MARECZKO: «VOGLIO UNA TAPPA AL GIRO».

PROFESSIONISTI | 27/12/2017 | 07:18
Se il 2017 è stato un anno che ha visto un passo deciso verso la maturità professionale per Jakub Mareczko, questo Natale sarà ricordato come significativo per il 23enne della Wilier Triestina anche sotto il profilo personale. La casa nuova, la vicinanza dell’amata Elena e tanti buoni propositi per l’anno che verrà.

È stato un 2017 più che proficuo per Kuba, che può guardare con soddisfazione ai risultati: due tappe al Tour de Langkawi, una al Bretagne, due secondi posti al Giro d’Italia dietro Gaviria, infine man bassa in Cina con cinque tappe sia al Taihu Lake con vittoria nella generale e a punti sia nell’Hainan, peraltro di fila, anche lì con la classifica a punti.

Partiamo da una domanda natalizia, ti sei occupato tu di albero e/o presepe in casa?

«Devo ammettere che non sono un grande amante degli addobbi, quando abitavo con i miei genitori si occupavano loro di presepe e albero. Ma questo è stato un Natale speciale perché è il primo che passo nella mia casa nuova a Raffa dove mi sono recentemente trasferito e grazie alla mia ragazza Elena abbiamo preparato l’albero insieme ed è stato molto bello».

Hai fatto o ricevuto qualche regalo riguardante il ciclismo?

«Il 23 sera c’è stata la cena del mio fan’s club, hanno partecipato anche colleghi e amici come Marco Frapporti e Sonny Colbrelli e ho regalato una bottiglia di vino. Come regalo “ciclistico” ho ricevuto da Wilier una bici in edizione speciale per celebrare il bronzo ai Mondiali U23 2016 (terzo dietro al norvegese Halvorsen e il tedesco Ackermanne, NDR). La vigilia di Natale l’ho trascorsa con Elena e amici».

Ti stai allenando in questi giorni?

«Sì, ho ripreso gli allenamenti tre settimane fa pedalando al mattino e presto anche al pomeriggio perché il 24 gennaio mi aspetta la prima trasferta dell’anno con il Dubai Tour, una corsa categoria 2.1, che non è quella organizzata da RCS».

Un buon proposito per l’anno nuovo?

«Riuscire finalmente a concretizzare al Giro d’Italia con una bella vittoria, l’anno scorso ci ero arrivato così vicino e vorrei tanto riuscire a raggiungere questo importante risultato quest’anno».

In fotogallery, alcuni dettagli della speciale Wilier personalizzata per il velocista bresciano, che quest’anno ha attirato molta attenzione anche dalla stampa estera per via dell’esplosivo e estremamente aerodinamico stile di sprint.

Diego Barbera
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gianni Bugno, presidente dell'Associazione Internazionale dei Corridori (CPA), ha voluto ringraziare pubblicamente l'Unione Ciclistica Internazionale (UCI) per il sostegno concreto che la federazione ha deliberato in favore del Fondo di transizione e del CPA Women, e Amaury Sport Organization (ASO),...


L’Emilia-Romagna non è esclusivamente la patria della Ferrari, della cucina tradizionale, della piadina e del Sangiovese, la terra di Marco Pantani e della movida in Riviera. E ancora: non è solo il luogo degli ultimi Mondiali di Ciclismo, della grande...


Se c’è qualcuno che ha voluto dimenticare il 2020 a tutti i costi quello è proprio Matteo Malucelli: l’anno scorso il ventisettenne di Forlì non si è fatto mancare proprio niente, nemmeno il temibile virus. Archiviata l’avventura biennale con la...


Massaggiatori, meccanici, chef, osteopati, nutrizionisti, autisti: sono davvero tante le mani d'oro italiane nel WorldTour. Abbiamo deciso di incontrare i proprietari di queste mani e di raccontarvi alcune delle loro storie. Uno per squadra e questa volta è il turno...


Matteo Ascari e Alessia Fantoni, Giudici emiliano-romagnoli hanno brillantemente superato l’esame conclusivo del Corso di Formazione per Giudici Nazionali. Matteo Ascari di Lugo, classe ’95, è atleta con la Baracca nelle categorie giovanili, Junior con la Calderara stm e giudice...


Ti ricordi la tua prima bicicletta, di quando eri piccola?, colore, marca, regalo, sensazioni, il primo momento in cui ha trovato l’equilibrio senza aiuti o rotelle? Ti ricordi la tua prima bicicletta da corsa?, e la tua prima corsa?, e...


Il vincitore dell’UAE Tour, Tadej Pogačar, sarà l’uomo di riferimento della formazione emiratina che prenderà parte alla Tirreno-Adriatico, breve corsa a tappe di categoria World Tour in programma dal 10 al 16 marzo che proporrà sette frazioni. Il Team Manager...


Il ciclismo giovanile italiano purtroppo sta affontando una evidente "esasperazione agonistica":  fin dalle categorie minori c’è pressione sui giovani atleti, portando ragazzi di 16/17 anni ad essere considerati già come professionisti. Nella disperata ricerca di un ricambio generazionale si creano...


Filippo Fiorelli ha rotto il ghiaccio tra i professionisti con la vittoria al Porec Trophy, in Croazia. Nonostante il suo essere arrivato tardi al professionismo, sta a suo modo bruciando le tappe e tutta la Bardiani CSF Faizanè lo supporta...


Protagonista mercoledì a Laigueglia, Mauri Vansevenant oggi ha fatto ancora meglio conquistando il successo nel GP Industria & Artigianato a Larciano.«Il mio team ha fatto un lavoro fantastico per me oggi e questo ha esaltato la mia fiducia. Vedere che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155