MAGNIC MICROLIGHTS. I FARI A CORRENTI DI VORTICE

COMPONENTISTICA | 14/01/2018 | 07:18
Magnic Microlights è un sistema di illuminazione per la bici senza contatto nel senso che non richiede l’utilizzo di una dinamo per la produzione di energia e al tempo stesso non necessita nemmeno di una batteria. Come è possibile?

Dallo stesso inventore di Light iC (una sorta di prototipo della stessa filosofia), Magnic Microlight presenta funzionalità più evolute come la possibilità di fungere da segnalatore di frenata e di volontà di svolta (le frecce, per intenderci), il tutto con un dispositivo leggero e minimalista. Soprattutto, ecologico.

Si basa infatti sul fenomeno del cosiddetto "eddy current" ossia sulle correnti di vortice, chiamate così perché si comportano come il remo immerso nell'acqua che crea piccoli vortici mentre la barca procede. Spieghiamo meglio: chiamate anche correnti parassite o correnti di Foucault sono indotte in masse metalliche conduttrici immerse in una situazione particolare ossia in un campo magnetico variabile o movente attraversando un campo magnetico costante o variabile. Il primo a osservare questo fenomeno fu proprio il celebre fisico francese Jean Bernard Léon Foucault nel 1851. 

Ok, ma come viene impiegato in questo sistema? "I movimenti relativi dei magneti e del materiale conduttivo vicino inducono correnti parassite nel materiale conduttivo ossia nel caso della luce da bici nel bordo metallico. Queste correnti parassite hanno i loro campi magnetici che vengono assorbiti dal nucleo del generatore di luci magnetiche e in questo modo producono energia elettrica”, spiega l’inventore Dirk Strothmann. La ruota gira, la luce si attiva, senza attrito e senza aumentare lo sforzo, mentre quando ci si ferma un capacitore integrato mantiene temporaneamente il funzionamento.

I componenti si vanno a montare in corrispondenza delle ganasce del freno, sono compatibili con i modelli Shimano rimpiazzando quelli già montati. Quando si frena la luce diventa più intensa, mentre comandi alle levette sul manubrio (via Bluetooth) segnalano l’intenzione di svolta a destra o a sinistra. C’è addirittura una applicazione companion che fornisce indicazioni di svolta e che aziona automaticamente le frecce per informare sia il ciclista stesso sia chi lo circonda.

Quanto costa Magnic Microlights? Per il momento si trova a un costo promozionale dovuto al fatto che è parte della campagna di crowdfunding su Kickstarter dunque con 19 euro appena (23 dollari negli USA) si potrà finanziare e ricevere un set di luci frontali o posteriori. Se si vuole il doppio set si dovrà pagare 38 euro (45 dollari). L’unico dubbio? Si è richiesto un budget minimo di un milione di dollari da recuperare  ancora in 39 giorni (siamo a 69.000 dollari al momento della stesura dell’articolo); forse, una somma troppo alta.

Diego Barbera
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

La Sanremo non è andata come aveva sognato, ma Elia Viviani si mantiene ampiamente al comando della classifica dell'Oscar tuttoBICI Gran Premio Vittoria. Il veronoese della Deceuninck Quick Step, che domenica andrà a caccia di rivincite nella Gand-Wevelgem, conserva un...


  Una bici per Raisi. Ne avevamo scritto 15 mesi fa proprio qui, su Tuttobiciweb. Una bici da corsa per un ruandese di Kigali – Raisi, appunto – appassionatissimo di ciclismo, di identità imprecisa, di età misteriosa, povero e senza...


Alla vigilia della “Classicissima”, una delle gare più emozionanti e spettacolari del calendario internazionale, primo grande appuntamento nella stagione delle due ruote, la grande famiglia del ciclismo si è ritrovata a Milano per un’occasione speciale, una di quelle circostanze in...


  Ieri, lunedì 25 marzo 2019, si sono svolti a Rozzano, grosso centro attaccato a Milano, nella zona sud, i funerali di Mario Radaelli, 84 anni, milanese nato in zona piazzale Loreto, scomparso nel fine settimana dopo breve malattia. Persona...


Se sull’arrivo di via Roma abbiamo assistito alla vittoria in volata di un grandissimo Julian Alaphilippe su un gruppo di attaccanti, un epilogo analogo si è consumato sull’arrivo virtuale della prima prova del Cyclissime Game. Nei panni di Alaphilippe, Martino...


Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato della società organizzatrice del Giro della Valle d'Aosta e della Young Cup Gentili società, è con rammarico che vi comunichiamo che la terza edizione della Young Cup in programma domenica 16 giugno non si farà....


''PEDALA... SICURO!'' Questo il titolo a doppio senso della rubrica di KOK srl New Time, centro multimediale con sede a Forli (FC) nel cuore dell’Emilia Romagna, struttura di produzione televisiva, cinematografica, service audio video d'eccellenza che si prefigge di diversificare...


  Si svolgerà, in occasione del 90° anniversario dalla sua fondazione, la Cerimonia inaugurale del XXXVI Congresso Nazionale della Federazione Medico Sportiva Italiana che verterà sul tema “Età biologica, età anagrafica”. La cerimonia inaugurale, che vedrà la partecipazione di più...


È cominciata bene lastagione per il Velo Club Mendrisio. I ragazzi del team manager Alfredo Maranesi e del direttore sportivo Dario Nicoletti si sono messi in bella evidenza anche domenica nella prima edizione del Gran Premio Ticino, gara nazionale di...


Uno splendido sole illuminava la pista intitolata ad Alfredo Martini a Donoratico (sede degli allenamenti dei giovanissimi) per la presentazione delle squadre dell’U.C. Donoratico per la stagione 2019. Dopo gli ottimi risultati dell’anno scorso, rinnovato il duplice accordo con le...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy