1 Gennaio 1970 | 01:00
 
Copyright © TBW
 
COMMENTI
Incredibile!!!!
Sabato 4/2/2012    valentissimo
Ma come si fa a cancellare una manifestazione a poche settimane dell'evento? riguardo poi alla RAI, comprendo che non abbiano i soldi per una gara di professionisti, il loro budget lo devono impiegare per la Maratona Delle Dolomiti, così possiamo stare 5 ore a sentire le stronzate che ci racconta l'organizzatore sulle fiabe legate al territorio, mentre ultra quarantenni "assistiti" mulinano rapportino lungo le salite più dure d'Italia. E' questa la ragione per la quale paghiamo il canone????
 
x Valentissimo
Sabato 4/2/2012    ale63
concordo in pieno con il tuo commento! 5 ore di diretta per una gara di cicloamatori, mentre le gare dei Prof le danno al sera in differita!! Che schifo!! Ale
 
pensa te
Sabato 4/2/2012    sonoqua
che pagano, sgarbozza, fabbretti, cassani, bulbarelli..... ma dai si buttano via i soldi
 
i cicloamatori
Sabato 4/2/2012    superpiter
quello che i nostri cari amici qui sopra non sanno è che la "garetta" per cicloamatori genera un indotto 50 volte superiore al Giro di Sardegna... e gode di 5 ore in TV per il semplice fatto che si paga gli spazi... nessuno regala niente... anzi..
 
Precisazioni
Sabato 4/2/2012    faustino
Capisco lo sfogo di qualche appassionato, alcuni qui postati, ma prendersela con la Rai in questo caso, vuol dire non conoscere le cose. La produzione della Maratona delle Dolomiti, a quella manifestazione i commenti si riferiscono, viene pagata dall'organizzatore, allo scopo di valorizzare il territorio per mezzo dell'evento, che a mio parere è anche uno spot fantastico per l'uso della bicicletta. Che tra i partecipanti ci siano dei fanatici che corrono anche con l'additivo,beh la mamma degli imbecilli, come tutti sanno, è sempre incinta.
 
Risorse
Sabato 4/2/2012    sargusti
Il Governo negli ultimi due anni ha ridotto i contributi agli Enti locali del 55% e con quanto rimasto si devono far funzionare scuole, servizi locali, mense,supporto agli anziani...
Si aggiunga che la nuova Finanziaria vieta il patrocinio alle ASD ma dispone solo il finanziamento di singoli eventi, con il risultato che a fronte di minor risorse tutte le società si vogliono far finanziare la propria manifestazione.
E' un gravissimo problema in un frangente in cui il privato (le imprese) naviga in brutte acque.
Sulla Maratona delle Dolomiti non mi esprimo: è un grosso business per il Trentino in termini di indotto. Purtroppo oramai tutto gira così.
 
radio corsa
Sabato 4/2/2012    tralepieghe
Ma non avete visto che ora la Rai pruduce Radio Corsa a costo zero, invitando gli organizzatori ha pagarsi la produzione, mettendo così in difficoltà i budget organizzativi, e come se non bastasse mettendo in difficoltà anche altri programmi locali di ciclismo dal momento che trasmettono pure le gare degli allievi e non sempre prodotte bene come predica bulbarelli.
 
X Superpiter
Sabato 4/2/2012    valentissimo
Comprendo che uno possa pagarsi da solo una produzione ma, la RAI non può avere spazi in affitto (vediamo poi a che prezzo) sui canali nazionali per una gara di amatori dal dubbio valore agonistico e poi, non dare le gare dei prof. oppure darle solo sul digitale?
Ma ti sembra giusto farci sciroppare "in diretta" quella sonnolenta gara amatoriale per ore sul Rai 3 e poi lasciare ai prof. il digitale ed orari impossibili?
Immagino che tu sia coinvolto nell'organizzazione ma, qui non si critica la gara, si critica solo il metodo di una tv che dimentica sempre più che è stata fondata e viene finanziata con denaro pubblico e che dovrebbe mandare in onda solo programmi di più alto livello culturale e sportivo!
 
Regione che vai, interessi politici che trovi.
Lunedì 6/2/2012    Bartoli64
Ma come? L’ex commercialista di Berlusconi (leggasi il Governatore della Sardegna Cappellacci), non ha esigenze di “promozione del territorio” e di “valorizzazione culturale” come il Sen. Davico in padania?

Eh, beh! Immagino sia troppo impegnato nelle concessioni degli arenili ai privati o in delibere a favore di qualche altro milione di metri cubi di selvagge colate di cemento sulle già martoriate coste sarde…….

Che vuoi fare? Regione che vai “interessi” diversi che trovi e con il ciclismo in Sardegna, probabilmente, non si conseguono tutti quei voti che diversamente si possono acquisire nelle regioni del nord.

Meglio, molto meglio, favorire dunque la grande imprenditoria privata che poi ti finanzia (pardon, si dice ti “rimborsa”) le spese elettorali.

Mettetevi l’anima in pace….. senza voti (e senza “rimborsi”) - per questa gente - “non si cantano messe” ed è così da nord a sud, da est a ovest!

Quanto alla Maratona delle Dolomiti di cosa vi lamentate? Anche lì ci sono forti interessi legati, per così dire, alla “promozione del territorio”…….

Sarebbe però interessante sapere quanti dirigenti RAI alloggiano nella zona durante le ferie estive, o durante le settimane bianche invernali (a quali prezzi, tanto per essere chiari).

Io sono certo che ne salterebbero fuori delle belle, e voi?

Bartoli64
 

Per poter commentare i post devi esser registrato.
Se sei giá nostro utente esegui il login altrimenti registrati.
 
Username:Password: 
 
Hai dimenticato i tuoi dati? Clicca qui
 
 
L'ARENA
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Rogers da 10, Van Garderen non c'è più
di Pier Augusto StagiNella prima tappa pirenaica si muove un big, il nostro big, il numero uno, il punto > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Bauer il migliore, Sagan dormiglione
di Pier Augusto StagiChiedano chi era Bitossi, per capire cosa significa gettare alle ortiche una grande > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Alessandro De Marchi il rosso del Tour
di Pier Augusto StagiOggi a Grenoble si è visto anche don Daniele Laghi, il prete dei ciclisti, che > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali sublime, Porte evapora
di Pier Augusto StagiIn Kazakistan amano alla follia l’Italia e gli italiani. Sanno tutto di noi, e > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali sicuro, Sagan senza santi
di Pier Augusto StagiDomani le Alpi, nel giorno dei 100 anni di Ginettaccio e dei 19 anni dalla tragica > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Talansky meglio di Gallopin
di Pier Augusto StagiTappe di trasferimento si definivano un tempo, sì andate a dirlo ad Andrew Talansky, > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali 9 in storia e 5 a chi non la sa
di Pier Augusto StagiIn pratica Vincenzo Nibali, dopo aver pedalato per un’ora e mezza (la maggior parte > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali e Scarponi da sogno, Kwiato crescerà
di Pier Augusto StagiCose da Tour. Cose che succedono, anche ai grandissimi come Alberto Contador, costretto > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali perde la maglia ma non la testa
di Pier Augusto StagiPerde la maglia Vincenzo, ma non perde la testa. Con il cuore – basta vedere la > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Contador, punture di spillo. E l'Astana?
di Pier Augusto StagiBastano tre salite, ben messe e arcigne per far saltare il tappo alla bottiglia > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Trentin coglie l'attimo, Sagan lo butta via
di Pier Augusto StagiIl ciclismo ha memoria e non dimentica. Al km 174 di gara la corsa tocca il paese > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Kittel stecca, Greipel no. Voglio Petacchi
di Pier Augusto StagiNella terra dello Chamapagne tanta acqua. Ma anche vento, tanto vento. Il viaggio > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali da urlo, gli altri in silenzio
di Pier Augusto StagiChe tappa ragazzi, che spettacolo! Certo, lo diciamo perché Vincenzo ci ha fatto > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Ci mandano il Tour al massacro
di Pier Augusto StagiTenetevi forte, ma non tantissimo, perché su quelle strade bisogna essere potenti > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Che bello se il Giro avesse una Nazione
di Pier Augusto StagiGood bye England, thank you so much. Grazie di cuore per lo spettacolo che ci avete > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. Nibali immenso, Contador e Froome no
di Pier Augusto StagiCi voleva davvero una giornata così. Un colpo di classe da autentico solista del > >
TOUR DE FRANCE
LE PAGELLE DI STAGI. La corsa rosa arrossisce e Cav che fa?
Una marea di persone sulle strade. Chilometri e chilometri di entusiasmo senza soluzione di continuità. > >
 
 
DA NON PERDERE
RITRATTI DALLA A ALLA Z
+ Tutti i ritratti
ALBI D'ORO
+ Albi d'oro
OSCAR TUTTOBICI
+ Oscar tuttoBICI
I NOSTRI LIBRI