FACCE DA CROSS. SCAPPINI: IL TRICOLORE, LA MAGLIA UAE E LA DEDICA DI FORMOLO

CICLOCROSS | 13/01/2022 | 09:25
di Danilo Viganò

Un grande regalo da Davide Formolo. Così Samuele Scappini ha festeggiato la conquista del campionato italiano di Ciclocross Juniores, indossando la divisa della Uae Team Emirates.
"Devo ringraziare il Gaspa (Luciano Gasparotto, ndr)che ha fatto da mediatore per farmi avere questo bellissimo e graditissimo regalo. E' stato lui a chiedere a Formolo il completino se io in cambio avessi disputato una bella gara. Detto fatto, e subito ho ricevuto da Formolo una maglia autografata, con una dedica speciale: a Samuele con simpatia", si legge sulla livrea firmata dal corridore della Uae.
"Sono un grande tifoso di Formolo, e la sera stessa dell'Italiano l'ho ringraziato con un messaggio di testo su whatsApp".

Formolo si è distinto per un gesto di grande generosità, e Scappini lo ho ripagato con lo splendido successo nel Campionato Italiano a Variano di Basiliano, in Friuli, al suo primo anno nella categoria juniores.
"Da quando ho iniziato a correre è il mio primo titolo tricolore. Vestire questo simbolo è stata una grande emozione che voglio condividere con il mio allenatore Giancarlo Montedori e con tutta la società del Team Fortebraccio. Devo tutto a mamma (Nicoletta), è lei che mi ha trasmesso la voglia di pedalare. Ha sempre avuto una passione pura per il ciclismo fin da piccola".

Samuele è figlio unico e abita a Marsciano, fuori Perugia dove si disputarono i mondiali su strada juniores del 1982 (4° Gianni Bugno, 5° Franco Ballerini, ndr), assieme alla madre Nicoletta Sisani, casalinga. Il padre Luca fa il pasticciere e risiede a San Martino in Campo. Studia meccatronica all’Istituto Omnicomprensivo "Salvatorelli Moneta" di Marsciano ed è fidanzato con Chiara. A correre ha iniziato da G2 con la Nestor Sea di Marsciano. Scappini non lo si scopre certo oggi. Il corridore umbro arriva da una stagione su strada esemplare caratterizzata da sette successi. Ha un buon motore, il coraggio non gli manca e tiene bene su tutti i terreni.

“Il 2021 è andato proprio bene anzi, benissimo. Sono riuscito a vincere anche quando mi sono trovato in situazioni difficili. Con la squadra abbiamo fatto un lavoro eccellente, non pensavo che sarei riuscito a vincere sette corse ma soprattutto arrivare a coqnuistare il titolo italiano di Ciclocross e indossare per tre volte la maglia azzurra della Nazionale. Il cross mi piace moltissimo anche perché mi diverto ed è un ottimo viatico per la strada. Rispetto agli ultimi anni ho fatto grandi progressi e spero di migliorare ancora”.

Ora ad attendere il neo campione italiano di Ciclocross degli Juniores ci saranno due appuntamenti di altissimo livello: la prova della Coppa del Mondo in programma, domenica 16 gennaio a Flamanville, Francia, ma soprattutto il campionato del mondo a fine mese negli Stati Uniti d’America.



Copyright © TBW
COMMENTI
Scappini
13 gennaio 2022 19:23 Introzzi
Scappini, senza alcun dubbio uno che potrà avere un futuro, non si vincono sette gare con la gloriosa Coppa d' oro ... e mi fa molto piacere che un grande Tecnico come Giancarlo Montedori sia al suo fianco ... Vi auguro molte altre bellissime soddisfazioni.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dries DE BONDT. 10 e lode. Il 30enne passistone belga fa filotto e si porta a casa di tutto e di più: traguardi volanti e quello finale. Prende di tutto, perché lui dopo la beffa di Reggio Emilia (è stato...


Ancora un secondo posto al Giro per Edoardo Affini, il corridore della Jumbo-Visma che dallo scorso ann, sta inseguendo una vittoria di tappa alla corsa rosa. Affini oggi aveva deciso di provare a vincere, con la consapevolezza che le uniche...


Come già accaduto nella prima tappa, Remco Evenepoel impone la sua legge nella terza frazione del Tour of Norway, la Gol - Stavsro di 175 km. Il belga della Quick Step Alpha Vynil a staccato tutti per andare a cogliere...


Non sono su Twitter (per incassare insulti mi basta Facebook, almeno non sono anonimi), non sono su Twitter eppure alla partenza mi mostrano un tweet di Jacopo Guarnieri: “C'è qualcosa di peggio dei giornalisti che si lamentano di una corsa...


Ha vinto un miracolato. Lo sa, lo dice, lo racconta: «Sul traguardo ho lanciato un urlo di incredulità! Ho sempre cercato di inseguire i miei sogni, sono diventato sempre più forte e oggi ho realizzato quel sogno. Siccome più è...


Dopo tante corse al servizio di Girmay e Kristoff, Andrea Pasqualon si ritaglia un giorno da protagonista e vince il Circuit de Wallonie. Nel classico appuntamento belga, il veneto della Intermarché ha preceduto l francese Zingle della Cofidis con Phikippe...


Quarto posto di Davide Gabburo nella diciottesima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Treviso. Tappa che avrebbe dovuto essere l’ultimo arrivo per velocisti della Corsa Rosa, ma i 4 attaccanti impongono un ritmo forsennato e sorprendono tutti. Tra loro...


Velocisti beffati, De Bondt in festa, Affini con il sogno infranto. E la maglia bianca di Lopez finita lontano lontano. Sono questi i verdetti della diciottesima tappa del Giro d'Italia, la Borgo Valsugana-Treviso che tutto è stato tranne che una...


Il francese Jason Tesson ha vinto allo sprint la prima tappa della Boucles de la Mayenne. Il portacolori della St Michel Auber ha preceduto sul traguardo di Andouillé l'olandese Bram Weletn e il francese Thomas Boudat. Per Tesson si tratta...


Grande serenità da parte dei primi tre in classifica dopo il ritiro di Joao Almeida, contagiato dal covid: «Nessun pericolo, sulle salite si è sempre mantenuto a distanza da noi». Imbarazzo di Carapaz e Hindley per le critiche che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach