VUELTA. NUMERO 1 A VALVERDE MA SONO TANTI I MOTIVI DI INTERESSE

PROFESSIONISTI | 20/08/2019 | 07:30

Alejandro Valverde indosserà il dorsale numero nella Vuelta che scatta sabato prossimo. Il campione del mondo sarà uno di tre corridori che hanno già vinto la corsa spagnola insieme a Fabio Aru (UAE Emirates) e Nairo Quintana (Movistar). In corsa, anche loro con la maglia della Movistar, il re del Giro Richard Carapaz e il vincitore della Parigi-Nizza 2018 Marc Soler.

Grande attesa per i corridori sudamericani che hanno già domnato Giro e Tour: puntano in alto Miguel Angel Lopez (Astana), Esteban Chaves (Mitchelton Scott) e il tridente della EF Education First formato da Daniel Martinez, Sergio Higuita e soprattutto Rigoberto Uran.

Avrete sicuramente letto di una Movistar fortissima ma la Jumbo Visma non si annuncia certo più debole schierando Roglic Kruijswijk, Tony Martin, Bennett, Gesink e Kuss.

Grande attesa anche per Jakob Fuglsang (Astana), protagonista di un Tour sfortunato, per Wilco Keldermann (Sunweb), per Rafal Majka (Bora Hansgrohe), Pierre Latour (AG2R La Mondiale) e per il giovane Tao Geoghegan Hart (Team Ineos).

Tra i cacciatori di tappe l’eclettico Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Philippe Gilbert (Deceuninck Quick Step) e Dylan Teuns (Bahrain Merida) e i velocisti Sam Bennett (Bora Hansgrohe), Fernando Gaviria (UAE Emirates), John Degenkolb (Trek Segafredo), Marc Sarreau (Groupama FDJ), Luka Mezgec (Mitchelton Scott) e Fabio Jakobsen (Deceuninck Quick Step).

Infine ci saranno tanti giovani, più di 50 quelli che si batteranno per la conquista della maglia bianca: uno per tutti, Tadej Pogacar, il talento sloveno della UAE Emirates che farà il suo esordio din un grande giro.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Emozioni forti a Rotselaar dove si è disputato oggi il GP Vermarc Sport, corsa di riapertura del calendario belga. Emozioni perché si trattava della ripartenza, perché c’era il pubblico delle grandi occasioni, perché ad assistere c’era anche Eddy Merckx, perché...


Parla francese la seconda tappa del Tour de France virtuale grazie a Julien Bernard. Il portacolori della Trek Segafredo ha avuto la meglio in volata su Ovett, Edet e Woods con Giulio Ciccone, comagno di squadra del vncitore, che ha...


Nessuna imperizia, nessuna violazione del codice della strada, nessuna distrazione. Roberta Agosti, la ciclista uccisa nella mattinata di ieri durante un allenamento sul Basso Garda, è deceduta per una tragica fatalità. Dopo le prime, approssimative ricostruzioni, la testimonianza diretta dei...


Si sono presentate in cinque, sulla linea del traguardo della seconda tappa del Tour de France virtuale ed il successo è andato a Lauren Stephens del Team TIBCO - Silicon Valley Bank che ha preceduto Joscelin Lowden della Drops e...


Si torna finalmente a correre e per la D'Amico UM Tools di Ivan De Paolis e Roberto Portunato arriva il primo prestigioso successo. Merito di Nicolò De Lisi il talentuoso ciclistica di Acqui Terme, classe 2001, poi emigrato in Svizzera...


"Il mio rammarico più grande in carriera? L'aver perso il Giro Baby del 2000. La concorrenza era tanta, ma io mi addormentai un attimo durante una tappa di montagna e non recuperai più il margine sui fuggitivi". Così parlò Franco...


Vi siete mai chiesti quanto valga una grande corsa a tappe, in questo caso la più importante, dal punto di vista economico? E' quello che hanno analizzato alcune società specializzate in marketing sportivo e di siti di settore, come Sporteconomy,...


Proprio in questi giorni ha festeggiato i 45 anni della sua prima fotografia (scattata ad un vittorioso Beppe Saronni): Roberto Bettini - per tutti «Clic» - è uno dei protagonisti dell asedicesima puntata di BlaBlaBike. Il fotografo milanese, che sin...


Tra due settimane farà finalmente ritorno in Europa - il 19 luglio è in programma il volo che dalla Colombia porterà tutti i professionisti del Paese nel Vecchio Continente - e intanto Egan Bernal si allena sulle strade di Zipaquira...


"Potevo essere al mare, con un piatto di tagliolini, e invece scelgo di soffrire a quasi 400 watt..." Tra masochismo, speriamo sano, e piacere...  Questo video di Mario Cipollini merita i 3 minuti della sua durata. Guardalo! :-)


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155