EUROPEI CRONO. IL PRIMO TITOLO A ELISE UIJEN, BRONZO PER CARLOTTA CIPRESSI

DONNE JUNIORES | 24/08/2020 | 09:40
di Danilo Viganò

Partono bene i campionati europei per i colori azzurri. Carlotta Cipressi ha conquistato la medaglia di bronzo nella cronometro individuale riservata alla categoria donne juniores, che questa mattina a Plouay, in Francia, ha dato il via alla rassegna Continentale 2020. Ha vinto la giovane olandese Elise Uijen, 17 anni di Herpen, campionessa nazionale contro il tempo tra le allieve nel 2019 (detiene anche il titolo nel Keirin in pista, ndr), che ha coperto la distanza di 25 km in 37'24". Argento alla francese Maeva Squiban a 1'01" con la nostra Cipressi 17enne forlivese del team AWC Re Artù General System campionessa italiana nell'inseguimento, che si piazza in terza posizione accusando un gap di 1'28": 11sima Matilde Bertolini a 2'30".


ORDINE D'ARRIVO


1 UIJEN Elise PAYS-BAS les 25,6 km en 37'24'' (moy. 41,05 km/h)

2 SQUIBAN Maëva FRANCE 38:25 01:01 

3 CIPRESSI Carlotta ITALIE 38:52 01:28 

4 VAN ANROOIJ Shirin PAYS-BAS 39:08 01:44 

5 LIEHNER Annika SUISSE 39:17 01:53 

6 BUCH Hannah ALLEMAGNE 39:27 02:03 

7 DE WILDE Julie BELGIQUE 39:29 02:05 

8 JENČUŠOVÁ Nora SLOVAQUIE 39:47 02:23 

9 CAMPOS Daniela PORTUGAL 39:48 02:24 

10 MARUSHCHUK Alla UKRAINE 39:54 02:30 

11 BERTOLINI Matilde ITALIE 39:54 02:30 

12 LEONHARDT Paula ALLEMAGNE 40:24 03:00 

13 VANHOVE Marith BELGIQUE 40:29 03:05 

14 BURLOVÁ Kristýna REPUBLIQUE TCHEQUE 40:52 03:28 

15 ERASO LASA Idoia ESPAGNE 41:11 03:47 

16 CANTERA CARRASCO Ines ESPAGNE 41:34 04:10 

17 LE DEUNFF Marie Morgane FRANCE 42:40 05:17 

18 GIACHOU Eleftheria GRECE 42:57 05:33 

19 REBRAKOVA Olena UKRAINE 43:06 05:42 

20 POČUČA Sara SERBIE 43:17 05:53 

21 TONKOVA Ivana BULGARIE 43:19 05:55 

22 STRAINYTĖ Aukse LITUANIE 44:18 06:54 

23 WINTERBERG Joline SUISSE 44:29 07:05 

24 SILTUMENA Kitija LETTONIE 44:36 07:12 


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gino MADER. 10 lode. Vince per sé, per Landa, per una squadra che in questi giorni - e soprattutto oggi - è stata spaziale. Vince perché forse una giustizia divina c’è e non può sempre girare storta. Non c’è sempre...


Salutiamo con adeguata enfasi il ritorno imprevisto e perentorio del Giro Vip. Mi metto io per primo in cima alla lista, la lista di quelli che diffidavano molto su questa edizione particolare, con alcuni nomi bellissimi però tutti reduci da...


Ancora una volta, e non è certo la prima in questo Giro d'Italia, Giulio Ciccone è andato all'attacco: «Oggi è stato un test importante per la mia condizione. Sensazioni più che buone, direi quasi oltre le aspettative, nonostante una giornata...


Se al Team Bahrain Victorius venisse concessa la possibilità di dimenticare, sicuramente sceglierebbe la giornata di ieri. Una tappa terribile la Modena-Cattolica in cui il team bahreinita si è visto sfilare via il capitano designato rimasto vittima di una terribile...


Volata a ranghi compatti nel tradizionale Circuito di Vallonia, in Belgio, e successo di Christophe Laporte. Netta la vittoria del francese della Cofidis che anticipa il connazionale Marc Sarreau (Ag2r Citroen La Mondiale) e il giovane neozelandese Laurent Pithie della...


Sprint vincente del giovane neoprofessionista Jordi Meeus nella seconda tappa del Giro di Ungheria, che oggi si è disputata sulla distanza di 183 chilometri da Balatonfüred a Nagykanizsa. Il belga della Bora Hansgrohe ha regolato un Alberto Dainese (Team DSM)...


Sentendo il nome Attila il richiamo è più che scontato al grande traghettatore degli Unni, dopo tutto le lunghe lezioni di storia ci hanno insegnato ad alzare le antenne all’udire questo nominativo. Mai avremmo immaginato che un Attilla prendesse anche...


Lo hanno fatto capire sin dal mattino, i corridori della Bahrain Victorious, che oggi avrebbero fatto la corsa. In tutti gli attacchi ci sono stati e alla fine sono entrati in due - Gino Mäder e Matej Mohoric - nella...


Ancora un giorno all’attacco al Giro per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli (160 chilometri) con arrivo in salita a mettersi in evidenza, in un’altra giornata di pioggia, è stato Simone Ravanelli. Il corridore bergamasco al chilometro...


Ha rischiato la beffa come alla Parigi-Nizza (quando Roglic lo superò a 50 metri dal traguardo, ndr), ma stavolta Gino Mader ha potuto alzare le braccia al cielo e conquistare la sesta tappa del Giro d'Italia. Finale fantastico di un'altra...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155