L'ORA DEL PASTO. LA CAROVANA DEL FAUSTO

NEWS | 10/09/2019 | 07:49
di Marco Pastonesi

Da Caserta a Castellania. Appia, Cassia, Aurelia, con la complicità della via Francigena, più varianti e variabili, e l’arrivo in salita. Fausto Coppi, nel 1945, ci mise sei giorni (dal 30 aprile al 5 maggio), su strade disastrate e bombardate. La carovana coppiana, pedalando nella storia e perfino nella cultura, ce ne metterà sette (dal 9 al 15 settembre), dribblando auto ed evitando camion, ma non disdegnando un passaggio su un pullmino. Quanto alle bici (e all’abbigliamento), in segno di rispetto e omaggio, nel nome della storia e della tradizione, saranno più o meno le stesse: d’epoca.

Si chiama carovana. L’origine è, addirittura, persiana. Indicava una compagnia di viaggiatori, con bestie da soma e mercanzie, attraverso zone deserte, disagevoli, pericolose, fra banditi e rapinatori. Una carovana, una colonna, una fila, una moltitudine di viandanti. E il tragitto come destino anche senza una precisa destinazione, ma sempre con l’urgenza della sopravvivenza. Coppi tornava alla vita in un’Italia lacerata, inseguendo speranze e sogni, i coppiani ripercorrono nel suo nome – a cento anni dalla nascita e a quasi sessanta dalla morte - quella strada per la libertà, per la rinascita, per la felicità. C’è anche la carovana del Far West, facile preda dei pellerossa, c’è la carovana pubblicitaria che precede il Giro e il Tour fra lanci di cappellini e spruzzi di acqua, ma questa carovana coppiana (coppista, direbbero i toscani) è più nobile.

Ci incontreremo giovedì alle 19 nella Villa Camerata di Firenze, ai piedi della collina di Fiesole. Oggi è un ostello, ieri una lunga storia: edificata nel Trecento (si racconta che vi abitassero Dante Alighieri e perfino un fantasma dopo il misterioso assassinio di una donna) o più probabilmente nel Quattrocento, restaurata, ribattezzata Villa Talpa, dal 1955 trasformata per ospitare 300 persone in camere a tre, quattro o sei letti, nel 2009 accolse i corridori del Giro d’Italia nell’edizione denominata GiroBio e gestita da Giancarlo Brocci (GiroBio e Giancarlo Brocci – non può essere, e me ne accorgo soltanto adesso, una coincidenza - hanno le stesse iniziali).

L’occasione sarà il mio “Coppi ultimo” (66thand2nd): un altro viaggio – giornalistico, storico, letterario, sentimentale – intorno al Campionissimo nel suo ultimo anno agonistico (il 1959), quando si spremeva, si sfiniva, si dava, si prodigava, si concedeva, si regalava, si immortalava, si celebrava, si moltiplicava in una giostra di appuntamenti fra corse, riunioni, impegni, incontri, progetti e ancora, sempre, viaggi. Il Coppi meno scavato, esplorato, raccontato. Il Coppi più fuggiasco, più vulnerabile, più umano. Il Coppi che preparava, silenziosamente ma sotto gli occhi di tutti, l’ultima fuga.

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Grande giornata per i colori della Trek Segafredo sulle strade di Francia: il danese Mads Pedersen ha infatti vinto per distacco il Gp Isbergues mentre al secondo posto è giunto, con un distacco di 38 secondi, il suo compagno di...


Doppietta per i colori della Delio Gallina Colosio Eurofeed in Puglia. Luca Rastelli si è imposto per distacco nella Targa Crocifisso di Polignano a Mare (Ba) dopo una bella azione solitaria di 12 chilometri. Alle sue spalle Edoardo Sali, secondo...


Davide Cassani ha fatto la sua prima scelta riguardo le riserve per il campionato mondiale: Kristian Sbaragli sarà una delle due riserve azzurre. «Una scelta l'ho fatta - ha detto il ct azzurro in diretta a RaiSport - e riguarda...


Comincia con un risultato pronosticato - trionfo dell'Olanda - e conla sfortuna azzurra il Mondiale dello Yorkshire. La staffetta mista ha visto infatti il successo della nazionale olandese che ha avuto la meglio sulla Germania e sulla Gran Bretagna. Maglia...


La 50^ edizione del Trofeo Gianfranco Bianchin, messa in cantiere dal Velo Club Gianfranco Bianchin, ha premiato il 22enne pescarese Francesco Di Felice (General Store) bravo ad imporsi allo sprint sul traguardo di Ponzano Veneto (Tv) al termine di una prova spettacolare ed...


Nuova vittoria per il tedesco Pascal Ackermann che si è imposto allo sprint nella Gooikse Pijl, classica autunnale che si disputa in Belgio. IL portacolori della Bora Hansgrohe ha preceduto l'azzurro Alberto Dainese della Seg Racing e il belga Timothy...


Matteo Trentin è pronto per guidare la squadra azzurra al Campionato del mondo nello Yorkshire. Il capitano azzurro oggi si è imposto nella 72a edizione del Trofeo Matteotti. Il 30enne trentino della Mitchelton Scott, oggi nella selezione azzurra schierata dal...


“Finalmente abbiamo interrotto quella che sembrava una maledizione…” E’ sollevato e contento Mirko Celestino dopo la conquista della medaglia di bronzo di Samule Porro ai Mondiali Marathon che si sono svolti a Grenchen, in Svizzera, e che hanno visto vincere Paez Leon, tra gli uomini, e Ferrand Prevot tra le donne....


Volata a ranghi compatti al Trofeo Raffaele Marcoli di Turbigo per juniores e successo di Mattia Pinazzi. Il corridore emiliano, del team Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco, ha superato Samuel Quaranta del Team Lvf, e il piemontese Baratella.  ...


Trionfo sulle strade del Milanese per la squadra Allievi della Ausonia Csi Pescantina. Vittoria di Matteo Consolini che allo sprint si aggiudica la 44sima edizione della Coppa città di Dairago svoltasi sulla distanza di chilometri 79. Terzo posto a...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy