FLY TEAM. BONZANNI (TRICOLORE DIABETICI) E ROCCA CONQUISTANO L'EVERESTING

ESTREMO | 30/07/2019 | 09:40

Due atleti della Fly Cycling Team, società della Brianza presente in campo agonistica con una formazione di Elite e Under 23 di Diabetici, sono stati protagonisti di una piccola grande impresa conquistando l'Everesting più ripido mai tentato fin'ora sul Monte Zoncolan, considerata la salita più dura d'Europa. Otto ascese consecutive dal versante di Ovaro per raggiungere e superare entro 24 ore il dislivello del Monte Everest posto a 8848 m slm.


Simone Bonzanni (Campione Italiano Diabetici in carica) e Marco Rocca, hanno impiegato circa 13h 20' per completare le 8 ascese programmate per raggiungere un dislivello di 9.222 ed entrare di diritto nella Hall Of Fame Everesting. Una prestazione sportiva studiata ed organizzata nei minimi particolari già dall'inverno scorso. Una sfida prima che con il Monte Zoncolan, con se stessi, per dimostrare che con una giusta preparazione fisica/mentale un adeguato controllo glicemico, ed una sana e corretta alimentazione, ogni persona affetta da diabete può non solo condurre una vita normale, ma raggiungere traguardi considerati impossibili e proibitivi.

"Siamo molto soddisfatti di aver supportato i nostri due atleti in questa avventura-spiega Luca Maria Lucini-. Simone e Marco non sono nuovi a queste sfide estreme, ma conoscendo il loro impeto e l'inventiva che alberga nel loro Dna stanno già pensando a qualcosa di nuovo".


Un ringraziamento speciale a C.D.I. - Centro Diagnostico Italiano, RH+, GENSAN, UNIONE SPORTIVA OVARO, Mario Sopracase, Enzo Cainero e in particolare al paese di Ovaro per avere creduto e contribuito alla riuscita di questo progetto socio-sportivo.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Mark Cavendish vestirà la maglia della Deceuninck Quick Step per un'altra stagione. Dopo essere arrivato all'inizio del 2021 per quella che si è rivelata una stagione storica, Mark rimane a far parte del Wolfpack, squadra con cui è tornato a...


Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


Immaginate la scena: è la sera del 22 ottobre, Ashton Lambie ha appena realizzato il suo sogno di vincere il titolo mondiale dell'inseguimento su pista e rientra nel suo albergo a Roubaix. Ha ancora addosso la maglia iridata, deve ancora...


A Vermiglio i cannoni non serviranno e ieri, dopo abbondanti nevicate, è stato ultimato il tracciato della tappa di Coppa del Mondo in Val di Sole che sabato e domenica accoglierà i big del ciclocross. Sarà un circuito di 3...


Prosegue il dibattito sullo stato del ciclismo giovanile. Dopo l’appello e le argomentazioni di Daniele Di Batte relativamente alla categoria Giovanissimi in provincia di Livorno, tuttobiciweb raccoglie ora l’intervento di Roberta Santini, vicepresidente provinciale della Federciclismo labronica che si fa...


Il copertoncino tubeless CST Tirent è l’ideale per il Gravel ed è nato per affrontare i  più svariati terreni tipici della specialità. Grazie alla larghezza di 42mm e alla mescola Dual sorprende per trazione comfort. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI