1 Gennaio 1970 | 01:00
 
Copyright © TBW
 
COMMENTI
non esiste il solo ciclismo.
Venerdì 1/3/2013    limatore
Io ti auguro un gran bene e che tu riesca ad avere in futuro tante soddisfazioni, ma veramente c'è bisogno di un Leonardo che insegna a un prof o tanto meno a un dilettante o junior? E' come chiedere a Berlusconi di fare una lezione in Università su " come si può far tornare la fiducia nell'elettore?".
 
verità
Venerdì 1/3/2013    arianuova
Caro Leo, di te ero tifoso e conoscente... Capisco il tuo stato d'animo, ma non pensi che per poter veramente essere riabilitato dovresti dire tutta la verità e non solo quella che ti torna utile? Il 2008 è la punta di un iceberg, abbi il coraggio di dire come stavano le cose, altrimenti lascia stare...
 
Inizia a lavorare e bici per divertirti
Venerdì 1/3/2013    stc
Bha, sbagliare si può sbagliare, ma per diventare uomini forse è meglio pensare che non esiste solo lo sport per vivere , non ti ci vedo a insegnare a dei ragazzini, è un po come vedere uno che ha fatto una rapina in banca diventare Carabiniere. Forse molto umilmente basterebbe pensare di ricominciare da un lavoro qualsiasi e la bici rimanga un divertimento, altrimenti questo povero ciclismo rischia di rimanere circondato da dubbi e persone dubbiose.
 
Caro Leonardo
Venerdì 1/3/2013    ertymau
Comunque vada ti auguro tanta fortuna perche nella vita , una volta scontate le pene, si dovrebbe avere nuove opportunità.
Ciao
Maurizio
 
nomi e cognomi
Venerdì 1/3/2013    geo
OK, dignitoso il pentimento, però non si può credere che un corridore usi CERA senza l'aiuto di nessuno: allora per una riabilitazione vera si facciano nomi e cognomi. Vediamo il caso di Filippo Simeoni, tanto di cappello ad uno che ha sbagliato, ma si è assunto le responsabilità e soprattutto le conseguenze e le persecuzioni (anche di Armstrong), ma che può andare a testa alta ora!
 
Lascia perdere
Venerdì 1/3/2013    luki
Lasia perdere i tuoi propositi di insegnare ai giovani. Ma che vuoi insegnare?

Fai invece nomi e cognomi di chi ti ha portato nella "fogna" perchè è eliminando chi sta dietro ai corridori che riusciremo a ripulire l'ambiente
 
Non esiste solo il ciclismo
Venerdì 1/3/2013    Cicloggi
Cambia, fai qualcosa, trovati un lavoro! Avevi una grande occasione te la sei giocata male, insegnare?! ma lascia perdere, c'è gente che per mancanza di fortuna o motore si allena come un dannato senza ottenere risultati, eri un corridore con buon motore hai buttato via la tua grande occasione, male, male, vai a lavorare!!! Non c'è bisogno di gente come te!
 
Venerdì 1/3/2013    Melampo
Vede Sig. Piepoli, Lei ha avuto una discreta carriera nel ciclismo professionistico, macchiata sulla fine da un grave errore, che ammette.

Tutti possono sbagliare, nessuno è perfetto, ed è giusto che chi sbaglia sconti la sua pena (come Lei ha fatto) e che poi cerchi il riscatto da uomo libero, che ha saldato il suo debito con la Società. Certo pare azzardato che Lei lo cerchi nell'ambiente in cui ha sbagliato così pesantemente, e nel quale sembra molto arduo redimersi, ci sarà sempre qualcuno che alla fine Le ricorderà, forse ingiustamente, quello che ha fatto. Per questo, Le consiglio di lasciar perdere il ciclismo una volta per tutte, di trovarsi un lavoro dignitoso, con il quale rendersi utile, mantenere e crescere Suo figlio. Si informi da dei suoi ex colleghi che, una volta appesa la bici al chiodo non hanno mai più avuto contatto con i pedali a qualsiasi livello, sono sì tanto felici, perché il ciclismo è una parte della vita, ma non è la vita, ci sono anche ben altre cose da fare.

Lasci perdere i giovani, i miliardari eccentrici e gli eterni Peter Pan, si ricostruisca una vita, anche per rispetto di Suo figlio, ed al ciclismo non ci pensi più. Sarà un po' come smettere di fumare: all'inizio è dura, ma dopo un po' di tempo, si sentono notevoli i benefici. Ne beneficerà anche a livello psicologico, perché mi pare che per questo sia un po' provato, leggendo quello che scrive.

Abbia la forza una volta per tutte di staccarsi definitivamente da un ambiente che sicuramente tanto gli ha dato, ma anche tanto gli ha tolto, e dia uno scatto di maturità e discontinuità alla sua vita, che suo figlio man mano che cresce Le chiederà: è a lui, che ora Lei dovrà render conto, come fanno tutte le persone normali. Ecco, questo è il punto: cerchi di fare una vita “normale”, vedrà che con il tempo, apprezzerà quello che Le scrivo. Se Lei avrà queste intenzioni, vedrà che famiglia, amici e conoscenti Le daranno una mano determinante.

Sperando di esserLe stato di aiuto, sicuro che Lei leggerà queste righe, La saluto.
 
Non so..
Venerdì 1/3/2013    bastonato
Forse avete ragione voi, però ricordatevi che la depressione può uccidere. Tutti possono sbagliare e una volta pagata la pena vanno riabilitati. Se poi uno sbaglia in un periodo in cui tutti fanno la stessa cosa (NESSUNO ESCLUSO) ma viene beccato (e sono veramente pochi in percentuale) non dico assolutamente che vada capito, ma certamente non va crocifisso per sempre. Solo una battuta per LIMATORE: Berlusca ha dimostrato come si fa a far tornare la fiducia nell'elettore, perchè non dare una possibilità a chi ha sbagliato?
Saluti a tutti
 
facciamolo cavaliere sel LAVORO................
Sabato 2/3/2013    SERMONETAN
PREMIAMOLO CON MEDAGLIE RICORDO,HA COMINCIARE DA QUANDO CORREVA CON LA CANEVA DA DILETTANTE E POI REFIN,POVERETTO,SOLO UNA VOLTA SI E DOPATO,LUI CHE AVEVA 38 DIEMATOCRITO DA MADRE NATURA.
X GEO A SIMEONI FACCIAMOLO EROE, CAVALIERE DEL DOPING..........
VIENI A LATINA CHE TI DICO IO LA VERITAì-
PEPPE NARDECCHIA
 
Forza Piepoli, nonostante tutto!
Sabato 2/3/2013    geo
PEr bastonato,
tutti coloro che sono veramente dentro il ciclismo sanno che, nei tuoi anni NESSUNO ERA PULITO E LINDO, solo c'era chi era di più o di meno. TU, con le tue fughe in salita ci hai fatto sognare e poi ci hai profondamente delusi tipo: ma che gara ho visto in tv? Ma non è solo il tuo caso, ce ne sono altri come tutti sanno. Io non ho minimamente l'intenzione di crocifiggerti, hai sbagliato, ma come sbagliavano gli altri forse più accorti, più fortunati, con medici più bravi. A questo punto però occorrerebbe, e non mi risulta che tu lo abbia fatto, di dichiarare chi ti ha aiutato a prendere queste sostanze. Posso pensare che ciò comporterebbe costi per difendersi poi da denuncie per diffamazione ecc (vedi il caso di Rodolfo Massi) che forse non ti puoi permettere. I giovani devono pensare che non si può pensare alla propria vita solo per il ciclismo, quelli che riescono a viverci tutta la vita sono veramente pochi, pochissimi: i giovani devono pensare che a 22 o 23 anni devono magari crearsi una nuova vita, cambiando radicalmente abitudini. Anche tu, caro Piepoli, forse hai pensato la tua vita solo in funzione della bici ed ora ti trovi in difficoltà, ma sei una brava persona, generosa e rispettosa, quello col CERA non centra niente, e lo hai sempre dimostrato, quindi ti consiglio, se riesci, di acquisirti una dignità ed una stima in altri campi professionali, dove tu saprai certamente distinguerti.
 
Lunedì 4/3/2013    Melampo
Lei ha ragione, Sig. Piepoli, che la depressione, purtroppo, può uccidere. Forse Lei ora ne è preda e vittima, ma mi creda: non credo sia un proseguo della sua vita nel mondo del ciclismo che le possa essere d'aiuto e di conforto. Quando si hanno dei problemi in un ambiente, la cosa più salutare è quella di cambiarlo, e con esso amicizie e frequentazioni. Se posso, Le chiedo di rileggere il mio post, dove si parla di attività post- ciclistica di tantissimi suoi ex colleghi: Le faccio un nome su tutti: Moreno Argentin, grande campione del passato, oggi affermato immobiliarista in Veneto. E rilegga anche l'ultima parte dell'intervento di "geo", da "Anche tu, caro ...". Vedrà, che se farà così, troverà le soluzioni a tutti i suoi problemi attuali.
La saluto.
 
Piepoli merita stima per la sua umiltà
Lunedì 4/3/2013    runner
Che tristezza leggere certi commenti duri e quasi spietati verso chi ha sbagliato...
Piepoli, come la stragrande maggioranza degli atleti di alto livello (non solo ciclisti) ha sbagliato.
Ed ha pagato!! Punto e basta.
Ora, com grande dignità ed umiltà, chiede perdono e vorrebbe riabilitarsi.
Come, per esempio, a un ex alcolizzato o un ex drogato viene data la possibilità di mettere in guardia gli altri dal non seguire quella strada, ugualmente si deve dare la possibilità a un ex corridore di battersi contro il doping. Senza troppo se e ma.
Come vi permettete di sputare sentenze? Ognuno di noi guardi a sè stesso: "Chi è senza peccato scagli la prima pietra" e "Perdona il tuo prossimo 70 volte 7" (cioè sempre)disse un signore un po' di tempo fa.
Ma oggi è di moda il tiro al bersaglio: soprattutto dietro l'anonimato di un computer ed un nickname.
A Piepoli va il mio sincero augurio di rifarsi una vita degna.

 

Per poter commentare i post devi esser registrato.
Se sei giá nostro utente esegui il login altrimenti registrati.
 
Username:Password: 
 
Hai dimenticato i tuoi dati? Clicca qui
 
 
L'ARENA
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Martin e Ghirotto giganti. Valverde adieu
di Pier Augusto StagiGran bel corridore, oggi gran bel commentatore per le reti radiofoniche di Stato, > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Voto 2 a chi accusa senza guardare
di Pier Augusto StagiSe fanno i calcolatori non piacciono perché speculano e non danno spettacolo. Se > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Il Tourmalet mortificato, assassini!
di Pier Augusto StagiL’avevano già fatto con l’Izoard, la cima di questo Tour, inserendolo ad oltre > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Majka e Visconti i migliori, Valverde no
di Pier Augusto StagiQuando si dice: va in fuga perché lo lasciano andare. Cosa ci vuole? Sì sì, provateci. > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Rogers da 10, Van Garderen non c'è più
di Pier Augusto StagiNella prima tappa pirenaica si muove un big, il nostro big, il numero uno, il punto > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Bauer il migliore, Sagan dormiglione
di Pier Augusto StagiChiedano chi era Bitossi, per capire cosa significa gettare alle ortiche una grande > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Alessandro De Marchi il rosso del Tour
di Pier Augusto StagiOggi a Grenoble si è visto anche don Daniele Laghi, il prete dei ciclisti, che > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali sublime, Porte evapora
di Pier Augusto StagiIn Kazakistan amano alla follia l’Italia e gli italiani. Sanno tutto di noi, e > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali sicuro, Sagan senza santi
di Pier Augusto StagiDomani le Alpi, nel giorno dei 100 anni di Ginettaccio e dei 19 anni dalla tragica > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Talansky meglio di Gallopin
di Pier Augusto StagiTappe di trasferimento si definivano un tempo, sì andate a dirlo ad Andrew Talansky, > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali 9 in storia e 5 a chi non la sa
di Pier Augusto StagiIn pratica Vincenzo Nibali, dopo aver pedalato per un’ora e mezza (la maggior parte > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali e Scarponi da sogno, Kwiato crescerà
di Pier Augusto StagiCose da Tour. Cose che succedono, anche ai grandissimi come Alberto Contador, costretto > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali perde la maglia ma non la testa
di Pier Augusto StagiPerde la maglia Vincenzo, ma non perde la testa. Con il cuore – basta vedere la > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Contador, punture di spillo. E l'Astana?
di Pier Augusto StagiBastano tre salite, ben messe e arcigne per far saltare il tappo alla bottiglia > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Trentin coglie l'attimo, Sagan lo butta via
di Pier Augusto StagiIl ciclismo ha memoria e non dimentica. Al km 174 di gara la corsa tocca il paese > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Kittel stecca, Greipel no. Voglio Petacchi
di Pier Augusto StagiNella terra dello Chamapagne tanta acqua. Ma anche vento, tanto vento. Il viaggio > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali da urlo, gli altri in silenzio
di Pier Augusto StagiChe tappa ragazzi, che spettacolo! Certo, lo diciamo perché Vincenzo ci ha fatto > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Ci mandano il Tour al massacro
di Pier Augusto StagiTenetevi forte, ma non tantissimo, perché su quelle strade bisogna essere potenti > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Che bello se il Giro avesse una Nazione
di Pier Augusto StagiGood bye England, thank you so much. Grazie di cuore per lo spettacolo che ci avete > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali immenso, Contador e Froome no
di Pier Augusto StagiCi voleva davvero una giornata così. Un colpo di classe da autentico solista del > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. La corsa rosa arrossisce e Cav che fa?
Una marea di persone sulle strade. Chilometri e chilometri di entusiasmo senza soluzione di continuità. > >
 
 
DA NON PERDERE
RITRATTI DALLA A ALLA Z
+ Tutti i ritratti
ALBI D'ORO
+ Albi d'oro
OSCAR TUTTOBICI
+ Oscar tuttoBICI
I NOSTRI LIBRI