LINEA VERDE. TOMMASO RIGATTI, UN'ALTRA STELLA DEL TRENTINO

DILETTANTI | 30/12/2019 | 07:48
di Danilo Viganò

Trentino del comune di Mori, nella Vallagarina, come il professionista Cesare Benedetti della Bora Hansgrohe e come l'ex prof Alessandro Bertolini, Tommaso Rigatti ha vissuto quest'anno la sua migliore stagione da quando è salito in bicicletta.


La vittoria più importante? La Coppa d'Inverno a Biassono. La vittoria più bella? Il Gran Premio San Luigi a Sona davanti a Faresin e Verza. A questa doppietta, si aggiunge un'altra doppietta di successi nei traguardi toscani di Vinci e Gambassi Terme. Ha avuto accanto uno squadrone come la General Store Essegibi F.lli Curia di Billy Ceresoli, che lascerà il prossimo anno per vestire i colori di un altro squadrone, la Continental Colpack-Ballan di Bevilacqua e Valoti.


Passista scalatore, Rigatti si è diplomato Perito Meccanico all'Istituto Tecnico Tecnologico "Guglielmo Marconi" di Rovereto, è fidanzato con Chiara, barista a Verona, ed è un ciclista a tempo pieno. L'ispirazione di correre in bicicletta gli è venuta leggendo un volantino che la ciclistica locale aveva appeso sulla bacheca della scuola. Aveva 7 anni. A Mori abita con mamma Orietta casalinga, papà Antonio, ex capo reparto di una azienda di trasporti ora pensionato, e la sorella minore Carlotta che gioca a pallavolo nella squadra del Mori e frequenta l'Università indirizzo medicina. Dei tanti corridori che possono dare ancora il meglio, Tommaso Rigatti è sicuramente quello che ha più chances degli altri.

Cosa ne pensi del momento del ciclismo italiano?
«L'arrivo in Italia dei corridori stranieri è un dato significativo che ci penalizza».

A quale età hai cominciato a correre?
«Ho iniziato da G1 con la Sc Mori. La prima bici era una Primula blu».

Il più forte corridore di tutti i tempi?
«Miguel Indurain, per la sua classe e la sua potenza nelle corse a tappe».

Segui altri sport con la stessa passione del ciclismo?
"Un pò la Pallavolo perché la pratica mia sorella, e il basket».

I tuoi peggiori difetti?
«Sono troppo timido».

Altruista o egoista?
«Altruista».

Cosa leggi preferibilmente?
«Ogni tanto le riviste che parlano di sport».

Cosa apprezzi di più in una donna?
«Il carattere».

Sei social?
«Molto, mi piace spaziare su tutti i canali».

Cosa cambieresti nel ciclismo di oggi?
«Vorrei più squadre a livello professionistico».

Piatto preferito?
«Il Sushi».

Hobby?
«Camminare in montagna».

La gara che vorresti vincere?
«Giro delle Fiandre».

Televisione, cinema o teatro?
„Non sempre, ma quando capita scelgo la televisione».

I ragazzi di oggi con quelli di ieri: le differenze?
«Oggi sono distratti dalla troppa tecnologia, passano meno tempo insieme e sono ossessionati dai cellulari».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sarà per i 214 cm che ne tradiscono il passato cestistico, ma Tomas Van den Spiegel è chiaramente un uomo che vola alto. L’ex pivot di Fortitudo Bologna e Virtus Roma è dal 2018 CEO di Flanders Classics, la società...


L’annunciata perturbazione ha innevato Brinzio nella giornata di oggi, 8 dicembre, tradizionalmente dedicata alla Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. Uno scenario tipicamente invernale che però non ha scoraggiato alcuni appassionati di ciclismo che si sono ritrovati con...


Sono avversarie, ma sono sempre sorelle. Elisa e Arianna Bianchi sono le nuove promesse del ciclismo bresciano e non solo. Spaziano con facilità dal ciclocross alla mountain bike e sono brave anche su strada. Entrambe tricolori con due titoli a...


Chi è la più spericolata in gruppo? La più simpatica? La più brontolona? Meglio un tecnico uomo o donna? Cosa non tolleri nelle persone? Sei fidanzata? Sono solo alcune delle tante domande a cui sono state sottoposte Maria Giulia Confalonieri...


Il nuovo lupetto invernale di SIXS sfrutta l’innovativo materiale BLAZEFIT, un portento che con l’aiuto del Rame va a definire nuovi standard termici per combattere il freddo invernale durante l’attività sportiva. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


Il 13 dicembre, a Madrid, si alzerà ufficialmente il sipario sulla Drone Hopper-Androni Giocattoli. Nuovo sponsor e nuovi colori, ma a guidare il team ci sarà il caro vecchio entusiasmo di Gianni Savio. 22 corridori, con età media di 24...


Mathieu van der Poel vuole continuare a sorprendere ancora e tra i suoi obiettivi, oltre a un Mondiale su strada e su Mountain bike, adesso ci sarebbe l’idea di conquistare il titolo iridato Gravel. L’olandese negli Stati Uniti a gennaio...


La più reale è W VERDI: significa Viva Vittorio Emanuele Re D’Italia, e comparve sui muri di Milano e Venezia durante il Risorgimento. La più comica è W LA FOCA: il titolo di un film italiano del 1982, con Bombolo,...


Ieri pomeriggio l'annuncio della rescissione del contratto con il Team DSM, poche ore più tardi Tiesj Benoot ha ufficializzato che correrà per il Team Jumbo-Visma nelle prossime due stagioni. Il 27enne corridore fiammingo, già vincitore delle Strade Bianche, spiega:...


Una scorpacciata di ciclismo, con l’unico successo del 2021 – quello colto da Riccardo Santamaria proprio sul traguardo di Cantù – rilanciato più e più volte sul maxischermo e le squadre 2020, 2021 e 2022 a fare bella mostra di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI