SONDAGGIO. DIESSE, L'ULTIMA VOLATA

TUTTOBICI | 23/10/2017 | 07:46
Ultimi giorni, ultime ore per scegliere il direttore sportivo italiano dell'anno al quale verrà assegnato il Gran Premio GR Grafiche nel corso della Notte degli Oscar che si svolgerà il prossimo 20 novembre a Milano.

Siete stati davvero tantissimi a votare - un successo inaspettato di contatti e di preferenze - e quindi non perdete l'occasione per esprimere la vostra scelta, anche perché la situazione è davvero incertissima tra i tre candidati che abbiamo proposto. L'ultimo rilevamento di questa mattina c'è dà questa situazione:

34%  Davide BRAMATI
31%  Giovanni ELLENA
35%  Paolo SLONGO
 
Avete tempo per votare fino a domenica 29 ottobre: al termine - come accade per esempio al Festival di Sanremo... - i vostri voti saranno sommati a quelli di una giuria di qualità formata da giornalisti e da direttori sportivi in attività, giuria che si riunirà lunedì 29 ottobre per effettuare la propria scelta. L'ultima volata è lanciata...

Per votare CLICCA QUI

L'ALBO D'ORO

2009 - Valerio PIVA
2010 - Stefano ZANATTA
2011 - Roberto REVERBERI
2012 - Luca SCINTO
2013 - Giuseppe MARTINELLI

2014 - Giuseppe MARTINELLI
2015 - Stefano ZANINI
2016 - Davide BRAMATI
Copyright © TBW
COMMENTI
Ellena
13 ottobre 2017 09:45 geo
Sicuramente il migliore rispetto ai corridori che aveva

13 ottobre 2017 10:35 foxmulder
Mourinho. Non c'è storia. Tra l'altro fatico a definire Slongo, persona che stimo molto e ottimo preparatore atletico, come direttore sportivo.

Ellena
13 ottobre 2017 11:13 andre97
Il migliore del 2017

ds
13 ottobre 2017 13:09 Rada
Bramati tutta la vita

Maini
13 ottobre 2017 13:12 maicol
Nn è nella lista ma sempre il migliore

Ellena.
13 ottobre 2017 14:01 Bastiano
Decisamente lui!

Vota ds
13 ottobre 2017 14:24 alberto60
Ellena

ELLENA
13 ottobre 2017 16:04 Bronson2103
ll migliore del 2017

ELLENA
13 ottobre 2017 16:36 Paul95
Se lo merita; un grande coltivatore di talenti (Rosa,Bernal e molti altri) che ha dato tanto al ciclismo. Ma sopratutto un Canavesano DOC... vai Giò!!

Francesco Frassi il nuovo Ferretti!
13 ottobre 2017 16:37 roger
Secondo la mia personale opinione, questo premio avrebbe dovuto includere tutti i d.s. italiani e non soltanto questi tre (nomi di tutto rispetto). Sarebbe stato più corretto oltreché entusiasmante. Vivendo il ciclismo da vicino ormai da una vita, ne ho visti tanti, anzi tantissimi. E a mio avviso, negli ultimi anni uno mi ha colpito in modo particolare: Francesco Frassi d.s. di amore e vita. Mi rendo conto che probabilmente sarebbe stato scomodo inserire il suo nome tra quelli sopra, includendone comunque anche altri. Tanto più sarebbe stato molto imbarazzante se il premio fosse andato ad un d.s. di una squadra continetal a confronto a certi giganti, mostri sacri, che dirigono le formazioni world tour o professional. Però se consideriamo i risultati ottenuti da Frassi in pochissimi anni, c’è soltanto da togliersi il cappello e dirgli bravo. Non credo che molti abbiano ottenuto un bronzo mondiale alla gara di esordio (Campionati mondiali su strada juniores a Firenze), un bronzo che resterà probabilmente storico per una nazione come l’Albania che a livello sportivo non ha mai vinto niente in alcuna disciplina. E poi da considerare i risultati ottenuti proprio come direttore dell’amore e vita, risultati a dir poco sensazionali per un giovane e se vogliamo anche inesperto che si è trovato catapultato in un ambiente che a molti avrebbe fatto paura, con estrema caparbietà, coraggio, serietà e competenza, bruciando le tappe con grande impegno e professionalità. Quest’anno ha vinto 8 corse, tra cui l’Appennino con Celano, il Tour de Jura in Francia con Ficara ed infine con Zamparella il Memorial Pantani. Due prove della Coppa Italia oggettivamente le ha vinte solo lui, quindi credo che il suo nome sarebbe dovuto essere presente su questa lista e con molta probabilità dico anche che avrebbe meritato di vincere! Alla fin fine Frassi ha raccolto più di tutti in Italia, specialmente se si fanno le dovute proporzioni. Io considero lui e l’amore e vita i vincitori morali della Coppa Italia, perché alla fine vincere all’estero è sempre importante ma se poi non si vince in Italia ha tutto un altro sapore e un altro valore. Spero che questo ragazzo continui su questa strada perché sicuramente saprà togliersi numerosissime soddisfazioni in futuro.

Elena fisso!!
13 ottobre 2017 17:08 paoletta
Ha portato l\'Androni alla vittoria finale della coppa Italia.

Francesco Frassi il nuovo Ferretti!
13 ottobre 2017 19:14 roger
Secondo la mia personale opinione, questo premio avrebbe dovuto includere tutti i d.s. italiani e non soltanto questi tre (nomi di tutto rispetto). Sarebbe stato più corretto oltreché entusiasmante. Vivendo il ciclismo da vicino ormai da una vita, ne ho visti tanti, anzi tantissimi. E a mio avviso, negli ultimi anni uno mi ha colpito in modo particolare: Francesco Frassi d.s. di amore e vita. Mi rendo conto che probabilmente sarebbe stato scomodo inserire il suo nome tra quelli sopra, includendone comunque anche altri. Tanto più sarebbe stato molto imbarazzante se il premio fosse andato ad un d.s. di una squadra continetal a confronto a certi giganti, mostri sacri, che dirigono le formazioni world tour o professional. Però se consideriamo i risultati ottenuti da Frassi in pochissimi anni, c’è soltanto da togliersi il cappello e dirgli bravo. Non credo che molti abbiano ottenuto un bronzo mondiale alla gara di esordio (Campionati mondiali su strada juniores a Firenze), un bronzo che resterà probabilmente storico per una nazione come l’Albania che a livello sportivo non ha mai vinto niente in alcuna disciplina. E poi da considerare i risultati ottenuti proprio come direttore dell’amore e vita, risultati a dir poco sensazionali per un giovane e se vogliamo anche inesperto che si è trovato catapultato in un ambiente che a molti avrebbe fatto paura, con estrema caparbietà, coraggio, serietà e competenza, bruciando le tappe con grande impegno e professionalità. Quest’anno ha vinto 8 corse, tra cui l’Appennino con Celano, il Tour de Jura in Francia con Ficara ed infine con Zamparella il Memorial Pantani. Due prove della Coppa Italia oggettivamente le ha vinte solo lui, quindi credo che il suo nome sarebbe dovuto essere presente su questa lista e con molta probabilità dico anche che avrebbe meritato di vincere! Alla fin fine Frassi ha raccolto più di tutti in Italia, specialmente se si fanno le dovute proporzioni. Io considero lui e l’amore e vita i vincitori morali della Coppa Italia, perché alla fine vincere all’estero è sempre importante ma se poi non si vince in Italia ha tutto un altro sapore e un altro valore. Spero che questo ragazzo continui su questa strada perché sicuramente saprà togliersi numerosissime soddisfazioni in futuro.

D%u2019ACCORDO CON ROGER
13 ottobre 2017 20:02 Pedalatore
Un direttore sportivo che ha diretto una squadra continental vincendo due prove della coppa italia doveva essere almeno in nomination . IO VOTO FRASSI

13 ottobre 2017 20:26 Line
Bramati dico ..la sua squadra ha vinto 16 tappe tra giro vuelta e tour ... 2 classiche .. e sempre sul podio dalla Sanremo al Lombardia
Marco

FRASSI
13 ottobre 2017 20:29 Bike a Vita
personalmente non lo conosco. Peró ero presente alla tre valli varesine. Mi ha impressionato la condotta di gara di amore e vita, una squadra continental che con i suoi corridori %u201Cminori%u201D o non famosI fino all%u2019ultimo giro ha provato a far saltare ogni tattica delle squadre blasonate. Mi sono incuriosito e dopo l%u2019arrivo sono andato a vedere in faccia chi li dirige. Poi se andiamo a vedere i risultati precedenti e poi i risultati anche come ct dell%u2019Albania che io non sapevo, anche io dico che se fosse stato in nomination avrei votato FRASSI. Bravo

FRASSI
13 ottobre 2017 20:47 Gas in fondo
Conosco Francesco, grandi capacità e professionalità. Peccato non poterlo votare

Frassi!!!!
14 ottobre 2017 13:26 alocin75
Concordio perfettamente tutta la linea del commento di roger e poi il fatto che è stato lanciato da fanini per forza frassi deve essere bravo.

Roger
14 ottobre 2017 16:38 blardone
Hai ragione di dire come Ferretti . non c erano limiti . Celano non vede più l arrivò da quando è passato proffesional . con tutto il rispetto per il DS Frassi qui si parla di un altra categoria .. Ellena ha dimostrato in questi anni di essere un valido Direttore . Comunque complimenti a tutti

per blardone
16 ottobre 2017 17:13 antani
Ciao Blardone, qui ti sbagli. Tutti bravi a giudicare Celano e a crocifiggerlo come il più grosso dopato del 2017 e solo perchè nell'ultima parte di stagione per un infortunio ha reso meno delle aspettative. Allora di uno come Pozzato cosa dovremmo dire? Tanto per fare un esempio a caso, me ne potrei nominare centinaia. Però, com'è giusto che sia nessuno dice niente, perchè sarebbero solo chiacchiere inutili. A gente come voi fa più piacere criticare i piccoli nomi (come quello di Celano) o altri, screditandone il lavoro e gettando ombre sulle sue capacità. Se Celano era davvero un flop magari lo vedremo l'anno prossimo ma fino a prova contraria, questo ragazzo a parte il primo momento di difficoltà per rimettersi in sesto dall'infortunio, all'ultima corsa in Turchia è andato forte, indossando anche la maglia di miglior scalatore. Quindi anzichè dire cavolate vatti a documentare e prendine meno per favore...

avete sbagliato
17 ottobre 2017 00:02 lupoalberto
...il miglior Autista ...i DS sono un'altra cosa

Giovanni Ellena
17 ottobre 2017 20:45 sasa
Indiscutibilmente lui, non solo per il suo garbo, cortesia e professionalità ma soprattutto perchè ha dimostrato di essere capace - come si dice in gergo - di FRIGGERE IL PESCE CON L'ACQUA. Ovvero tirare fuori il massimo, a livello di valorizzazione di corridori e risultati nelle corse, pure lavorando per un team dalle risorse contenute. Questo vale più di ogni altra cosa. Bravo Ellena!

mah
17 ottobre 2017 22:21 berto8888
Non riesco a capire la presenza di Slongo in questa competizione.

RIPENSANDOCI..................
18 ottobre 2017 19:46 alocin75
Ripensandoci il premio è strameritato al ds Frassi,è facile vincere con NIBALI,ULISSI,ARU O con una squadra come di BRAMATI oppure quella di ELLENA che a vinto tutto solo all'estero

Slongo... DS?
20 ottobre 2017 11:03 Cyclo Fan
Non si é ancora capito bene che figura rivesta Slongo.. a seconda dei casi é preparatore atletico oppure DS.. decidetevi..
In ogni caso al Giro di Lombardia il DS che ha diretto la corsa é stato Volpi..

Antani
20 ottobre 2017 14:21 blardone
Io non ho detto certe parole . il mio era un esempio e vai tranquillo che non mi sbaglio .comunque io ho visto tutto il giro di Turchia e la maglia di miglior scalatore la vinta Mirko Maestri . Per quanto riguarda a Pozzato è passato a 19 anni nella Mapei con gente come cancellara paolini cheula. Avrebbe potuto fare di più però se guardi il curriculum di Pozzato c e da leccarsi le dita ......... Quindi hai ragione bisogna documentarsi

Non ha senso
21 ottobre 2017 08:48 Mennone
Non ha senso votare il diesse di squadre prof che hanno il più delle volte 3/4 direttori sportivi che tra l%u2019altro servono a ben poco, visto che sappiamo tutti benissimo che i corridori hanno preparatore personale, medico e quant%u2019altro.
Avrebbe molto più senso votare il miglior direttore sportivo delle squadre giovanili, allievi, juniores...li si che conta davvero qualcosa....

24 ottobre 2017 16:59 Line
Dopo le 4 tappe vinte in Cina per la quick step spero diano il premio a bramati
Poi anche perché Slongo è un preparatore , a tutti gli effetti
Quando si parla di lui si è sempre e solo parlato di allenamenti

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Prima della trasferta per i Campionati Italiani Giovanili, ultima riunione per esordienti e allievi, sia maschi che femmine, sulla pista in località San Carlo dove si è svolta la prima edizione del Trofeo Team Eco Project organizzata dal Cycling Team...


Tredici tappe e un viaggio lunghissimo in quella che è la prima corsa cinese presente nel nostro calendario. Il Tour of Qinghai Lake accoglie la Wilier Triestina - Selle Italia per l'ottava volta e la squadra diretta da Luca Amoriello...


È in programma oggi e domani la 23a edizione del GP Fabbi Imola, la due giorni ciclistica giovanile che la Ciclistica Santerno Fabbi Imola organizza, come ogni anno, all’interno dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Una manifestazione sportiva...


Il menù di giornata propone al tour l'attraversamento del Massiccio Centrale, con una tappa dal tracciato molto nervoso, terreno ideale per chi ama attaccare. Quattro le salite in programma con il Col de la Croix de berthel che promette di...


Castelnuovo di Asola è pronta ad accogliere il ciclismo giovanile degli allievi per la prima edizione del Trofeo Città di Asola allestita dal Pedale Castelnovese di patron Renato Moreni. La corsa mantovana si svilupperà su 77 chilometri distribuiti su un...


Vi proponiamo le immagini della seconda tappa della 3giornorobica. Buona visione!


Peter SAGAN. 10. Non è certo un momento felicissimo questo per il fuoriclasse slovacco, la separazione dalla moglie non è cosa né di poco conto né tantomeno marginale. Sono cose che pesano, alle quali uno come Peter dà peso. Dicono...


Al termine dell'odierna tappa del Tour de France, Chris Froome ha risposto alle domande dei cronisti tornando sull'incidente di ieri che ha tagliato fuori dai giochi Vincenzo Nibali, forse il rivale più temibile per Sky in chiave maglia gialla. «Penso...


Sonny Colbrelli ha chiuso nella top ten di giornata, ma non può dirsi soddisfatto: «All'ultima curva un corridore della Dimension Data ha fatto il buco. Potevo far meglio, ma non giocarmi la vittoria, sinceramente non avevo gambe. Il Tour è...


Andrea Pasqualon centra un'altra top ten in volata al Tour de France, sul traguardo di Valence è 8°. «Quella di oggi è stata una volata difficile, è stato complicato soprattutto prendere posizioni. Dopo tre tappe alpine le gambe sono quelle...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy