A MILANO STASERA TORNA LA NOTTE DEGLI OSCAR TUTTOBICI

PREMI | 08/11/2018 | 07:02
di Paolo Broggi

Nessuno al mondo quest’anno ha vinto quanto lui: 18 successi, o meglio 19 perché anche la cronosquadre della Adriatica Ionica Race con­ta e molto. Elia Viviani corona il suo straordinario 2018 con la conquista dell’Oscar tuttoBICI, il ri­conoscimento che certifica la sua supremazia assoluta nella stagione che si è appena conclusa. 19 vittorie, 3° posto assoluto nella classifica mondiale alle spalle di Alejandro Valverde e Simon Yates, 12.926 chilometri ufficialmente percorsi in 81 giorni di gara, quattro vittorie al Giro d’Italia con tanto di ma­glia ciclamino, tre successi alla Vuelta di Spagna, il successo nella classifica finale del Du­bai Tour, il titolo italiano, il bis ad Am­burgo...

Il campione veronese ha trovato nella Quick Step la squadra che ha creduto in lui, con compagni che si sono messi al suo servizio e sono stati ripagati da uno straordinario filotto di successi.

E la sua presenza alla Not­te degli Oscar è una “prima assoluta”, perché Elia il nostro riconoscimento non lo ha mai conquistato, nemmeno nelle categorie giovanili. Ora è arrivato in vetta e promette di lottare per restarci, anche se gli amici-avversari, a cominciare da Vincenzo Nibali, stanno già affilando le armi in vista della prossima stagione.

E sono tante le “prima volte” che l’Oscar tuttoBICI propone in questa sua edizione numero 24 che si celebrerà questa sera all'Hotel Principe di Savoia. Per la prima volta viene assegnato l’Oscar alla Maglia Bianca, vale a dire al miglior professionista Under 25, premio che va a quel Gianni Moscon che, quinto al mondiale, tutti indicano come il futuro numero uno del nostro movimento ciclistico.

Per la prima volta nella storia tra gli Under 23 trionfa un ragazzo all’esordio nella categoria: Andrea Bagioli del Team Colpack è stato protagonista di una stagione perfetta ed è già entrato nell’orbita della UAE Team Emirates, con la quale ha sostenuto lo stage.

Prima volta all’Oscar anche per il piemontese Umberto Marengo, che si aggiudica il titolo tra gli Élite dopo una brillante stagione con la maglia della Viris L&L e si prepara ad approdare tra i professionisti con il team di Citracca e Scinto.

È una prima volta anche quella degli Esordienti Eleonora Ciabocco, marchigiana del Team Di Federico Pink e per il figlio d’arte Matteo Fiorin, primo anno della System Car Cicli Fiorin.

Una prima volta di grande significato è quella di Marta Bastianelli, la campionessa europea che ha firmato una grande stagione con la maglia della Alé Cipollini. La laziale aveva vinto l’Oscar da juniores per due anni consecutivi nel 2004 e 2005, ed essere riuscita a tornare ai vertici tra le Élite le fa davvero onore.

A chiudere l’elenco delle “prime volte” arriverà a Milano anche Giovanni Ellena, votato dai lettori di tuttobiciweb come miglior direttore sportivo italiano della stagione. Il secondo trionfo consecutivo nella Ciclismo Cup, le 31 vittorie conquistate e l’aver portato al World Tour talenti come Sosa e Bal­lerini, so­no valsi al tecnico canavesano della An­droni Sidermec un meritatissimo Oscar.

E naturalmente tra i protagonisti della Not­te degli Oscar ci saranno atleti che questo palco l’hanno calcato in tempi recenti: lo juniores Andrea Piccolo (Team LVF) ha vinto l’Oscar dopo aver trionfato nel 2017 tra gli Allievi; la toscana Vittoria Guazzini si porta a casa l’Oscar tra le juniores dopo essersi imposta nel 2016 tra le Allieve; l’esordiente milanese Dario Igor Belletta bissa tra i secondo anno l’Oscar conquistato nel 2017 tra i ragazzi del primo anno. Ma il record di fedeltà quest’anno spetta alla torinese Eleo­nora Camilla Gasparrini, a segno per il se­condo anno consecutivo tra le Allie­ve dopo aver vinto nel 2016 anche l’Oscar per le Esordienti.

È l’ennesima dimostrazione dell’effetto che ai campioni del pedale fa l’Oscar tuttoBICI: quando lo conquisti, non vuoi più saperne di mollarlo...

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Ancora una vittoria per Thomas Pidcock. Il britannico vince per distacco la sesta prova della Coppa del Mondo di Ciclocross per Under 23 che si è disputata a Pontchateau, in Francia. Il campione europeo mette in luce tutta la sua...


Chiusura in bellezza dell'Italia nella quinta prova di Coppa del Mondo disputata a Cambridge, In Nuova Zelanda. Dopo il bronzo del quartetto rosa nell'inseguimento a squadre della prima giornata, oggi la nazionale azzurra ha conquistato altre tre medaglie pesanti. Martina...


L’edizione 2019 del Tour Down Under si è concusa con il successo dell’UAE Team Emirates nella classifica generale a squadre (foto Bettini).Un dominio iniziato nella prima tappa e mantenuto anche al termine dell’ultima e cruciale frazione con partenza da McLaren...


Allo sprint una grande Martina Fidanza conquista la medaglia d'Oro in Coppa del Mondo. Sulla pista neozelandese di Cambridge, la giovane bergamasca del team Eurotarget Bianchi Vittoria fulmina la polacca Pikulik e la neozelandese Hodges nella finale dello Scratch femminile....


Bella prova degli azzurri in Coppa del Mondo di Ciclocross. A Pontchateau, Francia, dove si è svolta la sesta prova successo del figlio d'arte Thibau Nys. Il giovane belga allo sprint ha preceduto un drappello di tre atleti fra cui...


E' il giovane colombiano Rodrigo Contreras a regalare la prima vittoria della nuova stagione all'Astana. Il 24enne di Medellin ha conquistato infatti, per distacco, la Clasica de Tuta in Colombia manifestazione in circuito della tre giorni della Ferias y Fiestas...


Non ha una laurea, ma il diploma sì. E il ciclismo è la sua vita. Rigoberto Uran l’aveva giurato a sua papà, il quale gli aveva detto: «Ti faccio correre solo se completerai gli studi». Rigo di esami, non solo...


È stata festa grande, ieri sera, per il Cimo Fans Club. Al Ristorante Primavera di Godega Sant'Urbano, in provincia di Treviso, infatti, i tifosi hanno festeggiato Davide Cimolai, la sua stagione 2018 con il capolavoro in maglia azzurra all'Europeo di...


«Sono molto soddisfatto delle due vittorie parziali e del quinto posto finale di Miguel Florez» parte dai dati più salienti Gianni Savio per riassumere la Vuelta al Tachira dell’Androni Giocattoli Sidermec.La corsa venezuelana, che si è chiusa ieri, ha visto...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy