquistare la maglia ciclamino.

Tra gli azzurri anche l'esperto Manuel Belletti, che è il punto di riferimento dell'esordiente Eolo Kometa, il figlio d'arte Riccardo Minali, il siciliano Filippo Fiorelli che ha fatto bene lo scorso anno al debutto, Davide Cimolai della Israel Start-Up Nation e Matteo Moschetti che proverà a regalare piazzamenti prestigiosi alla Trek Segafredo nelle volate concitate.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gino MADER. 10 lode. Vince per sé, per Landa, per una squadra che in questi giorni - e soprattutto oggi - è stata spaziale. Vince perché forse una giustizia divina c’è e non può sempre girare storta. Non c’è sempre...


Salutiamo con adeguata enfasi il ritorno imprevisto e perentorio del Giro Vip. Mi metto io per primo in cima alla lista, la lista di quelli che diffidavano molto su questa edizione particolare, con alcuni nomi bellissimi però tutti reduci da...


Ancora una volta, e non è certo la prima in questo Giro d'Italia, Giulio Ciccone è andato all'attacco: «Oggi è stato un test importante per la mia condizione. Sensazioni più che buone, direi quasi oltre le aspettative, nonostante una giornata...


Se al Team Bahrain Victorius venisse concessa la possibilità di dimenticare, sicuramente sceglierebbe la giornata di ieri. Una tappa terribile la Modena-Cattolica in cui il team bahreinita si è visto sfilare via il capitano designato rimasto vittima di una terribile...


Volata a ranghi compatti nel tradizionale Circuito di Vallonia, in Belgio, e successo di Christophe Laporte. Netta la vittoria del francese della Cofidis che anticipa il connazionale Marc Sarreau (Ag2r Citroen La Mondiale) e il giovane neozelandese Laurent Pithie della...


Sprint vincente del giovane neoprofessionista Jordi Meeus nella seconda tappa del Giro di Ungheria, che oggi si è disputata sulla distanza di 183 chilometri da Balatonfüred a Nagykanizsa. Il belga della Bora Hansgrohe ha regolato un Alberto Dainese (Team DSM)...


Sentendo il nome Attila il richiamo è più che scontato al grande traghettatore degli Unni, dopo tutto le lunghe lezioni di storia ci hanno insegnato ad alzare le antenne all’udire questo nominativo. Mai avremmo immaginato che un Attilla prendesse anche...


Lo hanno fatto capire sin dal mattino, i corridori della Bahrain Victorious, che oggi avrebbero fatto la corsa. In tutti gli attacchi ci sono stati e alla fine sono entrati in due - Gino Mäder e Matej Mohoric - nella...


Ancora un giorno all’attacco al Giro per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli (160 chilometri) con arrivo in salita a mettersi in evidenza, in un’altra giornata di pioggia, è stato Simone Ravanelli. Il corridore bergamasco al chilometro...


Ha rischiato la beffa come alla Parigi-Nizza (quando Roglic lo superò a 50 metri dal traguardo, ndr), ma stavolta Gino Mader ha potuto alzare le braccia al cielo e conquistare la sesta tappa del Giro d'Italia. Finale fantastico di un'altra...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155