POLONIA. WILD CARD, ECCO LA NOVO NORDISK

PROFESSIONISTI | 07/06/2017 | 17:00
Tra le 4 squadre Professional-Continental che hanno ricevuto la Wild Card per il Tour de Pologne - UCI World Tour 2017, in programma dal 29 luglio al 4 agosto, c'è anche il Team Novo Nordisk. Ciclismo ma non solo per la squadra di matrice americana che è composta da corridori tutti affetti da diabete in rappresentanza di 8 nazioni. Il Team Novo Nordisk è il primo team al mondo formato da atleti professionisti con diabete. La mission del team non è solo vincere ma incoraggiare le persone con diabete e di dimostrare che vivere con questa patologia non deve essere un freno nell'inseguire i propri obiettivi e i propri sogni. Per questo motivo gli atleti del Team Novo Nordisk incontrano ogni anno migliaia di persone per trasmettere questo messaggio di speranza, cercando attraverso le vittorie e le imprese sulla strada, di incoraggiare e dare nuovi stimoli e nuove motivazioni a chi ne ha più bisogno.

Abbiamo deciso di invitare la squadra anche per questa edizione perché nel 2016 hanno onorato al meglio la loro partecipazione, dimostrando di essere una squdra di alto livello, degna di una corsa World Tour. Inoltre questi corridori sono portatatori di un messagio importante che merita di essere diffuso attraverso lo sport e il ciclismo in tutto il mondo e anche qui in Polonia” spiega il direttore generale del Tour de Pologne Czeslaw Lang.

Di seguito l’intervista con uno dei veterani del Team Novo Nordisk, il corridore olandese Martijn Verschoor, sprinter e cacciatore di classiche. Lui quasi certamente sarà uno dei corridori selezionati dal team per partecipare al Tour de Pologne.

Come ti sembra il percorso del Tour de Pologne?
«Il Tour de Pologne è una corsa World Tour, una delle più importanti della stagione. Le tappe di montagna sono sempre giornate impegnative, con tanta salita e tanto dislivello, ma in generale tutta la settimana di corsa sarà dura da affrontare per l’intero gruppo».

Com’è il confronto tra il Tour de Pologne e le altre importanti corse a tappe che affrontate di solito nel corso della stagione.
«Le tappe in Polonia sono più lunghe e più dure di quelle che affrontiamo solitamente in altre corse durante l’anno e anche il gruppo è numeroso con più o meno 200 corridori al via. Inoltre con le condizioni climatiche che d’estate spesso cambiano, soprattutto in montagna, ogni giorno diventa un’avventura portare a termine la corsa. Tutto questo però contribuisce a rendere il Tour de Pologne una delle corse più dure ma anche più importanti per la stagione del nostro team».

Quanto è importante per la vostra squadra questa Wild Card?
«Questo invito è un onore e un privilego per tutto il Team Novo Nordisk. Inoltre è la dimostrazione che il nostro team è in grado di correre ad alti livelli. Presentandoci al via del Tour de Pologne noi mostriamo al mondo intero quello che è possibile fare anche convivendo con questa patologia e ogni giorno diventa un’occasione preziosa per ispirare, educare, motivare e dare coraggio a tutta la comunità dei diabetici».

Quali sono i vostri obiettivi per la corsa?
«Porteremo una squadra ben assortita per cercare di essere competititvi su tutti i terreni, con corridori che possono ambire a lottare nella Top10 per gli sprint, corridori che possono puntare a fare bene sulle salite negli ultimi giorni di alta montagna ma anche corridori solidi pronti ad entrare nelle fughe ogni gorno, nelle tappe miste attraverso la Polonia».

Come ti sembra l’atmosfera del Tour de Pologne e i tifosi polacchi?
«Il Tour de Pologne è una grande corsa, con una bellissima atmosfera di tifo e interesse da parte degli appassionati e di tutta la gente delle zone toccate. Gli arrivi solitamente sono sempre nel centro delle grandi città e si arriva in circuito con grande gioia da parte dei tifosi e degli spettatori che si possono divertire a lungo, vivendo la corsa. Le folle sono sempre enormi ed è sempre un brivido per il Team Novo Nordisk incontrare amici e operatori della comunità diabetica che si organizzano e vengono a trovarci alla partenza e all’arrivo di ogni tappa.

C’è qualcosa che vorresti portare a casa dall’esperienza in Polonia?
Avere una corsa di alto livello in agosto è molto importante per il Team Novo Nordisk. In Polonia noi e il resto del gruppo troviamo sempre un’atmosfera straordinaria. Alla fine quando lasciamo la Polonia siamo sempre molto stanchi ma anche molto felici e questa è una condizione ottimale che ci portiamo avanti nelle settimane seguenti e che ci permette di completare al meglio la stagione».

Ricordiamo che le 4 wild card per il Tour de Pologne 2017 sono state assegnate a: Team Novo Nordisk (USA), Gazprom RusVelo (Russia), CCC Sprandi Polkowice (Polonia) e Reprezentacja Polski (la nazionale polacca).
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Da dieci anni la Caja Rural-Seguros RGA è protagonista nel mondo dei professionisti e il team spagnolo vuole celebrare questo traguardo indossando una maglia speciale sulle strade della Vuelta. Con il suo fornitore Gobik, il team ha realizzato un'edizione limitata...


Siamo quasi alla fine delle ferie estive e questo vuol dire che si sta avvicinando la  nuova stagione ciclocross! Guerciotti presenta il suo nuovo modello in carbonio di entrata gamma e lo fa con una nuova versione del modello Lembeek disc. Lembeek disc...


È stato il grande protagonista della primavera - soprattutto grazie al successo nella Liegi e al Delfinato - ed è stato inseguito da diverse squadre: alla fine però Jakob Fuglsang ha scelto di restare in casa Astana e ha firmato...


Nuovo arrivo in casa Trek Segafredo: si tratta del 25enne danese Alexander Kamp, attualmente in forza alla Riwal Readynez. In questa stagione si è confermato corridore eclettico vincendo tra l’altro la classifica a punti della Settimana Internazionale Coppi e Bartali,...


Davide Ballerini approda alla Deceuninck Quick Step con un contratto biennale: «Per me, far parte di questa squadra è un sogno. Quando ho parlato con i dirigenti della Deceuninck - Quick-Step e ho capito che mi volevano per me è...


Un altro talento tedesco approda alla Bora Hansgrohe: si tratta di Lennart Kämna, 22 anni, he concluderà la sua esperienza con il Team Sunweb per correre fino al 2021 con il team di Sagan. «Penso sia arrivato il momento di...


Saranno 13 i corridori italiani che si schiereranno al via della Vuelta España. Ci sarà l’esordio assoluto in un grande Giro di Matteo Fabbro mentre Fabio Aru è l’uomo di classifica per eccellenza. La formazione che schiera più azzurri è...


La Prima Sezione del TNA, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare un atleta minore (tesserato FCI) riscontrato positivo alla sostanza Clostebol metabolita. Può essere utilizzato sotto forma di crema per uso...


Caro Direttore, ho letto attentamente nei giorni scorsi il suo editoriale, che ho apprezzato sia per quanto  riguarda l’«invisibile» Bettiol e sia per il riferimento alla gestione dei percorsi della Parigi Roubaix, però mi sono soffermato alla disamina della situazione...


La Jumbo-Visma vara il progetto Team Jumbo-Visma Academy con un vivaio che sarà composto da 13 corridori di età inferiore a 20 anni che provengono sia dai Paesi Bassi che dall'estero. Il gruppo sarà composto da ciclisti che sanno alternare...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy