HOME | EDIZIONE DIGITALE | SQUADRE | ATLETI | CALENDARIO PROF. 2017 | OSCAR | RIVISTA | TUTTOBICITECH |  
 
IL SITO DI RIFERIMENTO DEL CICLISMO ITALIANO

ABC di COSTA. TUTTI PRONTI PER LA TERZA SETTIMANA

Anche a Reggio una bagno di folla incredibile

 
GIRO D'ITALIA | di Angelo Costa

G come gente. Nel senso di pubblico che abbraccia il Giro d’Italia numero 100. In certe località, lo soffoca: anche da Reggio Emilia a Tortona, tantissime le presenze in strada. Roba da far invidia ad altri sport: assistendo a questo spettacolo di folla, il presidente della pallanuoto ha ammesso che «con i soli spettatori della partenza potremmo riempire le vasche di tutte le nostre piscine».
 
P come Pozzato. Nel senso di Pippo, ciclista della Wilier. Un vero e proprio Maestro: per non dimenticarselo, se l’è perfino fatto scrivere sulla bici. Un paio di giorni fa ha rivelato di non essere al top: «Non sto bene, ho anche vomitato in corsa». Sorpreso il suo diesse Scinto: «Pensavo gli interessasse solo il dopo corsa».
 
T come terza settimana. Nel senso di ultima tranche del Giro. Evocata, invocata, richiamata da tutti, sta finalmente per arrivare. Nel suo genere, è unica: spesso, infatti, si ha la netta sensazione che nelle due che la precedono non sia accaduto nulla. E’ anche senza appello: una quarta settimana non è ancora stata inventata. C’è modo e modo di affrontarla: un velocista come Greipel, ad esempio, gioca d’anticipo e torna a casa prima che arrivi. Molti, invece, non si accorgono nemmeno che esista: la vivono nelle retrovie del gruppo, esattamente come le prime due. Quest’anno, la terza settimana concentra tutte le montagne più severe: anche se così non fosse, sarebbe ugualmente decisiva, visto che dopo non ci sono più tappe. Ad attenderla sono soprattutto gli uomini di classifica, che si giocano le loro chances di vittoria, ovviamente le ultime. Tra questi Pinot e Pozzovivo, il francese col cognome di un vino e il piccolo italiano che sa di tappo: promettono di dare tutto da martedì a domenica prossimi, anche perché dopo diventerebbe complicato. Qualche sera fa in albergo hanno trovato l’ascensore rotto e, per salire in camera, sono stati costretti a far le scale: in passato, quando è capitato a Cipollini, sono state urla o persino cambi di hotel. Da scalatori, invece, i due di sono tranquillamente arrampicati: pur di farsi trovar pronti la terza settimana, questo e altro.
 
19 Maggio 2017 | 18:20
 
Copyright © TBW
 

Per poter commentare i post devi esser registrato.
Se sei giá nostro utente esegui il login altrimenti registrati.
 
Username:Password: 
 
Hai dimenticato i tuoi dati? Clicca qui
 
 
I PIU' LETTI
 
DA NON PERDERE
RITRATTI DALLA A ALLA Z
+ Tutti i ritratti
ALBI D'ORO
+ Albi d'oro
OSCAR TUTTOBICI
+ Oscar tuttoBICI
I NOSTRI LIBRI

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy