DI ROCCO: «CI SONO MARGINI PER UNA TRATTATIVA CONI - GOVERNO»

POLITICA | 16/11/2018 | 16:35
di Giorgio Viberti

Lo scontro tra il presidente del Coni Giovanni Malagò e il sottosegretario allo Sport Giancarlo Giorgetti sulla Riforma dello Sport ha raggiunto nelle ultime ore toni molto forti. Ieri al Consiglio del Coni era presente anche il presidente della Federciclismo Renato Di Rocco, questo il suo pensiero sul caso..

Di Rocco, che cosa pensa del richiamo di Malagò al fascismo?
«Ci sta, ha voluto forzare un po’ la mano come a dire “o con me o contro di me” perché sente che è un momento molto delicato per lo sport italiano».

È davvero così?
«Per le Federazioni cambia poco, devono comunque dipendere da un ente superiore, che sia Coni Servizi o Sport e Salute, per avere i fondi necessari».

Malagò sembra farne una questione personale: teme  una manovra ad personam?
«Magari Malagò dà fastidio a qualcuno e gli si vuole togliere parte dell’autonomia». 
  
Ma il Coni ha davvero un grande potere discrezionale nella gestione dei soldi destinati dal governo allo sport?
«La ripartizione dei fondi è piuttosto precisa e rigorosa, però una piccola quota di finanziamenti viene investita a discrezione del Coni».

È su questi soldi che il governo vuole vederci più chiaro?
«I membri della Coni Servizi sono nominati dal Coni, quelli del nuovo ente Sport e Salute sarebbero invece scelti dal governo: una bella differenza». 

Il governo dubita sulla trasparenza del Coni, che però se passerà il cambiamento potrebbe temere l’ingerenza non solo economica da parte della politica. È così?
«Più trasparenza c’è e meglio è. Comunque credo che ci siano ancora margini per una trattativa Coni-governo».
 
E come andrà a finire?
«Ho stima in Giorgetti e credo che qualche idea ce l’abbia per convincere Malagò».

In che modo?
«Non so, ma Malagò si augura almeno che il cambiamento avvenga solo a fine 2020, dopo le Olimpiadi di Tokyo, e non all’inizio di quell’anno, rischiando di destabilizzare il Coni alla vigilia dei Giochi».

A Malagò basterebbe? O sarebbe una vittoria di Pirro?
«Se non riuscirà a ottenere di più, Malagò potrebbe almeno arrivare alle prossime Olimpiadi senza stravolgimenti nel Coni e sarebbe già qualcosa».


Poi potrebbe decidere di uscire di scena a testa alta, senza quindi ricandidarsi per la presidenza del Coni.


da La Stampa

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Bike Exchange sta finendo di disputare una stagione 2022 che ha alternato belle vittorie (22 contro le 9 dell'anno scorso) sia in volata che d'altura che a cronometro, a tanta sfortuna, soprattutto per Simon Yates che non parteciperà nemmeno...


Una recente pronuncia della Cassazione ha ribadito un concetto fondamentale: “Nel giudizio di responsabilità che ha per oggetto uno scontro tra veicoli (auto, moto, bici) la presunzione di eguale concorso di colpa, stabilita dall’art 2054 c.c. secondo comma, ha funzione...


Per il 2023 la Ineos-Grenadiers non aveva puntato solo su Remco Evenepoel e a quanto pare un’offerta era stata fatta anche per Primož Roglič. La trattativa non è andata a buon fine e lo sloveno resterà con la Jumbo-Visma fino...


Mancano meno ormai poche ore al 1° Giro della Franciacorta, la nuova corsa ciclistica inserita nel calendario nazionale della categoria Elite e Under 23, che si svolgerà sabato 8 ottobre 2022 con partenza e arrivo a Rovato (Brescia). La manifestazione...


Impasta e imposta: farina, acqua e lievito. Spiana e compone: sale, olio e pomodoro. Arricchisce e personalizza: mozzarella, capperi e alici. E ben altro. Dipende. Dalla richiesta, dall’ispirazione, dalla carta, dalla stagione. Poi inforna e sorveglia, estrae e serve. Pizze....


Non c'è Veneto senza ciclismo, ma non c'è nemmeno ciclismo senza Veneto. Da un paio di anni a questa parte il mese di ottobre è diventato il momento clou per gli appassionati di ciclismo veneti, che dopo qualche anno di...


Otto vincitori del Giro d’Italia, due signori della Liegi, tre padroni del Giro delle Fiandre, cinque dominatori del Lombardia e quattro re della Sanremo. Senza dimenticare 14 iridati nelle varie specialità e due campioni olimpici. È questo il palmares dei...


La Gallina Ecotek Lucchini Colosio si mette l'abito della festa in occasione della prima edizione del Gran Premio Ecotek-Giro della Franciacorta in programma, sabato 8 ottobre a Rovato nel Bresciano. Correre da protagonisti per lo sponsor (Ecotek) è l'obiettivo della...


L'Hopplà Petroli Firenze Don Camillo si lascia alle spalle due preziosi secondi posti, con Gabriele Porta a Castiglion Fibocchi (5° Fiaschi, 6 Nencini) e con Lorenzo Quartucci nel Gran Premio Calvatone (5° Nencini) e già si prepara all'assalto, con giustificate...


“Ecco, la musica è finita, gli amici se ne vanno...” cantava tristemente Ornella Vanoni – un pezzo del grande Franco Califano – circa un secolo fa... Parole che si adattano perfettamente, a distanza di sei giorni, alla venticinquesima Eroica che ...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach